CHIAMACI +39 333 8864490

I disegni artistici di Chiara Montani all'Inkanto Café

Inkanto Café, in viale Sabotino, presenta la mostra espositiva di Chiara Montani, visibile fino al 15 novembre.

Chiara Montani, originaria di Firenze ha studiato Regia allo IED di Milano. Successivamente, ha cominciato a lavorare nel settore realizzando video per compagnie di danza. Ben presto però, Chiara si è resa conto di avere altri sogni per il suo avvenire: il suo desiderio, infatti, è diventare una tatuatrice. Con questa consapevolezza, ha venduto tutta la strumentazione da regista per comprare l'occorente per tatuare ed ha iniziato a impegnarsi come apprendista in uno studio di una amica, “Sick of ink”, in via Giovanni Pascoli. Chiara, a soli 26 anni ha ben chiari i suoi obiettivi: vuole iniziare a farsi conoscere nella città meneghina per poi realizzare il suo sogno nel cassetto: tatuare.

La mostra di Chiara Montani all'Inkanto Café, presenta 10 disegni artistici densi di fascino e meraviglia, come il posto che li ospita. Si tratta di creazioni intrinsicamente legate a persone ed esperienze significative della vita di Chiara. Il fil rouge è la sua storia, il suo percorso umano e artistico, rielaborato splendidamente in tavole traboccanti di significato. “Purtroppo nei disegni ci devo mettere qualcosa di mio, altrimenti non mi riesce, è più forte di me” racconta la ragazza con un sorriso pieno di commozione. Le chiedo quindi di spiegarmi cosa c'è in quelle tavole che tanto colpiscono per la bellezza della tecnica, ma ancora di più per quello che rappresentano. In questo articolo, ve ne propongo tre, lasciando a voi il desiderio di vedere le altre.

“Take me anywhere”, nell'immagine in alto, quella che più mi ha colpito. Chiara qui concepisce il mondo come un immenso oceano pieno di insidie, ma anche di straordinarie bellezze. La sua mano afferra salda una balena che la porta in giro per queste acque inesplorate ma, per l'appunto, è solo un moncherino, una parte di lei a vivere l'avventura. “Forse un giorno riuscirò a ricongiungermi ad essa”, afferma l'artista con aria trasognata.

L'ultima immagine in basso è “Don't go slow”. “Con il tempo, i denti cadono”, spiega Chiara. “Se non fai le cose abbastanza velocemente, rischi di perderti ciò che volevi invece vivere. E finisci così, annegato dalle lacrime, sommerso completamente dal tempo che non hai usato come avresti voluto”.

Infine, la prima in basso: “Lesson one”. Per Chiara una lezione molto importante: ogni donna e ogni relazione hanno una misura, rappresentata dal compasso. Questa misura va appresa perché si raggiunga un equilibrio nella relazione, nel dare e nel ricevere.

Con questi bellissimi spunti di riflessione, chiudo il mio articolo, ricordandovi che ogni domenica fino al 15 novembre all'Inkanto Chiara festeggia questo traguardo nell'ambito di "Rubik", l'evento friendly ideato da Irene Pedrazzini, la proprietaria del locale. In consolle Giulia Tosi, in più l'esibizione della drag queen Donna Sofia e il live painting di Broccolo Volante.

Chiara Zanetti

LESSON-ONE DON'T-GO-SLOW

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.