CHIAMACI +39 333 8864490

"Psicothriller" allo Spazio Oberdan: due maestri della suspance a confronto

Dal 17 dicembre 2014 al 4 gennaio 2015 presso Spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana presenta Psicothriller: "Suspense" (Jack Clayton, 1961) e "Oltre il guado" (Lorenzo Bianchini, 2013), due film molto diversi tra loro per epoca, nazionalità, fama e impianto produttivo, ma in realtà molto simili per la capacità dei rispettivi registi di costruire, grazie all'uso sapiente della scrittura cinematografica, mondi paralleli, attraversati da forze misteriose e perturbanti.

Tratto da una racconto di Henry James ("Giro di vite"), Jack Clayton firma forse uno dei capolavori del genere gotico che, a distanza di anni, riesce ancora a suscitare angoscia e paura per gli eventi raccontati. I punti di forza di "Suspense" sono la grande interpretazione di Deborah Kerr, ambigua tanto quanto la stessa atmosfera che regna nella casa, in alcuni momenti dolce e comprensiva, in altri fredda e invasata lei stessa; l'uso degli spazi interni e dei particolari architettonici, perfetti nel ricreare un'atmosfera angosciante degna del miglior espressionismo tedesco; l'uso della profondità di campo quanto mai azzeccata per suggerire ed evocare le presenze maligne che minacciano le anime e i cuori dei bambini. Al termine della proiezione di mercoledì 17 dicembre, intervento di Fausto Petrella del Centro Milanese di Psicoanalisi “Cesare Musatti”.

"Oltre il guado" è invece ultimo film di Lorenzo Bianchini, regista e sceneggiatore friulano, esponente della produzione cinematografica indipendente italiana, che ha scelto il film di genere, l’horror, come suo cavallo di battaglia. La pellicola, molto inquietante, racconta la storia di un etologo naturalista che registra i comportamenti degli animali: immerso nella natura, però, la sua integrità fisica e mentale vacillerà quando le registrazioni lo condurranno ad un lontano villaggio, luogo di un’antica maledizione. La natura è la protagonista indiscussa del film: le montagne che circondano il piccolo paese, la pioggia incessante, gli alberi che sono come tante presenze silenziose ed infine gli animali, unici testimoni delle misteriose entità che dominano quella parte del bosco. Il silenzio e il rumore. Lo spazio e il tempo e la loro dilatazione. La luce e il buio. Elementi minimi e primordiali sui quali Bianchini costruisce il suo cinema, che è in qualche modo un cinema primigenio, che rientra nel flusso della natura, nello scorrere di eventi cosmici.

 

Psicothriller

Calendario proiezioni:

Mercoledì 17 dicembre h 21.00 / Sabato 20 dicembre h 18.45 / Venerdì 26 dicembre h 14.30 / Mercoledì 31 dicembre h 18.30 / Sabato 3 gennaio h 15.00

"Suspense" R.: Jack Clayton Sc.: Truman Capote, William Archibald, John Mortimer, dal romanzo Giro di vite di Henry James. Int.: Deborah Kerr, Peter Wyngarde, Megs Jenkins, Martin Stephens, Pamela Franklin. UK, 1961, b/n, 105’, v.o. sott. it. Miss Giddems viene assunta da un ricco uomo per occuparsi di Flora e Myles, i suoi due giovani nipoti, rimasti orfani e alloggiati nella sua casa di campagna, un' immensa villa con un grande giardino. Miss Giddens accetta con entusiasmo, ma ben presto subentrerà in lei il terrore per la sorte dei due piccoli, minacciati da oscure presenze appartenenti a un passato inquietante. Al termine della proiezione di mercoledì 17 dicembre, intervento di Fausto Petrella del Centro Milanese di Psicoanalisi “Cesare Musatti”. Sabato 27 dicembre h 15.00 / Lunedì 29 dicembre h 19.00 / Domenica 4 gennaio h 21.15 / Lunedì 5 gennaio h 19.00

"Oltre il guado" R.: Lorenzo Bianchini. Sc.: Michela Bianchini, L. Bianchini. Int.: Marco Marchese, Renzo Gariup, Lidia Zabrieszach. Italia, 2013, col., 92’. Marco Contrada è un etologo naturalista abituato a inoltrarsi in solitudine nelle foreste friulane per posizionare microcamere allo scopo di studiare i comportamenti di animali selvatici. Una di queste riprese, una notte, mostra i ruderi di alcune case abbandonate in una zona poco conosciuta del bosco. Il giorno seguente, con il suo camper, marco raggiunge il paese dimenticato. C'è qualcosa di strano in quel posto abbandonato. Macabri rinvenimenti forse non imputabili a un animale feroce e alcuni ritrovamenti all'interno della vecchia scuola diroccata spingono a pensare a qualcosa di diverso, minaccioso, forse legato a un antico passato ancora pulsante tra quelle case.

 

Spazio Oberdan

Viale Vittorio Veneto 2, Milano Tel. 02.87242114 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cinetecamilano.it

 

Modalità d'ingresso

Biglietto d’ingresso: intero € 7,00 Biglietto d’ingresso ridotto per possessori di Cinetessera o studenti universitari: € 5,50 Proiezione pomeridiana feriale: intero € 5,50, ridotto € 3,50. Cinetessera annuale: € 6,00, valida anche per le proiezioni al MIC – Museo Interattivo del Cinema - e all’ Area Metropolis 2.0 – Paderno Dugnano.

 

[gallery type="rectangular" ids="34446,34445,34444,34441,34440,34439"]

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.