CHIAMACI +39 333 8864490

|||

DOGGY BAG. Il Take Away senza sprechi

Che gli italiani siano amanti del cibo e del mangiar bene è un dato di fatto, ma quando si tratta di avanzi, soprattutto al ristorante, storcono sempre un po’ il naso, anche se è risaputo che da quest’ultimi riescano sempre a tirar fuori le migliori ricette.

Già famosa nei paesi anglosassoni e negli Stati Uniti, la Doggy Bag approda anche in Italia grazie all’iniziativa “Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi” di Comieco, in collaborazione con Slow Food Italia ed il coordinamento dell’architetto Michele De Lucchi insieme al prof. Andrea Kerbaker.

Contenitori realizzati in cellulosa, all’interno dei quali gli avanzi del ristorante, sia cibo che vino, potranno essere impacchettati per essere gustati nuovamente a casa. Ovviamente l’idea non poteva che svilupparsi nel contesto di EXPO 2015, in cui il tema degli sprechi alimentari è stato dibattuto con forte intensità e in diverse circostanze.

Gli italiani sanno parlare molto bene, ma non sempre si comportano allo stesso modo e perciò, per quanto possa stare a cuore l’idea di non buttare via cibo inutilmente, bisognava invogliarli maggiormente all’utilizzo di questo strumento per loro tanto innovativo, unendo l’utile al dilettevole e coinvolgendo un’altra delle grandi passioni del Bel Paese: il Design.

Personalità quali Giulio Iacchetti, Francesco Faccin e Matteo Ragni con Chiara Moreschi, hanno colto l’invito dei coordinatori ad ideare un packaging che fosse funzionale e insieme attrattivo, successivamente il contributo degli illustratori Beppe Giacobbe, Guido Scarabottolo e Olimpia Zagnoli, ha reso le confezioni ancora più belle, ironiche e divertenti, trasformandole in veri e propri oggetti del desiderio. Un’ ottima alternativa alle poco seducenti vaschette in alluminio.

Il progetto, che basa gran parte delle sue potenzialità proprio sulla forza di packaging così invitanti, si rivolge sia al ristoratore che ai suoi clienti, invogliando i commensali ad ordinare liberamente tutto ciò che desiderano, senza il timore di avanzare qualcosa nel piatto o nel bicchiere, ed allo stesso modo gratificano gli chef che non vedranno mai più tornare in cucina piatti avanzati, ma solo pietanze pronte a prendere nuova vita nelle case di ottimi buon gustai, mai più in soggezione nel portare a casa ciò che hanno avanzato.

Una rivoluzione culturale degna di nota, in continua espansione e già formula vincente in gran parte della Lombardia e numerosi ristoranti della Capitale.

 

INFO: Sito Web http://www.comieco.org/doggy-bag-se-avanzo-mangiatemi/ Il racconto di Andrea Kerbaker http://www.comieco.org/media/doggy-bag/andrea kerbaker_racconto_doggy-bag.pdf Locali aderenti all’iniziativa http://www.comieco.org/doggy-bag-se-avanzo-mangiatemi/i-locali-aderenti/

[gallery ids="48531,48532,48533"]

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.