CHIAMACI +39 333 8864490

|||

Lisistrata

La storia di Lisistrata in scena al Teatro Carcano di Milano dal 4 al 16 maggio.

Nella nostra moderna società il sesso imperversa ovunque.

Nel corso dei secoli si è passati dall’intimità dell’alcova al cinema e poi ai giornali, passando per la pubblicità e senza dimenticare il contenitore sessuale per eccellenza: la televisione. Siamo ormai assuefatti soprattutto alla vista di donne che ammiccano provocanti dagli schermi o dalle pagine di riviste più o meno patinate.

Ma andando a ritroso nella storia riscopriamo un evento che ha ispirato anche i movimenti femministi del XX secolo. È la storia di Lisistrata, la giovane protagonista della commedia di Aristofane è interpretata da Gaia De Laurentis, che sul palco restituisce corpo e forma alla storia di una donna che grazie alla sua arguzie costrinse gli uomini a porre fine alla guerra attraverso una mossa degna del più grande stratega.

Lisistrata non solo propose ma anche convinse le altre donne a dare il via a uno sciopero del sesso per spingere atenesi e spartani a firmare la pace e scrivere la parola fine alla guerra del Peloponneso, restituendo alle rispettive famiglie gli uomini impegnati nella battaglia. La pìece teatrale è terreno di contaminazioni; si mescolano la classicità della storia con moderni guizzi di cabaret e burlesque sottolineati dalla musica e dai costumi.

La guerra non appare lontana e dimenticata ma è protagonista al pari della donna, che tenta di fermarla rendendo lo spettacolo un vero e proprio omaggio ai caduti per la Patria che per garantire un futuro migliore alle generazioni prossime non hanno esitato a sacrificare il loro presente. Come sempre il teatro è la finestra che si affaccia sul passato e anche materia che racconta il presente, in un continuo gioco di richiami a quello che accade intorno a noi oggi.

Società moderna e “Polis” ateniense non sono due realtà distanti tra loro: comunicano invece, attraverso il filo sottile della memoria che ci lega alle vite che sono state e agli errori che (dis)umanamente siamo portati a ripetere. Corpi, musiche, parole e immagini affrontano, ieri come oggi, quel pericoloso ma straordinario viaggio esplorativo nell’animo umano. Le guerre in tutta la loro ferocia e stupidità continuano a martirizzare il mondo. Il teatro si fa scrigno di una verità per alcuni forse un po’ scomoda ma inevitabile: sono le donne a salvarci dalla bestialità umana e restituirci un soffio di bellezza.

Raffaella Berardi

 

 

 

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.