CHIAMACI +39 333 8864490

Kasabian live al Mediolanum Forum di Assago|||||

Tanta attesa per il live dei Kasabian - la band di Leicester - attiva nel panorama musicale da ben dieci anni, che suonerà al Mediolanum Forum di Assago, Milano.

|||

Finalmente l'amato cantautore italiano Biagio Antonacci ritorna a Milano al Mediolanum Forum di Assago con tre appuntamenti live, davvero, imperdibili!

La camicia bianca rimane un classico intramontabile, un capo che non passa mai di moda e che la stilista lituana Indra Kaffemanaite, art director del Balossa White Shirt, rivisita continuamente in chiave moderna, versatile ed elegante.

Balossa White Shirt, nato due stagioni fa ed oggi in forte crescita, mira a reinventare un capo così classico, dandogli una nuova espressione di contemporaneità e di tendenza. La camicia bianca è sicuramente sinonimo di semplicità, comodità, originalità ed eleganza e Indra Kaffemanaite, vuole permettere a questo capo di vestire una donna che vive la moda in modo innovativo.

Indra Kaffemanaite ha ideato una collezione Primavera/Estate 2016 in cui reinterpreta i canoni tradizionali con tecniche e costruzioni all’avanguardia, che danno vita a ventisei camicie, adatte a donne che amano osare e spiccare.

Lo stile di Balossa è caratterizzato da giochi di volumi, dettagli audaci, linee grafiche, tagli a sbieco, asimmetrie, drappeggi e ruches. In questa collezione il colletto e le maniche non saranno mai dove vi aspettate di trovarli, in linea con la filosofia di Balossa: “Niente regole e abitudine.”

La designer Indra Kaffemanaite confeziona abiti da quando aveva solo vent’anni, prima ancora del suo trasferimento in Italia, avvenuto nel 2005, che le ha permesso di studiare presso l’istituto per modellisti di Carlo Secoli a Milano e di lavorare per i più grandi nomi della moda come Iceberg, Maurizio Pecoraro, Giambattista Valli e molti altri.

Quest’anno, presenta una collezione dove la manica diventa cintura, la camicia diventa un abito o una canotta, o addirittura una tuta, espressione della libertà di giocare con pregiati e freschi cotoni italiani in un perfetto stile italo-giapponese.

Oltre al bianco, la collezione di Balossa presenta riflessi sui toni dell’azzurro e del rosa, così ogni camicia diventa un must da indossare in diverse occasioni, sopra a jeans, gonne, pantaloni morbidi, shorts o addirittura come se fossero degli abiti.

La camicia bianca non smette mai di stupirmi. E' l'indumento più pratico, facile, sexy e rilassato che ci sia, al quale voglio dare una nuova vita e un'espressione contemporanea,” afferma Kaffamanaite, che in questa collezione è riuscita appieno nel suo intento.

Per la sua creatività e per il grande spirito innovativo, Balossa ha vinto il premio Inside White nell’edizione di Settembre 2015, che gli è stato assegnato da Izumi Ogino, designer della Maison Anteprima, conquistato dai tagli e volumi in perfetto stile italo-giapponese.

[gallery ids="47047,47048"]

Info: Indra Kaffemanaite per Balossa White Shirts www.balossashirt.com

Letterpress Workers International Summit è un meeting internazionale di tipografia, che avrà luogo dal 3 al 7 giugno 2015 a Milano. Un raduno annuale di designer e tipografi provenienti da Europa e America Latina, dove i partecipanti lavorano insieme su un tema comune, condividendo le proprie conoscenze e competenze. In poche parole: un social network fisico. Il Letterpress Workers International Summit è partito nel 2012 a cura dell’Officina Tipografica Novepunti e, dal 2014 si tiene presso lo Spazio Pubblico Autogestito Leoncavallo .

Il tema di quest’anno riguarda le danze e le musiche popolari. Durante il giorno più di 30 designers stamperanno le loro tradizioni musicali mentre la sera le balleranno. Saranno 4 giorni intensi di stampa, conferenze, workshop e balli sfrenati.

Molto interessante è il laboratorio per bambini organizzato da ABiCiDi. La danza è movimento, è espressione, colore, ritmo e divertimento. Lo stesso avviene nella tipografia e nel suo cuore pulsante chiamato alfabeto. Il laboratorio offre uno spazio fisico e mentale nel quale il bambino può sperimentare e giocare liberamente con i caratteri mobili in legno.

Il 6 giugno alle ore 11, ABiCiDi ha pensato ad workshop per bambini: Cartoline di Carattere. Le lettere sono dei segni, dei disegni che ci permettono sia di formare delle parole, sia di creare nuove forme, immagini e mondi ad essi correlati: il carattere e la stampa diventano nuovi mezzi espressivi. Il laboratorio è riservato ai bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni.

Il tema è quello di risolvere la monotonia che spesso mettiamo nella creazione di biglietti d’auguri di compleanno e cartoline che raccontano i ricordi delle vacanze. Esprimere un sentimento vero non è facile, ma le lettere possono essere utili sempre. Se non si ha la parola giusta, si può far diventare la M un’onda, MM il mare, VV rovesciate un albero di Natale e CC un abbraccio. Insomma, largo alla fantasia!

Durante il laboratorio, i genitori al seguito verranno accompagnati da Officina Novepunti in tour tra i tipografi.

L’evento è a cura di ABiCiDi, Spazio Bk, 9PT.

Costo 10 euro

Per info e prenotazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito: http://www.letterpressworkers.net/

 

[gallery type="rectangular" ids="43062,43061,43060,43059,43058,43057,43055"]

|||||

Domenica 29 marzo 2015, lo splendido loft di Killer Kiccen in Via Pestalozzi 10 ospiterà la seconda edizione de Il Mercato Nero, che proporrà al pubblico nel corso di un evento lungo 12 ore una vasta selezione di giovani designer e brand emergenti, una serie di mostre e workshop ed una ricca line-up musicale.

 

Il Mercato Nero è un luogo dove oggetti incredibili si nascondono dietro l'angolo e, di tanto in tanto, una scintilla di follia può infiammare l'atmosfera, dando vita a scambi e incontri inaspettati. In questo dedalo di stand troverete le eccellenze emergenti della manifattura locale, una collezione di artisti dell'handmade capaci di abbinare talento, controversia ed eleganza organicamente. Aspettatevi di essere sorpresi, stupefatti o meravigliati.

 

Un innovativo market-place dove la fantasia non si nasconde, ma si manifesta. Un’asse su cui si dipanano incontri e scambi, un universo parallelo dove la creatività prende la forma di oggetti unici, e la ricerca porta sempre a una favolosa scoperta. Come il nero racchiude in sé tutti i colori, questo nuovo market-place porta alla luce le molteplici sfumature della creatività e del divertimento.

 

Con l'arrivo della primavera, diamo vita ad un happening dove il talento di giovani creativi, il culto della manufattura e l’idea di wunderkammer - una collezione di oggetti curiosi, esotici, sorprendenti - si mescolano con la musica, la performance e i sapori della buona cucina. Si aprono ufficialmente le porte di un’incredibile location in zona navigli che é già di per se una stanza delle meraviglie, per una giornata tra shopping, food, musica, workshop, mostre e divertimento.

 

Costo d’ingresso al pubblico 5 euro, dalle 17 a mezzanotte.

Dalle 12 alle 17 sull’ingresso sarà applicato un bonus di 2 euro 'buyback' scontabili da un eventuale acquisto.

 

more info:

3498941305 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.https://www.facebook.com/events/1383174635335250/

 

 

Piacevole scoperta nel panorama culinario milanese, il sushi restaurant e pasticceria Basara saprà sorprendervi con le sue specialità, dalla colazione alla cena.

La filosofia del locale, è insita nel suo nome. Basara, infatti, indicava chi non si conformava agli usi e ai costumi del tempo, ma ricercava uno stile di vita personale. Ed è proprio questo che caratterizza il ristorante.

Accanto ai due proprietari Daniele Migliarese – professionista della logistica e dei servizi – e Hirohiko Shimuzu, cuoco giapponese dal curriculum invidiabile, si unisce il genio di Andrea Langhi, architetto famoso per aver disegnato alcuni dei locali più famosi di Milano, come il G Lounge, il Toqueville, il Deseo e il Luminal.

Con Basara Langhi dimostra per l’ennesima volta la sua creatività, dando vita al primo locale trasformabile della città, attraverso un gioco di pannelli scorrevoli e arredi mobili.

Per quanto riguarda il menù, Hiro si conferma un ottimo interprete della cucina salata e propone ricette che affondano nelle radici della cultura giapponese, reinterpretando i piatti con un tocco italiano. Oltre ai meravigliosi sushi, sashimi, temaki, hosomaki e uramaki si possono gustare piatti caldi intriganti come il Tonno scottato in crosta di lardo di Colonnata con salsa miso e succo di limone giapponese o l’imperdibile Branzino cileno Saiko-Yaki.

Prezzi: dai 35€

 

Basara Sushi e Pasticceria

Via Tortona 12 02/83241025 www.basaramilano.it

 

Orari

lunedì – venerdì: 7.30 – 15.30 / 19.00 – 00.30 sabato: 8.30 – 15.30 / 19.00 – 00.30 domenica: chiuso

 

Basara

Corso Italia, 6 02/72020141

Orari

lunedì – sabato: 12.00 – 15.00 / 18.30 – 00.30 domenica: chiuso

 

[gallery type="rectangular" ids="38831,38832,38833"]

Giovedì 22 gennaio negli spazi della Galleria Rossini di Milano, si terrà la quarta edizione del progetto "Ri-definire il Gioiello" curato da Sonia Patrizia Catena: una mostra itinerante nata con l’obiettivo di valorizzare le diverse espressioni del gioiello contemporaneo, riunendo in diverse gallerie milanesi artisti, orafi e designer dalla differente cifra stilistica e appassionati di originali soluzione creative, diventata ormai occasione d’incontro a tutti gli effetti per gli amanti dell’arte e del gioiello. Sin dal primo appuntamento e nei successivi incontri, la curatrice dell'evento, nella cornice di gallerie e spazi di design, ha voluto e vuole lanciare il messaggio che il gioiello può entrare a pieno titolo anche nell'arte contemporanea.

In questa occasione “Ri-definire il Gioiello” avrà come tema centrale i cinque sensi: il gioiello come gusto, vista, olfattotatto e udito. Attraverso aromi, profumi, suoni, colori e nuove texture, i sensi saranno raccontati da 40 gioielli, interpreti a loro volta dell'estetica contemporanea tramite la ricerca di materiali innovativi e sperimentali, frutto di un processo creativo dove il valore aggiunto lo fa l’idea.

“Ri-definire il Gioiello” è una realtà creativa in continua crescita che vede impegnati sempre più professionisti del settore per rinnovare la nozione di ornamento tradizionale e farne una forma d’arte autonoma, ed è un progetto ormai consolidato, grazie alla collaborazione di numerosi partner.

In mostra: Ballabio Malvina, Bezerra Màrcia, Bosio Olar Slobodanka, Bruni Michela, Casati Loriana, Catalano Erminia, Cerasoli Danila&Carbone Bernarda, Chimajarno (Trentin Chiara), Del Gamba Agnese, Eandare (Giovanninetti Lucilla), Ercolani Sandra, E-vasiva, Fenili Antonella, Finny’s Design (Vitali Alessandra), Forte Laura, Fragiliadesign (Di Virgilio Francesca), Garbin Mara, Ghilardi Eleonora, Giardinoblu, Giuffrida Lorena, Lacerenza Carmela, Lanna Elisa, Leek (Porro Francesca), Liscia Micaela, Lovisetto Leonia, Maracanta (Bombardelli Lorena), Meri Macramè Gioielli (Iotti Marisa), Mia Gioielli Contemporanei (Sanfilippo Simona), Monguzzi Giovanna, Monti Arduini Olivia, Palmas Loana, Renzulli Alessandra, Rocco Maddalena, Rombolà Rosalba, Rossi Elena, Rotta Monica, Sala Alex, Soria Antonella, Volpi Laura, Wire Dèco Design (Minelli Fabiana).

 

dal 22 al 24 gennaio

IV Edizione di "Ri-definire il Gioiello" I 5 sensi raccontati da 40 gioielli

Galleria Rossini Viale Monte Nero 58, Milano

Orari: Inaugurazione giovedì 22 gennaio alle ore 18.00 da martedì a sabato: 10 - 19

L’ultima mostra itinerante si terrà dal 7 al 13 febbraio 2015 presso lo Spazio E, Alzai Naviglio Grande a Milano.

www.ridefinireilgioiello.com

 

[gallery type="rectangular" ids="35899,35895,35897,35896,35898,35894,35893,35892"]

Dall'11 al 13 Aprile, 10 designer, 20 blogger e uno spazio.

 

 

In occasione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, Nerospinto in collaborazione con Deuda Vintage&events presenta il collettivo di Designer Space to wear. 

10 giovani designer che mixano tra loro Arte, Moda e design con l’obbiettivo di creare nuovi spazi da indossare o da vivere in maniera coinvolgente attraverso la cura e la ricerca dello stile, in cui la cultura e la creatività veda il suo compimento nel creare uno spazio diverso.

Da far da cornice un’eclettica location di 350 mq: legno, ferro, resina e cemento quali elementi che contraddistinguono precise scelte architettoniche e stilistiche nel delineare un suggestivo spazio post-industriale. Un “contenitore” in cui immergersi ed essere contaminati dall’estro dei designer che nell’esporre, vendere e progettare avranno modo di comunicare e fare così apprezzare il loro concetto di bellezza avvolti da un’atmosfera musicale con live acustici, sorseggiando un cocktail nel lounge bar o assaporando pietanze gourmet al ristorante.

Space to Wear è convinto che non ci sia differenza tra vestire una persona e arredare una casa. Per questo motivo seleziona designer che combinano Arte, Moda e Design. Il primo appuntamento di questo nuovo format non poteva che avere luogo a Milano, durante la fiera del Salone del mobile.

L'elenco degli espositori:

- B-OLD-Battistina Penazzo-CAMPOLONGO MAGGIORE (VENEZIA)

- PATA DESIGN-Patrizia Maule-TRISSINO (VICENZA)

- IN MY VINTAGE ROOM-Marisol Cappetti, Andrea Corsi-BORGO SAN LORENZO (FI)

- ATELIER ROSE-Dea Rose-LUCCA

- NONNO CELESTINO-Valentina Piccirillo, Francesco Bruni-TAVARNELLE VAL DI PESA (FI)

- SIGNORINA FELICITA-Francesca Zanfrognini, Monica Ropa-MODENA

- ANDREA VERDURA ft QUINCY TORINO-Andrea Verdura-FUCECCHIO (FIRENZE)

- MINAS-Cecilia Isola-CASOLA VALSENIO (RA)

- RELOOKER-Federica Fabbri-FORLI'

- KM KARINA MARCELA-Karina Marcela Ciancimino-EMPOLI (FI)

LIBRERIA - HAPPY BOOKS - FABIO CALEFFI - MODENA

 

Non perdetevi un'occasione d'incontro di diversi mondi: design, moda, cultura, food e arte si uniscono per tre giorni pieni di sorprese!!

 

 

 

SPACE TO WEAR @ THE ROOM

Via Giulio Romano 8 – Milano

Venerdì 11 Aprile 2014 dalle 17.00 alle  24.00 Sabato 12 Aprile 2014 dalle 17.00 alle 24.00 Domenica 13 Aprile 2014 dalle 12.00 alle 22.00

FREE ENTRY

Facebook: Space to Wear

 

Como e i Talenti… Como e il Fashion… Como e la giovane stilista Tiziana Mancarella.

Lei, giovane, timida…ma tanto grintosa e sorprendente. Uno sguardo fiero, due grandi occhi scuri e lunghi capelli neri. Un’anima rock…

Ho conosciuto Tiziana Mancarella due anni fà dopo averla scoperta online e in questi anni ho avuto modo di seguirla sui social dove racconta delle sue collezioni moda, dei suoi viaggi a Londra a fare ricerca…delle sue creazioni. Ricerca, sperimentazione,  originalità e un pizzico di trasgressione. Definirei così lo stile di Tiziana. Uno stile che trasmette una forte passione per lo streetstyle e per il british style.

L’ultima collezione di Tiziana Mancarella prende così spunto dallo street style londinese con un qualche richiamo al mondo dei biker. Gli abiti della collezione sono grintosi così come chi li indossa…Un animo punk rock, duro e deciso! Prevale il nero e l’ecopelleche Tiziana ama in molto particolare. Tutte le sue collezioni hanno come protagonista questo materiale che la giovane stilista declina in più modi possibili creando abiti molto particolari: dai giubbotti agli short fino agli abitini. I capi hanno linee semplici, lineari e minimal nonostante lo spirito punk e ribelle di tutta la nuova collezione.

Ogni collezione di Tiziana Mancarella vive del suo stile e del suo approccio al mondo. Uno stile minimale, deciso e total black.

 

www.tizianamancarella.com

 

|||

Oggi, Nerospinto vi presenta un giovane e promettente Fashion Designer!

Stefano Lo Muzio nasce a  Taranto nel 1990, ma vive a Milano da quando ha compiuto 18 anni. Si trasferisce nella città meneghina per seguire gli studi giuridici, ma si iscrive al corso di Fashion Design dello IED Moda Lab di Milano spinto dalla sua passione per la moda. Fin dal primo anno mostra tutto il suo talento, iniziando a lavorare a progetti esterni con aziende leader del settore.

A Marzo del 2010 esce il suo primo lavoro: un progetto in collaborazione con i più grandi brand di denim in Italia per realizzare sculture di jeans con lavorazioni interamente artigianali e d’avanguardia. Lo abbiamo visto esposto alla  Rinascente di Milano, ed è stato poi esportato anche e in quelle di Palermo e Cagliari, nei mesi successivi.

Da qui, l’inizio di tutto: ad aprile, porta la  sua prima creazione donna sulle passerelle di Cosmoprof Worldwide Bologna in occasione dell’evento organizzato per il trentesimo anniversario di Alfaparf e , tra il 2010 e il 2011, espone il suo primo accessorio, in occasione della mostra internazionale VestiTi!, a Cagliari.

Ad ottobre 2010, partecipa e vince un concorso per designer professionisti che gli offre l’opportunità di realizzare una collezione di calzature e accessori in pelle per il marchio CorsoComo. La capsule sfila a Mosca a Febbraio 2011, il primo giorno della Fashion Week, raccogliendo grandi consensi del pubblico e della stampa. Dopo questa fortunata esperienza, si susseguono collaborazioni con Triumph International, Riga Fashion Week, Tom Rebl, Ritu Kumar, Kickers, Miryaki e Care Label, col quale partecipa al White Milano nell'edizione di Gennaio 2012 e inizia a guadagnarsi fans d’eccellenza, come l’artista Marina Abramovich.

Nel  2011 ha disegnato anche una sua collezione d'abbigliamento maschile, dai tratti minimal e dettagli ricercati e sofisticati, con una particolare attenzione sulle forme e sulla modellistica, che ha ricavato critiche molto positive dalla stampa internazionale.

Insomma, un artista poco più che ventenne che ha lavorato sodo per coltivare la sua passione e il suo talento, raggiungendo vertici d’eccellenza che sembrano destinati ad elevarsi sempre di più.

Un artista da non lasciarsi scappare, non dite che non vi avevamo avvisati!

Pagina 1 di 3

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.