CHIAMACI +39 333 8864490

|||

La tre giorni di Olio Officina Festival al Palazzo delle Stelline di Milano

La festa annuale dell’oro verde torna al Palazzo delle Stelline di Milano. Interventi e degustazioni guidate per orientarsi tra le diverse tipologie di oli e le loro origini nel più grande evento al mondo dedicato all’olio.

Dal 31 gennaio al 2 febbraio 2019, al Palazzo delle Stelline di Milano, avrà luogo l’ottava edizione dell’annuale appuntamento con Olio Officina Festival. Il più grande evento al mondo dedicato all’olio e ai condimenti, creato e diretto dall’oleologo, scrittore, giornalista ed editore Luigi Caricato.

Il festival si presenta come una bussola per orientarsi tra le diverse tipologie di oli e le loro origini in uno scenario con una sperimentale progettualità comunicativa mai vista in Italia.
“Nostra signora pubblicità” è il tema di questa edizione che intende pubblicizzare l’olio e mostrarlo al vasto mondo dei consumatori sotto una vesta nuova e completamente inedita rispetto al passato. È tra nuovi e vecchi linguaggi che si inserisce un programma ricchissimo e molto articolato, consultabile sul sito ufficiale (www.olioofficina.com).

 

Tra le numerose opportunità da non perdere, vi segnaliamo alcuni interventi interessanti a cui partecipare e le sessioni di degustazione del programma “Saggi Assaggi”: degustazioni guidate dedicate al rapporto diretto con le materie prime. Per esempio, giovedì 31 Manuela Guatelli e Daniela Lauria (del Museo Guatelli) con Dario Cimorelli interverranno per presentare un unicum nel suo genere: una raccolta dove sono riuniti oltre sei mile contenitori per l’olio realizzati tra fine Ottocento  e prima metà del Novecento. Lo stesso giorno, Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani, converserà sul ruolo che Gabriele D’Annunzio ha avuto nella pubblicità. Presenterà “Oleum Vatis”: l’olio ottenuto dai 395 olivi della tenuta del Vittoriale.

 Venerdì 1 febbraio , invece sarà il turno di Vanni Codeluppi, autore, tra gli altri, anche del volume “Storia della pubblicità italiana”. Il sociologo renderà omaggio al genio e alla creatività degli italiani, ripercorrendo un secolo e mezzo di campagne pubblicitarie che sono passate alla storia nel nostro paese. A seguire, sabato 2 febbraio, Rosalia Cavalieri, professoressa di semiotica all’Università di Messina, interverrà sul tema “Il naso del marketing: la comunicazione olfattiva nei processi d’acquisto”. Venerdì 1 febbraio, insieme alla presentazione dello speciale “I pesci nuotano nell’olio” ci sarà anche una degustazione dedicata agli oli della Basilicata.

 Tra le degustazioni, da segnalare anche quella sulla versatilità degli oli liguri e le logiche degli abbinamenti (sabato 2 febbraio). Lo stesso giorno anche la degustazione, a cura di Roberto De Andreis, sulle olive da tavola. A seguire la sessione di assaggio dedicata agli oli del mondo: un viaggio tra Spagna, Grecia, Tunisia, Marocco, Turchia, Cile, Argentina, Australia, California e Giappone. Assolutamente da non perdere anche le sessioni di assaggio di oli in purezza (8 previste per venerdì 1 febbraio e 3, invece, per sabato 2 febbraio). Sono sessioni della durata di un’ora, iniziano alle 10 del mattino e sono riservate ad un massimo di 25 persone a lezione.