CHIAMACI +39 333 8864490

"Se Dio Vuole", ovvero la fortuna del principiante

"Se Dio Vuole" è il film di esordio di Edoardo Falcone, di mestiere sceneggiatore poco bravo e molto ripetibile. La pellicola però straccia tutti i pronostici e i giudizi sul regista e si pone come un prodotto originale e di grande spessore, cosa non affatto scontata dato l’argomento alquanto ostico della trama, e la capacità di far sorridere gli spettori in proposito. Invece Falcone riesce nel suo intento, e anche molto bene. Il merito va sicuramente e principalmente al cast, tutti attori che negli ultimi anni hanno saputo rendersi credibili e portati per i ruoli più classici della commedia all’italiana, oltre che capaci di cambiare completamente stile e forma, come uno dei protagonisti di "Se Dio vuole", Alessandro Gassman nel ruolo di don Pietro, ma anche alla capacità di Falcone che, appellandosi alla fortuna del principiante, confeziona un prodotto bello e possibile. La trama e la storia del film sono complicate nella giusta misura e presentano una famiglia altoborghese completamente spiazzata e sconvolta dalla decisione del figlio, promettente studente in medicina, pronto a lasciare tutto per farsi prete. A convincerlo è proprio don Pietro, carismatico e non allineato sacerdote cittadino che con astuzia, grazia e conoscenza dell’animo umano, prima convince il giovane Andrea a seguire la propria vocazione e poi cerca di portarsi dalla propria parte anche il padre di quest’ultimo, Tommaso (Marco Giallini), che decide di incontrarlo per scombinargli i piani. Un “duello” di bravura e d'eccezione allora si presenta agli occhi dello spettatore che non può che divertirsi ad assistere alle scaramucce verbali e psicologiche di Alessandro Gassman prete e attore e Marco Giallini, padre e interprete. Mentre l’intera famiglia assiste incredula e preoccupata agli sviluppi della propria storia personale, la trama filmica fila liscia fino all’epilogo atteso e indovinato. Il film di Falcone fa ridere ma anche pensare e lo fa con garbo, perché il tema delle vocazioni, del sacerdozio e della Chiesa rimane solo un pretesto e non si entra mai nel merito vero di argomenti più ampi e complicati. Al centro c’è la famiglia nelle sue declinazioni moderne e sociali e nella tendenza dei genitori del duemila a confrontarsi con la capacità singola a essere dei buoni babbo e mamma, la voglia di ascoltare e comprendere i propri figli e al bisogno sostenerli o consigliarli. Il divino se c’è è solo accennato e lasciato comunque al personale, al proprio modo di essere e sentire. Tutto questo fa di "Se Dio Vuole" un film leggero e profondo insieme, divertente e misurato, riflessivo e comico. Un buon pretesto per andare al cinema anche in primavera.

Antonia del Sambro

 

[gallery type="rectangular" size="full" ids="40978,40977,40975,40973,40972,40988,40989"]

 

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.