CHIAMACI +39 333 8864490

Il Festival Internazionale Europa in versi (www.lacasadellapoesiadicomo.it  link Europa in versi) ha indetto la prima edizione del Premio Internazionale di Poesia Europa in versi. Presidente della Giuria, formata da poeti, scrittori, intellettuali dello spessore di  Giovanni Tesio e Mario Santagostini, è il poeta Milo De Angelis.

Il Premio è suddiviso in quattro sezioni: poesia edita, inedita, poesia giovani, poesia dialettale. La scadenza del bando è il 15 marzo 2016. I vincitori saranno premiati durante la giornata del Festival Europa in versi che si terrà a Como il  29 e 30 Aprile 2016 e che l’anno scorso ha visto la partecipazione di oltre 1500 presenze nei  giorni della manifestazione. I vincitori leggeranno i loro versi in un contesto di alto profilo culturale, al quale partecipano ogni anno  poeti di fama internazionale. Saranno inoltre ospitati dall’Associazione.

Pubblicato in Cultura

Nessuno ha un'immaginazione feconda come quella dei bambini, o forse qualcuno sì.

Sabato 23 gennaio alle ore 15, il Teatro Franco Parenti cambia nome e si concentra sui più piccini: perchè non chiamarlo allora Piccoli Parenti?

Il progetto dedicato ai bimbi di età compresa fra i 6 e gli 11 anni, porta in scena un'incredibile versione della celebre fiaba Biancaneve, della Compagnia La Baracca di Bologna.

L'idea è semplicemente geniale, perchè inaspettata. Chi, andando a teatro, penserebbe di potersi trovare davanti a un palcoscenico vuoto? La compagnia, infatti, non è riuscita ad arrivare in tempo, e l'unica soluzione per non far arrabbiare il pubblico che ha pagato il biglietto, è domandare a qualcuno di improvvisarsi attore. Del resto, la storia di Biancaneve la conoscono tutti.

Per questo spettacolo, la Compagnia La Baracca di Bologna si è aggiudicata il primo premio alla terza edizione di Piccolipalchi, rassegna teatrale dell'Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia (ERT) e ha anche vinto il premio L'Uccellino Azzurro. Inoltre, alla tredicesima edizione del Festival Ti Fiabo e Ti Racconto di Molfetta, Fabio Galanti ha conquistato il premio Silvia come miglior attore.

Fabio Galanti e il collega e regista Bruno Cappagli saranno sabato due tecnici abituati a stare dietro le quinte, che si troveranno però catapultati sul palco, chiamati improvvisamente al ruolo di attori. Stare di fronte a un pubblico piacerà ai due, che si divertiranno molto nei panni dei vari personaggi del racconto.

Un viaggio alla scoperta di sè che si realizza su tre livelli diversi. I due tecnici-attori, attraverso la loro personale metamorfosi, mettono in scena il percorso iniziatico che vive la protagonista della fiaba, ma si rivolgono anche ai bambini seduti in poltrona, raccontando anche a loro la crescita che li aspetta.

Per non perdere questa curiosa interpretazione di Biancaneve, l'appuntamento è alle ore 15 di sabato 23 gennaio nella Sala Grande del Teatro Franco Parenti.

 

Biancaneve Compagnia La Baracca di Bologna di e con Bruno Cappagli e Fabio Galanti regia di Bruno Cappagli voce narrante di Giovanni Boccomino luci di Andrea Aristidi oggetti in scena di Tanja Eick

PREZZI Biglietto unico 10€ Card 9 ingressi 72€ (I tagliandi sono utilizzabili più volte per più persone con un massimo di 3 ingressi per titolo)

TEATRO FRANCO PARENTI Via Pier Lombardo 14 Milano T 02 59995206 www.teatrofrancoparenti.it

 

 

 

Beatrice Bellano

Pubblicato in Cultura

Per questo weekend il capoluogo lombardo ha deciso di far sentire la sua voce alle istituzioni: quello che chiedono i milanesi sono nuovi diritti, la famiglia e la cultura sono al centro del dibattito.

#SvegliaMilano

In occasione della discussione in Senato del ddl sulle unioni civili, le associazioni LGBT nazionali hanno indetto una manifestazione nazionale capillare nelle principali piazze italiane, sabato 23 gennaio. L’evento su facebook SVEGLIA MILANO – E’ ora di essere civili ha già raccolto quasi 5000 partecipanti. Esserci è un dovere che parte dalla vostra coscienza.

sveglia milano INFORMAZIONI UTILI

Fb: SVEGLIA MILANO – E’ ora di essere civili

 

#PiccoliParenti

Anche il Teatro Franco Parenti dedica questo weekend alle famiglie inaugurando un ciclo di spettacoli dedicati ai più piccoli. Sabato 23 gennaio, la Sala Grande del teatro, ospita “Biancaneve” della Compagnia La Baracca di Bologna. Un’ottima occasione per dedicare un pomeriggio ai propri figli.

biancaneve HD_02

INFORMAZIONI UTILI

BIANCANEVE ore 15.00 Teatro Franco parenti Via Pier Lombardo, 14 Biglietto unico 10€

#International

Alla Fondazione Prada si parla di famiglia con un premio Oscar, Alejandro González Iñárritu e la rassegna Flash Mind and Spirit. Una selezione di 15 film gratuiti che parlano di emozioni, in grado di provocare appetiti che non sapevate di avere

FLESH, MIND AND SPIRIT

INFORMAZIONI UTILI

FLESH MIND AND SPIRIT dalle 11.00 alle 17.00 fondazione Prada Largo Isarco, 2 Ingresso gratuito con prenotazione

 

#agronoMI

Al via alla 4° edizione di Agriturismoinfiera, la rassegna dedicata alle aziende agrituristiche italiane. Oltre 250 gli agriturismi in mostra in una vetrina aggiornata e completa di offerte specializzate, una risposta concreta a tutti i bisogni di chi ama il turismo verde, dal lusso al low-cost. Tanti gli eventi pensati per le famiglie.

Agriturismo in fiera INFORMAZIONI UTILI

AGRITURISMO IN FIERA sabato 23 e domenica 24 gennaio 2016 Parco Esposizioni Novegro Dalle 10 alle 19 Biglietti 10 euro

 

#RadicalChic Domenica 24 torna al Lambrate design District l’East Market. Il mercato più amato dai trend setter milanesi. Perdersi per scovare rari pezzi vintage o nuove creazioni di giovani stilisti emergenti, è tanto appassionante quanto faticoso. Niente paura: all’East Market sono numerosi i punti di ristoro in perfetto stile Candem Town. Dj set e birra a volontà sono di regola.

east-market-milano

INFORMAZIONI UTILI

EAST MARKET Via privata Giovanni Ventura 14/15 dalle 10.00 alle 21.00 Ingresso gratuito

 

Buon weekend!

- Serena Savardi -

Pubblicato in Lifestyle
Venerdì, 22 Gennaio 2016 01:14

Bella e perduta e altri Pulcinella al MIC

Dal 22 al 30 gennaio, presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta BELLA E PERDUTA E ALTRI PULCINELLA, una rassegna dedicata alla celebre maschera napoletana.

Chi è Pulcinella? Un uomo, un demone o un dio? Che cosa si nasconde sotto la sua maschera nera?

Apre la rassegna Tutti i Pulcinella di Emanuele Luzzati e Giulio Gianini, cinque cortometraggi realizzati tra il 1959 – 1985, che hanno come protagonista il personaggio di Pulcinella.

In programma uno dei migliori film della stagione, Bella e perduta di Pietro Marcello, un documentario abilmente travestito da film di finzione, una fiaba morale, un viaggio nell’Italia contemporanea alla ricerca del senso più profondo della nostra identità nazionale, sempre più confusa e inconsapevole.

Certo non poteva mancare Il viaggio di Capitan Fracassa, commedia in costume diretta da Ettore Scola che vanta un cast stellare e che racconta la storia di una compagnia di comici in viaggio dalla Spagna a Parigi fra intrighi amorosi. Una delle migliori interpretazioni di Massimo Troisi. A completare il programma, un film d’animazione interamente italiano, Totò Sapore e la magica storia della pizza, un’avventura ambientata in una Napoli settecentesca dove un ragazzotto squattrinato sogna di diventare chef ma passa le sue giornata a canticchiare per la città insieme al suo amici Pulcinella.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Venerdì 22 gennaio h 17 Tutti i pulcinella (Emanuele Luzzati e Giulio Gianini, Italia, 1959 – 1985, animaz., 30’) Cinque cortometraggi di Luzzati e Gianini realizzati tra il 1959 – 1985 che hanno come protagonista il personaggio di Pulcinella.

h 18.00 Bella e perduta (Pietro Marcello, Italia, 2015, 86’ con Sergio Vitolo e Gesuino Pittalis) Un film visionario sull’Italia di oggi vista dagli occhi di un Pulcinella inviato dalle viscere del Vesuvio per salvare dal macello il bufalo Sarchiapone (voce di Elio Germano).

Sabato 23 gennaio h 16.00 Totò Sapore e la magica storia della pizza (Maurizio Forestieri, Italia, 2003, animaz., 80’) Totò Sapore sogna di diventare un grande chef, ma passa le giornata a cantare per le strade di Napoli con il suo amico Pulcinella.

Domenica 24 gennaio h 17.15 Bella e perduta (Pietro Marcello, Italia, 2015, 86’ con Sergio Vitolo e Gesuino Pittalis) Replica

Martedì 26 gennaio h 17 Il viaggio di Capitan Fracassa (Ettore Scola, Italia, 1990, 130’ con Massimo Troisi e Claudio Amendola) Ricreando le atmosfere e i costumi del Seicento, Ettore Scola dirige un cast stellare in una commedia che racconta il viaggio di una compagnia di comici dalla Spagna a Parigi.

Venerdì 29 gennaio h 19.00 Bella e perduta (Pietro Marcello, Italia, 2015, 86’ con Sergio Vitolo e Gesuino Pittalis) Replica

Sabato 30 gennaio h 16.00 Tutti i pulcinella (Emanuele Luzzati e Giulio Gianini, Italia, 1959 – 1985, animaz. 30’) Replica

INFO

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cinetecamilano.it T 02 87242114

 

Pubblicato in Cultura
Martedì, 19 Gennaio 2016 23:47

ELEONORA DANCO in scena al teatro NO'HMA

Doppio appuntamento, il 20 e il 21 Gennaio, allo Spazio Teatro NO'HMA, dove Eleonora Danco reciterà due suoi testi: "Intrattenimento Violento" e "Squartierati".

In “Intrattenimento Violento” l'autrice si ispira a Roma e alla vita in città per presentare agli spettatori un insieme di personaggi estremi, folli, drammatici, divertenti: monologhi, dialoghi, poesie che, in questa versione ripensata appositamente per NO'HMA, vedono l'attrice da sola sul palcoscenico a interpretare i diversi personaggi.

La scrittura dei testi - editi e inediti - oscilla tra l'italiano e lo slang romano, alternando ritmi comici e popolari a momenti commoventi.

Anche in “Squartierati” la città diviene luogo d'ispirazione per un racconto fisico, carico di tensione, in cui il protagonista vaga per i vicoli di un quartiere storico di Roma, immerso tra voci che provengono dalla strada, immagini e ricordi, realtà e astrazione.

Il risultato finale è uno spettacolo intriso di vitalità e umanità. La realtà quotidiana osservata e scavata attraverso un linguaggio poetico che rende omaggio al tema della "Bellezza", filo conduttore della straordinaria stagione del teatro di Via Orcagna.

Eleonora Danco si conferma ambasciatrice di un teatro fisico e d'impatto ma anche una abile scrittrice e interprete di storie crude e piene di illuminazioni improvvise. I suoi testi per il teatro sono stati raccolti alcuni anni fa nel volume "Ero purissima" (edito da Minimum Fax).

Come attrice ha lavorato tra gli altri, con Nanni Moretti, Marco Bellocchio, Michele Placido, Pupi Avati, Vittorio Gassman, Gigi Proietti, Gabriele Muccino. "N-Capace" è il suo primo film scritto, diretto e co-interpretato.

 

"Intrattenimento Violento" e "Squartierati" di e con Eleonora Danco Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro Via Andrea Orcagna, 2 - 20131 Milano

INFO: Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti. Si consiglia di prenotare tramite telefono o via mail: 02.45485085/02.26688369 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Pubblicato in Cultura
Martedì, 19 Gennaio 2016 18:18

55: l'arcipelago dell'aperitivo

Un’ex deposito ferroviario, un ricco buffet gourmet, mille metri quadrati gestiti da un personale giovane e dinamico. Questi gli ingredienti dell’aperitivo al 55. Il locale di via Piero della Francesca 55, in cui si erge un scenografico bancone cubano in legno di noce del 1927 e illuminato da un imponente lampadario dello stesso periodo, giunge al suo primo compleanno con grandi soddisfazioni.

55

L’aperitivo è dalle 18 alle 22.30 ed è il momento clou della serata per varietà e qualità. Nelle sei “isole di degustazione” vengono servite specialità gastronomiche calde e fredde. La serata si trasforma poi in un dopocena lounge con musica dal vivo, serate a tema e spettacoli, dal jazz ai djset.

55-milano

Ma il 55 o Fifty Five, si è guadagnato una buona nomea soprattutto grazie alla sua carta dei cocktail ricercata, raffinata e capace di rivisitare la tradizione dal IL MILANESE: Martini rosso, china Martini, soda, menta e scorza di limone al PIMM’S N1: 4cl Pimm’s, Ginger ale, cetriolo. E per gli astemi consigliamo lo SHIRLEY TEMPLE un infusione di Ginger Ale e sciroppo di granatina.

drink 55 INFORMAZIONI UTILI:

Programmazione 55

Martedì: serata jazz con il sassofonista Giovanni Bergonzi Mercoledì: serata Expo Evolution: un’aperitivo internazionale con tutte le cucine del mondo Giovedì: live music Venerdì e sabato: djset a cura dei resident Paolo Della Croce e Luca Beni, previsti dj guest Domenica : Domenica dalle 12 alle 15,30

 

Pubblicato in Food

Tratto dal romanzo di Lucy Maud Montgomery, verrà prodotta quest'anno dall'inglese CBS. La messa in onda è prevista per il 2017

"Anna dai capelli rossi", celebre serie animata degli anni 80 tornerà sul piccolo schermo. Questa volta però i personaggi saranno attori veri. L'emittente inglese CBS produrrà una serie tv che verrà trasmessa nel 2017. Sarà tratta dal romanzo di Lucy Maud Montgomery, pubblicato nel 1908, diventato in breve tempo un grande classico della letteratura per ragazzi.

Il romanzo, noto anche come "Anna dei tetti verdi" (dal titolo originale "Anne of Green Gables"), ebbe ben sette successori in cui la scrittrice canadese continuò la storia della protagonista Anne Shirley.

Scritta da Moira Walley-Beckett ("Breaking Bad", "Pan Am"), la serie racconterà della giovane ragazza dai capelli rossi che, dopo un'infanzia vissuta in orfanotrofio, viene mandata per errore a vivere a casa di una signora sola e di suo fratello.

Il cartone animato, prodotto dalla Nippon Animation per un totale di 50 episodi, fu trasmesso per la prima volta in Giappone nel 1979. In Italia arrivò nel 1980.

Pubblicato in Cultura
Martedì, 19 Gennaio 2016 14:41

David Bowie allo Spazio Oberdan

A meno di un mese dalla sua morte David Bowie, schizzato in vetta alle classifiche musicali di tutto il mondo, approda anche al cinema. Presso lo Spazio Oberdan di Milano, infatti, dal 5 all’11 febbraio la Fondazione Cineteca Italiana presenta David Bowie: artista universale , un omaggio cinematografico alla rockstar più eclettica del Novecento. Icona dell'ambiguità sessuale e della trasgressione, fu più volte chiamato ad interpretare grandi storie.

David Bowie e Ryūichi Sakamoto David Bowie e Ryūichi Sakamoto

Un viaggio attraverso la carriera del pioniere di un genere musicale a metà tra pop art e glam rock, dagli anni ’70 ad oggi. La rassegna mixa pellicole di culto come Miriam si sveglia a mezzanotte, film horror la cui colonna sonora incede tra musica colta e punk rock, Furyo, in cui David Bowie collaborò con la rockstar giapponese Sakamoto, e Noi i ragazzi dello zoo di Berlino, storia vera di Christiane F., tredicenne inghiottito e vomitato dalla Berlino in delirio eroinomane.

David Bowie in "Christiane F. - Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino" David Bowie in "Christiane F. - Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino"

Ma anche GigolòAbsolute beginners, e L’ultima tentazione di Cristo, il vangelo secondo Scorsese passato alla storia come il "film che ha scandalizzato il mondo".

Nell'ambito dell'omaggio alla rockstar saranno proiettati anche due documentari biografici: David Bowie – Sound and Vision di Rick Hull, che individua il trasformismo come l’autentico lievito che ha dato alla sostanza artistica di Bowie il senso di un vagabondismo culturale, e David Bowie – Serious Moonlight, il film live dello show tenutosi il 12 settembre 1983 al Pacific National Exhibition Coliseum di Vancouver.

Davide Bowie - Serious Moonlight Davide Bowie - Serious Moonlight

A chiudere la kermesse lo Spazio Oberdan da lustro anche alla prole di David Bowie proiettando il film direto dal figlio Duncan Jones, Moon. Una pellicola fantascientifica ben costruita e ricca di citazioni a grandi classici come classici come 2001: odissea nello spazio e Blade Runner, in cui l'elemento fantastico sta tutto nell'immaginazione dello spettatore.

"Moon" un film di Duncan Jones Bowie "Moon" un film di Duncan Jones Bowie

INFORMAZIONI UTILI

Per scaricare il programma completo della rassegna Fondazione Cineteca Italiana - Spazio Oberdan

viale Vittorio Veneto 2, Milano

02.7740 6302

- Serena Savardi -

Pubblicato in Cultura
Mercoledì, 20 Gennaio 2016 11:07

THE ROCK CITY. Omaggio a David Bowie

A pochi giorni dell’improvvisa scomparsa del Duca Bianco, THE ROCK CITY, la mostra in corso alla Hernandez Art Gallery, proroga il suo termine al 30 gennaio, per esporre oltre 150 fotografie, che ritraggono David Bowie principalmente durante le sue tournée italiane, accompagnate dai video “Lazarus” e “Black Star”.

L’intera esposizione vuole essere un omaggio alla città di Milano nel suo periodo Rock, quando le star vivevano le strade meneghine come palcoscenici di uno straordinario spettacolo, quale è stato il periodo a cavallo tra gli anni Ottanta e i primi duemila.

Angelo Radaelli, Bruno Marzi, Gigliola Di Piazza e Massimo Barbaglia, sono gli occhi della città, coloro che ogni sera uscivano alla ricerca di suoni, balli, sguardi e divertimento tra i locali meneghini. Testimoni di un periodo ormai passato ed irripetibile, raccontano nei loro scatti la musica e la magia che ha avvolto le strade di Milano.

Fotografie autentiche, senza fronzoli, momenti ufficiali e ufficiosi. Sui palcoscenici la luce è soffusa, l’audio perfetto; che ci si trovi all’interno di un club jazz, di uno dei templi della musica, o di un teatro, l’atmosfera è esattamente quella trasmessa, nessuna patinatura travisa ciò che effettivamente è stato.

Madonna si aggirava per via Montenapoleone con Naomi Campbell, nei ristoranti cenavano Prince, Peter Gabriel, Sting, di fronte ad un microfono, o con disinvoltura per le strade, si trovavano Patti Smith, Fabrizio De Andrè, Frank Sinatra, Elton John, Woody Allen, Aerosmith, Liza Minelli, Skunk Anansie, Annie Lennox, Withney Huston e molti altri, personaggi dall’anima rock che hanno costruito un pezzetto di storia. Questa era Milano, the Rock City.

 

Francesca Bottin

THE ROCK CITY fino al 30 gennaio 2016 presso Hernandez Art Gallery a cura di Luigi Pedrazzi e co-prodotta da Arteutopia e Clarart Lun – Ven: 10.00 – 19.00 Sab: 11.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00 Ingresso gratuito

Pubblicato in Lifestyle

Per la prima volta in Italia, fino al 31 gennaio 2016, una raccolta di oltre cento fotografie a colori di Daido Moriyama, il maestro giapponese noto principalmente per i suoi scatti in bianco e nero. Ad ospitare la mostra, “Daido Moriyama in Color” a cura di Filippo Maggia, la galleria Carla Sozzani.

Stimato in tutto il mondo per la sua graffiante, sovente sgranata fotografia in bianco e nero, dalla fine degli anni Sessanta è andato spiccando dapprima in Giappone e successivamente in ambito internazionale, come il primo vero sguardo rivoluzionario sulla società nipponica. Il 1969 è l’anno in cui Moriyama pubblica sulla rivista Provoke “Eros” il resoconto di una notte con un’amante in una stanza d’albergo, e la serie interamente realizzata in un dragatore di Aoyama mentre fuori divampava la protesta giovanile.

Oggi, a distanza di cinquant’anni Moriyama presenta il suo lavoro a colori alla Galleria Carla Sozzani. Daido Moriyama in Color include una selezione di 130 fotografie inedite, realizzate tra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Ottanta, anni decisivi per la formazione dell’artista.

La strada, sfondo prediletto del fotografo giapponese, è il tema centrale del lavoro di quegli anni, periodo storico particolare per il Giappone che, dopo la ricostruzione e il boom economico che seguirono la fine della seconda guerra mondiale, si trovò a vivere e affrontare l’occupazione americana e poi la contestazione studentesca, sull’onda di quanto succedeva in Europa e negli Stati Uniti.

Affascinato dalle esperienze della beat generation e in particolare dalla lettura del capolavoro di Jack Kerouac, “Sulla Strada”, il trentenne Moriyama inizia allora il suo solitario e interminabile  cammino, un viaggio infinito rivelato dalle immagini.

Immagini di un Paese che vive in bilico fra tradizione e modernità, di cui Moriyama, attraverso fotografie non convenzionali, cerca di carpire significativi frammenti di realtà, utilizzando in maniera anarchica la macchina fotografica. Oltre alla strada, ai vicoli bui e stretti che ancora oggi si celano appena dietro le grandi arterie che attraversano Tokyo, oltre ai locali, ai ritratti di moto e automobili americane di grossa cilindrata, agli scatti dei poster di divi americani ed europei, si distinguono in mostra i nudi femminili.

Info:

Galleria Carla Sozzani, corso Como 10, Milano. fino al 31 gennaio 2016 Orari: tutti i giorni, 10.30 – 19.30; mercoledi e giovedì, 10.30 –21.00 Contatti: tel. +39 02.653531

 

[gallery ids="49435,49436,49434"]

 

Pubblicato in Cultura
Pagina 4 di 245

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.