CHIAMACI +39 333 8864490

|||||

La Festa di Cinema del reale alla sua 13esima edizione a Specchia

Torna la Festa di Cinema del reale, a Specchia, alla sua 13esima edizione, dove artisti, registi ed autori si uniscono per trasformare i vicoli di questa bel borgo italiano in un laboratorio cinematografico.

Torna da domani, 20 luglio,fino al 23 luglio, a Specchia, Lecce, la Festa di Cinema del reale, dove uno dei più bei borghi d'Italia, magicamente, si trasforma in un grande set di arti audiovisive e performative.

Giunta alla sua 13esima edizione, La Festa del Cinema del reale 2016 è una grandissima occasione per far nascere nuove idee e nuovi progetti, facendo incontrare pubblico ed autori, ma resta, soprattutto, una grande festa per gli occhi.

La Festa di Cinema del reale 2016 inizia domani, 20 luglio, e proseguirà fino al 23 di questo stesso mese a Specchia, in provincia di Lecce e, sotto la guida artistica del film-maker Paolo Pisanelli, è, a tutti gli effetti, una manifestazione che vuole celebrare il cinema documentario.
Tuttavia, La Festa di Cinema del reale è molto di più che un semplice festival che festeggia il cine-documentario, è, anche e soprattutto, una grande fornace di idee, di nuovi punti di vista e un laboratorio che vuole stimolare le capacità narrative degli artisti, animati ed accessi dalle miriadi di possibilità dell'immaginazione nascoste trae i vicoli, i parchi e le chiese del suggestivo borgo antico di Specchia.

Un evento tanto atteso che, ogni anno, dà nuova vita alla produzione cinematografica, ma, non solo, è una grande occasione anche per il pubblico, che conosce la straordinaria potenza di tale manifestazione. Infatti, moltissimi sono coinvolti e toccati da questo evento: dai cittadini che partecipano attivamente alla creazione del festival, ai giovani studenti o registi e persino i turisti che, con la loro presenza, diventano parte attiva di questa festa di sguardi sul mondo e su Specchia.
Ovviamente. i protagonisti indiscussi del festival restano gli artisti, produttori, registi e tutti coloro che lavorano e vivono all'interno del mondo del cinema, ma è inevitabile che la festa abbracci tutto il borgo e tutti coloro che lo popolano in questa bella estate.

Le parole chiave di questa 13esima edizione sono: voci, incanti, tradimenti, una triade che è la linea guida e di ricerca che intercorre in tutta la programmazione della Festa di Cinema del reale 2016.

L'ingresso alla feste è libero e, quindi, accessibile a tutti permettendo uno scontro e un incontro nuovo ed emozionante con il cinema e le sue mille sfaccettature. Un cinema che si fa in strada, che prende vita all'esterno, tra le case, i cortili e le chiese sconsacrate. Un cinema che guarda e studia i nostri luoghi quotidiani, che vive le nostre vite ed assapora la nostra routine, che attraversa periferie, fabbriche, ma anche isole e mari, raccogliendo memorie e storie, del presente, del passato e del futuro.
Nel nostro mondo dove le notizie si susseguono in un fiume incostante e incessante, dove i media costruiscono uno specchio della realtà deformato e deformante, per capire davvero ciò che ci circonda bisogna fermarsi ad osservare ed è uno dei principali scopi del cinema celebrato in questa festa.

Oltre a questo laboratorio a cielo aperto, parte integrante della Festa di Cinema del reale, avremo un susseguirsi di film-saggio, diari personali, film sperimentali, grandi reportage, film di famiglia e ancora molto altro, sullo schermo di Castello Risolo nel penultimo weekend di luglio. La novità di quest'anno, nella fitta programmazione che percorre trasversalmente la Festa di Cinema del reale, è una new entry, in piazzetta Sant'Oronzo, avremo una performance, “Lo schermo pazzo”, di frammenti filmici, sperimentazioni e ricerche, ma, non solo, anche film di grande successo internazionale.

Il fulcro della programmazione resta l'attenzione sui grandi autori italiani, recentemente premiati con le loro bellissime opere come: "87 ore"  della regista palermitana Costanza Quatriglio, Premio Speciale ai Nastri d’Argento 2016 e "Fuocoammare" di Gianfranco Rosi, Orso d’Oro al Festival di Berlino 2016. In ambito internazionale, invece, troveremo "Our last tango" (2016), firmato da German Kral, "Wanted"cinema ricercato con le proiezioni di Mavis! (2015) di Jessica Edwards,"Alla ricerca di Vivian Maier" (2013) di John Maloof e moltissimi altri ancora, tutti da scoprire.

Altro paese di cui la Festa di Cinema del reale non può non parlare è l'Albania, grande e nuovo protagonista di questa edizione del 2016 che si sta dimostrando un grande campo di scontro e incontro di idee e nuovi talenti. Alla Festa di Cinema del reale avremo l'occasione di assistere alla presentazione del film inedito "S.P.M.: Sue proprie mani "di Adrian Paci e Roland Sejko ed, ancora, l’inaugurazione del progetto AdriatiKinema/CinemAdriatico.

Ospiti internazionali di questa scoppiettante edizione saranno Emmanuel e Daniel Leconte de "L’homour a mort (Je suis Charlie)" e Ayat Najafi, regista di origine iraniana e autore di "No land’s song". All'interno della fitta programmazione del festival troviamo, più che classiche lezioni frontali aperte a tutti, degli appuntamenti informali compagnia dei registi, autori e produttori in un clima gioviale e accompagnati da gustose esperienze gastronomiche.

Incontri, dibattiti, conferenze, mostre, installazioni, proiezioni, eventi speciali e performance sono le caratteristiche uniche ed emozionanti di questa 13esima edizione della Festa di Cinema del reale a Specchia, che hanno un doppio scopo: dare visibilità e sostegno ad un cinema che non rientra nei mercati dei grandi network e nella grande distribuzione, ed esaltare la grande collaborazione tra la produzione italiana e quella internazionale con un'attenzione particolare e speciale ai bellissimi paesi del Mediterraneo.

Insomma un evento davvero interessante ed intrigante.
Non lasciatevelo scappare.

Serena Riva

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.