CHIAMACI +39 333 8864490

|||||

A Spazio Leonardo di Milano la prima mostra di Thomas Berra

Thomas Berra incalza e tuona nella lunga galleria di Spazio Leonardo a Milano, curata da UNA, da aprile a giugno 2018: la sua prima mostra espositiva è intitolata Tutti dobbiamo dei soldi al vecchio sarto di Toledo.

La mostra di Berra è inserita in un circuito di tre esposizioni di artisti emergenti che la galleria UNA, presenta con estrema perizia: Thomas Berra (aprile-giugno); Simone Monsi (giugno – settembre); Irene Fenara (ottobre – dicembre).
Una e Spazio Leonardo danno vita ad un concerto di colori e forme, dove lo spazio affronta le sue intime derive e si trasforma in dimensioni inattese. Un progetto site-specific che verrà documentato da un catalogo con testi critici e installation-view e che dimostra quanto arte e impresa possano e debbano dialogare, costruendo imperituri ponti di scambio.

La pittura segnica e gestuale di Berra si staglia come un simulacro immaginifico della visione artistica, trasportato sull’intera parete, con opere su carta e tele di piccolo e medio formato. Un grande Wall painting dedicato allo studio che l’artista conduce sulla natura dei segni e sulle forme organiche. Il segno ha preso il sopravvento sul paesaggio e se ne fa parafrasi: foglie, tronchi ed erba vengono analizzati dal segno che li genera. Ne deriva un’analisi dettagliata del rapporto tra segno e spazio. Quelle di Berra sono tracce veloci e compulsive, di una musica che vibra e fa vibrare la natura tutta.

Partiamo dalla genesi, dal titolo della mostra che è una citazione di Tano Festa, uno tra gli esponenti più significativi della Giovane Scuola di Roma, la Scuola di Piazza del Popolo. Michele Piattellini descrive l’ultima visita di Schifano a Testa, in punto di morte. Questi lo salutò dicendo che stava contemplando la sua morte e che la vedeva tutta azzurra, poi gli sussurrò “Tutti dobbiamo dei soldi al vecchio sarto di Toledo” e morì solo e dimenticato. Berra è legato a Tano Festa poiché rappresenta il punto di riferimento e di influenza del suo intero percorso di ricerca.

L’opera di Berra ha il sapore di una scoperta archeologica, più che storica: l’approccio stratigrafico, infatti, del colore e del segno, genera un’analisi attenta che oltrepassa la citazione del grande Festa diventando omaggio assoluto alla genesi della vita, prima ancora che del suo segno. Il percorso di lettura dei 22 metri parte con la rappresentazione di segni e linee, solchi nella parete, per poi trasformarsi in immagini, figure e silhouette ispirate alle opere del Festa. E infine il bianco, greve, spesso che copre ogni traccia e ogni passaggio. Cancella ogni segno con un gesto di resa eppure di continuità. È alla purezza di mezzi e linguaggi che mira Berra, in un gioco di sovrapposizioni di colori e forme che sembra impazzire all’infinito. Invece, poi, si libera e, nudo e puro, si staglia con il vigore dell’esperienza fisica dell’artista che oltrepassa ogni iconografia artistica, pur diventando icona esso stesso del gesto pittorico. Un gesto violento e diretto, senza filtri.

Per maggiori informazioni:
Spazio Leonardo Leonardo Assicurazioni
Viale della Liberazione 16/a 20124 Milano
Mostra a cura di UNA galleria

Daniela Ficetola

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Immobili Sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.