CHIAMACI +39 333 8864490

Capolavoro ritrovato

Dopo averne perso le tracce per secoli, torna alla luce il quadro "Giuseppe e la moglie di Putifarre", capolavoro del maestro Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino.

Dipinto nel 1631 per Francesco I d'Este (e notevolmente documentato), si pensa che fu lo stesso duca di Modena a donarlo a Laura Martinozzi, stimato membro del governo modese, che portò con sé l'opera nel suo tour nelle maggiori corti europee. Passò, poi, per diverse famiglie della nobiltà umbro-marchigiana. Furono proprio questi passaggi tra privati che ne fecero perdere le tracce per secoli, fino a quando nel 2011 la Zanasi Foundation lo acquistò. Per la prima volta viene esposta al pubblico in una mostra curata da Nicholas Turner (maggiore esperto del maestro) e Federica Gasparrini presso il meraviglioso seicentesco Palazzo Ducale di Modena dal 22 settembre al 20 novembre.

 

Giuseppe e la moglie di Putifarre
Palazzo Ducale, Modena
22 settembre - 20 novembre 2013

Dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 19.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00

Ingresso gratuito

 

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.