CHIAMACI +39 333 8864490

|||

Slow Music, Resistenza musicale e filosofia dell’etica

Presentato lo scorso mese presso il Politecnico di Milano, Slow Music è al contempo movimento di resistenza musicale e lotta al sistema che depauperizza la filiera della musica. Il movimento prenderà parte alla quindicesima edizione di Fa’ la cosa giusta!, che si terrà a Milano dal 23 al 25 marzo.

Prende le mosse da Slow Food il progetto che porta la firma di Claudio Trotta, produttore e promotore musicale, oltre che patron di Barley Arts – agenzia che in Italia cura la promozione di numerosi e importanti artisti come, ad esempio, Bruce Springsteen o Sting – , che lui stesso ha definito come resistenza e lotta verso un sistema che, sempre più, impoverisce la filiera della musica.

Ma Slow Music è più complessivamente un’iniziativa culturale che, al pari di Slow Food, impegnata nel ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce e in armonia con l’ambiente, intende diffondere la filosofia del giusto e dell’etico, rimettendo al centro dell’attenzione il pubblico e le sue esigenze, spesso calpestate da uno showbiz attento soltanto ai grandi numeri e non alle eccellenze. Come? Attraverso programmi di educazione e formazione legati alla musica, al fare musica, all’ascoltarla in profondità, alla gestione di progetti ed eventi del mondo musicale che condividano un giusto rapporto con i consumatori (considerati co-produttori).

Lentezza, dunque, come elemento fondante e bandiera di tutti quei movimenti (basti pensare a Slow Tourism, Slow Travel e Slow Medicine) che respingono un modello economico che non funziona come deve, che crea poveri e che concentra le ricchezze in mano a pochi. In questo caso, un sistema mondiale di produzione e vendita della musica e di organizzazione dei concerti.
L’industria della musica è cresciuta in maniera esponenziale – si legge nel manifesto del movimento –, finendo per adattarsi a ritmi vertiginosi, maniacali: la velocità è diventato il credo, a scapito della qualità e della durata. Si vende online per tagliare i costi; si scarica illegalmente musica, perché si vuole avere tutto e subito; si immettono sul mercato biglietti su biglietti per raggiungere il sold out di un evento, a scapito dei fan e dello stesso spettacolo”.
Per Slow Music occorre invece ritrovare il valore della qualità e dei comportamenti etici.

Con l’ambizione di arrivare presto fuori dai confini nazionali, ma anche di diventare un punto di riferimento sia per i comuni ascoltatori di musica che per gli utenti di spettacoli e di prodotti musicali, il progetto, che annovera tra i suoi soci anche Carlo Feltrinelli, presidente del Gruppo Feltrinelli, cercherà di sostenere il talento, di difendere e promuovere la diversità dei generi musicali e degli artisti, di valorizzare le identità culturali locali, la musica indipendente e gli artisti originali. 

Ad un mese dalla sua presentazione ufficiale, l’Associazione è già pronta a dare il suo contributo. Lo farà alla quindicesima edizione di Fa’ la cosa giusta!, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, che si terrà a Fieramilanocity (via Colleoni, Gate 4) dal 23 al 25 marzo e che, grazie a lei, si aprirà per la prima volta alla musica. 

Tre saranno gli incontri organizzati da Slow Music, che sarà presente con uno stand (Padiglione 3 - MA1) dove ci si potrà associare e ricevere informazioni.
Questi gli argomenti: sicurezza e soccorso ai concerti, editoria musicale e i luoghi della musica a Milano. In occasione del suo quindicesimo anniversario, l’ingresso alla fiera milanese sarà eccezionalmente gratuito per tutti i visitatori e per tutti e tre i giorni.

Gli incontri a cura di Slow Music:

Venerdì 23 marzo 2018
ore 17:00 - 18:00 Piazza Terre di Mezzo
SICUREZZA E SOCCORSO AI CONCERTI
Conduce: Stefano Bonagura (giornalista, conduttore radiofonico, socio fondatore Slow Music)
Intervengono: dott. Furio Zucco (medico esperto in organizzazione di servizi di emergenza/urgenza in occasione di maxi eventi, socio fondatore Slow Music), Elisabetta Valenti (architetto).

Sabato 24 marzo 2018
ore 15:00 - 16:00 Stand Slow Music
EDITORIA MUSICALE (libri, giornali, radio, web)
Conduce: Massimo Poggini (giornalista, scrittore, socio fondatore Slow Music)
Intervengono: Ezio Guaitamacchi (giornalista, scrittore), Paola Gallo (conduttrice radiofonica, Radio inBlu), Alberto Puliafito (giornalista, Altrospettacolo, Slow News), Stefano De Maco (www.faremusic.it).

Domenica 25 marzo 2018
ore16:00 - 17:00 Piazza Terre di Mezzo
I LUOGHI DELLA MUSICA A MILANO
Conduce: Alberto Pugnetti (produttore, dir. Radio Francigena, socio fondatore Slow Music)
Intervengono: Massimo Genchi Pilloli (Salumeria della Musica), Andrea Capaldi (Mare Culturale Urbano), Folco Orselli (musicista), Fabrizio Rioda (Ritmo Tribale, Jungle Sound).

Martina Zito

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

Immobili Sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.