CHIAMACI +39 333 8864490

Il Teatro Elfo Puccini inaugura la nuova stagione 2015/2016 con due speciali produzioni.

Martedì 13 ottobre, alle 19:30, in Sala Bausch va in scena una novità: “Il fantasma di Canterville”, tratto dal famosissimo racconto di Oscar Wilde. Ferdinando Bruni, regista e attore, riprende il suo percorso tutto dedicato a Oscar Wilde e, prima di tornare in scena con la sua personale versione di Salomè (interpretata da soli uomini), si concede una parentesi più leggera e divertente. E’ una storia d’orrore per nulla orrenda, anzi divertente, che narra di uno spirito tormentato da una presenza scomoda che infesta il suo castello cinquecentesco: una famiglia americana di fine Ottocento. Il Fantasma di Canterville è l’irriverente risposta di Oscar Wilde al racconto gotico; l’autore infatti sostiene che “la vita sia troppo importante per essere presa sul serio”.  Nonostante siano presenti tutti gli elementi tipici del racconto gotico - la casa stregata, lo spettro ululante, la prigione sotterranea – niente di tutto ciò è preso sul serio.

Alle 20.30, invece, in Sala Shakespeare è in programma un grande successo di Elio De Capitani: “Morte di un commesso viaggiatore”, dal capolavoro di Arthur Miller. Nel gennaio 2014, al suo debutto, lo spettacolo ha coinvolto ed emozionato tutti i presenti, che si sono identificati nel dramma di Willy Loman, commesso viaggiatore pronto a tutto per vendere e per vendersi, un’intensa storia personale, che però riflette la situazione di molti e risulta prepotentemente attuale. Un classico del Novecento che Elio De Capitani, regista e protagonista nel ruolo di Willy Loman, ha scelto per proseguire la sua riflessione sul tema dei rapporti tra giovani e adulti, e sulle contraddizioni sociali del mondo contemporaneo.

TEATRO ELFO PUCCINI Corso Buenos Aires, 33 – Milano Il Fantasma di Canterville: dal 13 al 22 ottobre Morte di un commesso viaggiatore: dal 13 al 31 ottobre Da martedì a sabato, h19:30 e h20:30 Info e prenotazioni: www.elfo.org

Indira Fassioni

[gallery ids="47111,47112,47114,47115"]

Sabato 19 settembre, in occasione di MITO, il Festival Internazionale della Musica di Milano e Torino, al Teatro Elfo Puccini di Milano terranno insieme un concerto Idan Raichel, l’artista israeliano tra i più grandi esponenti della world music e la grandissima interprete della musica italiana Ornella Vanoni. A unire questi due artisti, appartenenti a generazioni e culture differenti, un ideale comune di “musica” in cui tutti, senza distinzione di lingua, età e religione, possano raccontare e amalgamare le proprie tradizioni e le proprie radici. Ad accompagnarli sul palco ci saranno anche nove rappresentanti di The Idan Raichel Project: Cabra Casay, Maya Avraham e Avi Wogderess Vasa (voci), Gilad Shmueli (batteria), Joca Perpignan, (percussioni e voci), Yogev Glusman (basso e violino), Marc Kakon (chitarre), Yankele Segal (tar, bouzouki, baglama e oud) ed Eyal Sela (flauti e clarinetti).

Il progetto, nato nel 2003 allo scopo di costruire un ponte immaginario in grado di superare qualsiasi tipo di barriera etnica e culturale, ha visto la collaborazione di più di 100 artisti provenienti da culture musicali differenti, unificando in tal modo le sonorità mediorientali con quelle slave, africane e sudamericane. Grazie ad esso, Idan Raichel si è affermato come il più potente ambasciatore della sua cultura nel mondo.

Info:

Il concerto si terrà nella sala Shakespeare di Corso Buenos Aires 33 alle ore 22.00. Il prezzo del biglietto è di 15 euro.

[gallery ids="46601,46602"]

Giovedì 30 luglio, al Teatro Elfo Puccini di Milano, sarà messo in scena “Non più i luoghi dell’altro”. Questo spettacolo della compagnia teatrale Opera Liquida è un collage di alcuni pezzi teatrali già prodotti e assaggi della nuova produzione. “Non più i luoghi dell’altro” racconta la storia di un attore recluso, un membro della compagnia, che dal crash emotivo di “Le meccaniche dell’anima” attraversa “L’istituto semplificatore”, per arrivare, infine, alle “Anime cosmetiche”.

Opera Liquida è un’associazione e compagnia teatrale che dal 2009 lavora nella Casa di Reclusione Milano Opera con i detenuti comuni. Il nome della compagnia è un chiaro riferimento alla vita liquida, concezione del sociologo Zygmunt Bauman della società postmoderna: in un’istituzione come il carcere, dove le mura e i cancelli delineano perfettamente i confini e le barriere, la liquidità di un’opera assume una caratteristica di assoluta libertà. Perché la creatività non conosce frontiere né barriere, non si ferma davanti a serrature. Il liquido le attraversa. Per mezzo del teatro, si vogliono trasmettere all’esterno i valori e la creatività che ogni detenuto è riuscito a scoprire all’interno del carcere.

Non più i luoghi dell’altro” è uno spettacolo realizzato a partire da alcuni testi degli attori reclusi e altri tratti dal romanzo “Undicesimo comandamento – Uccidi chi non ti ama” di Elena Mearini (grazie ai quali gli attori danno voce, corpo e spessore alle donne maltrattate), adattati attraverso un montaggio drammaturgico a cura di Ivana Trettel.

Il cast è composto da Carlo Bussetti, Alfonso Carlino, Orazio Guagliardo, Vittorio Mantovani, Maria Chiara Signorini e Alfredo Vatalaro. La scenografia e i costumi sono a cura degli studenti della NABA – Nuova Accademia di Belle Arti di Milano

► Non più i luoghi dell’altro ► Giovedì 30 luglio 2015 – ore 20.30 ► Teatro Elfo Puccini, Sala Bausch – corso Buenos Ayres 33 – tel. 02.00660606 ► Biglietteria e info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.elfo.org

 

[gallery ids="45621,45622"]

In occasione di ExpoinCittà l'assessorato alla Cultura, insieme al Teatro Elfo Puccini e al Teatro Franco Parenti, e in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano -Teatro d'Europa, presenta “Padiglione Teatri” il progetto che dal 13 al 30 luglio offre alla città 58 spettacoli prodotti da 58 diverse compagnie e teatri milanesi in un unico cartellone.

Padiglione Teatri” ha mobilitato tutti i teatri, le compagnie teatrali milanesi e i festival per portare sui palcoscenici del Teatro Franco Parenti e del Teatro Elfo Puccini, uno a scelta tra i titoli più significativi dei propri repertori e cartelloni. Un'opportunità imperdibile per poter fruire della ampia programmazione teatrale di Milano a prezzi ridotti. Si tratta infatti di un palinsesto molto vario, che comprende i generi e linguaggi più diversi: prosa, danza, performance, teatro ragazzi, dj set, dimostrazioni, teatro e carcere, cabaret musicale e molto altro.

Da non perdere OPENING PARTY, a cura di IT - indipendent Theater, al Franco Parenti: performance, live music e dj set a cura delle Nina's Drag Queen (lunedì 13 dalle 21.30, ingresso libero).

Questi i primi appuntamenti all'Elfo Puccini:

- lunedì 13 luglio vanno in scena il Teatro Officina con La prima cena per la regia di Massimo De Vita ed Elsinor con Uno, nessuno e centomila (2013) per la regia di Roberto Trifirò;

- martedì 14 luglio Federica Fracassi e il Teatro i presentano Deve trattarsi di un autentico amore per la via, spettacolo inedito a Milano e dedicato a Etty Hillesum, mentre il Teatro Out Off ripropone il successo di Note di Cucina di Rodrigo Garcia;

- mercoledì 15 luglio tocca al teatro Arsenale con Diffidate delle parole di Jean Tardieu e poi ad Animanera con il divertente Fine famiglia di Magdalena Barile;

- giovedì 16 luglio il teatro surreale di Copi con La giornata di una sognatrice per Alkaest/Teatri del sacro e la danza contemporanea di This is not a show;

- venerdì 17 luglio appuntamento con Punto Zero e i ragazzi del carcere minorile Cesare Beccaria con Errare Humanum est e con Serena Sinigaglia per una riflessione sulla forza dei classici.

Informazioni e prenotazioni: posto unico Euro 10,00 Per gli spettacoli al teatro Elfo Puccini: corso Buenos Aires 33, Milano tel. 02.00660606 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.elfo.org Per gli spettacoli al teatro Franco Parenti: via Pier Lombardo 14, Milano tel. 02.59995206 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.teatrofrancoparenti.it PADIGLIONE TEATRI // online http://www.comune.milano.it/padiglioneteatri-facebook.com/padiglioneteatri

 

[gallery type="rectangular" ids="45277,45278"]

 

Padiglione Teatri-gallery-nerospinto1

In occasione di ExpoinCittà l'assessorato alla Cultura, insieme al Teatro Elfo Puccini e al Teatro Franco Parenti, e in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano -Teatro d'Europa, presenta “Padiglione Teatri” il progetto che dal 13 al 30 luglio offre alla città 58 spettacoli prodotti da 58 diverse compagnie e teatri milanesi in un unico cartellone.

Padiglione Teatri” ha mobilitato tutti i teatri, le compagnie teatrali milanesi e i festival per portare sui palcoscenici del Teatro Franco Parenti e del Teatro Elfo Puccini, uno a scelta tra i titoli più significativi dei propri repertori e cartelloni. Un'opportunità imperdibile per poter fruire della ampia programmazione teatrale di Milano a prezzi ridotti. Si tratta infatti di un palinsesto molto vario, che comprende i generi e linguaggi più diversi: prosa, danza, performance, teatro ragazzi, dj set, dimostrazioni, teatro e carcere, cabaret musicale e molto altro.

Da non perdere OPENING PARTY, a cura di IT - indipendent Theater, al Franco Parenti: performance, live music e dj set a cura delle Nina's Drag Queen (lunedì 13 dalle 21.30, ingresso libero).

Questi i primi appuntamenti all'Elfo Puccini:

- lunedì 13 luglio vanno in scena il Teatro Officina con La prima cena per la regia di Massimo De Vita ed Elsinor con Uno, nessuno e centomila (2013) per la regia di Roberto Trifirò;

- martedì 14 luglio Federica Fracassi e il Teatro i presentano Deve trattarsi di un autentico amore per la via, spettacolo inedito a Milano e dedicato a Etty Hillesum, mentre il Teatro Out Off ripropone il successo di Note di Cucina di Rodrigo Garcia;

- mercoledì 15 luglio tocca al teatro Arsenale con Diffidate delle parole di Jean Tardieu e poi ad Animanera con il divertente Fine famiglia di Magdalena Barile;

- giovedì 16 luglio il teatro surreale di Copi con La giornata di una sognatrice per Alkaest/Teatri del sacro e la danza contemporanea di This is not a show;

- venerdì 17 luglio appuntamento con Punto Zero e i ragazzi del carcere minorile Cesare Beccaria con Errare Humanum est e con Serena Sinigaglia per una riflessione sulla forza dei classici.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: POSTO UNICO Euro 10,00

PER GLI SPETTACOLI AL TEATRO ELFO PUCCINI: corso Buenos Aires 33, Milano

tel. 02.00660606 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.elfo.org

PER GLI SPETTACOLI AL FRANCO PARENTI: via Pier Lombardo 14, Milano

tel. 02.59995206 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.teatrofrancoparenti.it

PADIGLIONE TEATRI // online

http://www.comune.milano.it/padiglioneteatri-facebook.com/padiglioneteatri

 

 

Anche quest'anno, al termine della stagione, Teatro Libero resterà aperto per gli spettacoli della rassegna “LIBERI D'ESTATE”, che nelle precedenti edizioni è stata accolta con gran favore dal pubblico milanese.

Quattro i titoli che vanno in scena nella sala di via Savona, mentre altri tre partecipano al progetto PADIGLIONE TEATRI del comune di Milano e si tengono al Parenti e all'Elfo Puccini. Il tutto si svolgerà dal 13 al 30 luglio.

A teatro libero si partirà il 19 e 20 luglio con Gocce di energia e Briciole di vita, due diverse serate per un totale di undici brevi spettacoli prodotti dalla Scuola Teatri Possibili per EXPO 2015 e legati al tema dell'alimentazione e della nutrizione. Si tratteranno argomenti come la fame, ma anche l'alimentazione eccessiva e i problemi ad essa correlati, la fuga nel cibo o il rifiuto dello stesso, gli sprechi e la mancanza.

Si proseguirà poi il 21 e 22 luglio con Pesche miracolose, uno spettacolo di Teatro Invito che ci mostra la vita di un paese di provincia nel Nord Italia durante la Seconda Guerra Mondiale attraverso gli occhi di un ragazzo. Il racconto, alquanto originale, ci restituisce spaccati di vita diversi da quelli che ci proporrebbe una semplice cronistoria. La vita, in questa cornice, è ancora strettamente legata alla natura. Ed è proprio dall'elemento naturale, dal lago e dalla pesca, che il protagonista del racconto trarrà la sua personale epifania: le pesche miracolose, la prima a seguito di un bombardamento che uccidendo i pesci riempie finalmente la pancia alla gente affamata, la seconda prodotta con la dinamite sottratta ai partigiani.

Il 23 e 24 luglio sarà invece la volta di Miniature, della compagnia Fenice dei Rifiuti, quattro brevi racconti teatrali sull'universo femminile. In Mille anni al mondo si narra la storia di Guglielmina, un'anziana signora con un passato fitto di successi, ma anche fallimenti. Dalla sedia a dondolo dell'ospizio in cui è rinchiusa, la donna rievoca il tormentato rapporto con la figlia, scomparsa dopo un terribile episodio di violenza. Il racconto nasce dall'esigenza di trattare una storia che prende spunto da episodi reali e che tocca temi quali il disagio, la pedofilia e il fallimento.

In Viola dei circhi si narra la storia di una trapezista precipitata in un coma profondo e irreversibile. Ma il circo, abbandonato da Viola sette anni prima, non sarà l'ultimo della sua vita. La vicenda di Viola diventa infatti materiale ghiotto per politicanti di dubbio gusto e per gli avvoltoi della televisione, che si contendono la sua storia come una succulenta portata da sottoporre ai telespettatori/elettori.

Il banchetto narra le vicende di vita di Cinzia e Marta, due ragazze legate da una storia d'amore ma, tragicamente, anche dal problema dell'anoressia. Quando Cinzia decide di farsi ricoverare per curarsi, Marta non riesce a reggere il peso della solitudine e si lascia morire, facendo sprofondare Cinzia in un nuovo incubo: quello della bulimia, divenuta l'unica compagna possibile.

Dissolvenza indaga la storia di Sara e Claudia, due sorelle che conducono un'esistenza ordinaria, spensierata, sino al suicidio della madre. Da allora le loro vite non saranno più le stesse: sconvolte dal dolore, dall'uso e l'abuso di farmaci.

Infine, il 27 e 28 luglio, a conclusione della rassegna, gli Eccentrici Dadarò proporranno Butterfly Away - Andata e ritorno, uno spettacolo in musica un viaggio attraverso mondi poetici e sonori sorprendenti. Si tratta, in questo caso, di un concerto che incontra il teatro: un musicista e la sua chitarra, un'attrice che interpreta le pagine di Tonino Guerra, Giorgio Gaber, Alda Merini, Stefano Benni, Trilussa e Dino Buzzati.

Grazie inoltre al progetto PADIGLIONE TEATRI promosso dal Comune di Milano, la rassegna quest'anno si arricchisce di tre spettacoli ospitati in altre sale della città.

Il 17 luglio nella Sala Grande del Teatro Franco Parenti andrà in scena un grandissimo successo della compagnia Teatro Libero, Io, Ludwig van Beethoven, un omaggio di Corrado d'Elia al geniale compositore tedesco e alla sua musica immortale.

Il 22 luglio nella Sala Bausch del Teatro Elfo Puccini verrà invece proposto Bagnati di Tobia Rossi, una commedia di Teatro Libero Liberi Teatri che indaga le perversioni dei figli della "Milano bene" nell'estate dell'EXPO.

Per concludere, il 29 luglio, nel Foyer del Teatro Parenti, sarà la volta del Circolo Bergman, che metterà in scena Werther (?), un percorso site specific alla scoperta delle tracce di una mostra incompiuta sull'omonimo romanzo di Goethe.

LIBERI D'ESTATE Dal 13 al 30 luglio Prezzo unico € 12,00, Ridotto allievi TP € 6,00 Orario spettacoli: ore 21 Orario aperitivo: ore 19.30 Contatti: 02 8323126

[gallery ids="45257,45256"]

Nessi, quattordicesimo spettacolo di Alessandro Bergonzoni, da lui scritto, interpretato e diretto in coppia con Riccardo Rodolfi. Tema centrale dello spettacolo è la necessità assoluta e contemporanea di vivere collegati con altre vite, altri orizzonti, altre esperienze, non necessariamente e solamente umane che ci possono così permettere percorsi oltre l'io finito per espandersi verso un "noi" veramente universale. Bergonzoni si trova quindi in un'assoluta solitudine drammaturgica, al centro di una cosmogonia comica circondato da una scenografia "prematura", alle prese con un testo che a volte potrebbe anche essere, una candida e poetica confessione esistenziale. Senza per questo rinunciare alla sua dirompente visione stereoscopica che è diventata, in questi anni, materia complessa, comicamente eccedente e intrecciata in maniera sempre più stretta tra creazione-osservazione-deduzione. I "Nessi" bergonzoniani, mostrano dunque quel personalissimo disvelamento, che porta molte volte anche grazie ad una risata, dallo stupore alla rivelazione.

Teatro ELFO PUCCINI c.so Buenos Aires 33 20124 Milano tel. 02 00 66 06 06

sala Shakespeare | 3 - 14 giugno 2014
ore 21:00
NESSI
Nuovo spettacolo di e con Alessandro Bergonzoni
regia di Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi
produzione Allibito
• Orari: lun-ven 21:00 • Prezzi: Intero euro 30.50 - Martedì biglietto unico euro 20 - ridotto <25 anni - >65 anni euro 16 - gruppi scuola euro 12

[gallery type="rectangular" ids="43948,43949,43950,43951,43952,43953,43954,43955"]

Dal 14 al 19 aprile 2015 all'Elfo Puccini va in scena un avvincente spettacolo, imperdibile soprattutto per le donne: La misteriosa scomparsa di W, monologo di Stefano Benni interpretato da Ambra Angiolini. Una donna qualsiasi, di nome V, nata in modo funambolico ripercorre, follemente, comicamente, la sua vita, alla ricerca del suo pezzo mancante W. In un monologo doloroso e ridicolo allo stesso tempo, V si interroga sul senso di incompletezza e di insoddisfazione, indagando su povertà e guerra, amicizia e intolleranza, giustizia e amore. Tutto intorno a lei sembra andar male: scompare il coniglietto Walter, viene a mancare il nonno Wilfredo, perde poco a poco l’amicizia con la compagna di scuola Wilma e finisce la storia d’amore con il fidanzato Wolmer. In questo testo Benni esplora una femminilità violata, facendosi sostenere dall’interpretazione di Ambra Angiolini, per la prima volta sola in palcoscenico, dopo il David di Donatello e il Nastro d’Argento per il film Saturno contro. V ci racconta la lotta e la rabbia che sta dentro la necessita di sopravvivenza e la difesa dello spirito critico, in un copione teatrale dove il comico e un tocco di magica follia che trasforma l’angoscia in risata liberatoria. 14 - 19 aprile | Elfo Puccini, sala Shakespeare LA MISTERIOSA SCOMPARSA DI W di Stefano Benni con Ambra Angiolini regia Giorgio Gallione produzione Teatro dell’Archivolto Elfo Puccini  sala Shakespeare, corso Buenos Aires 33, Milano Feriali ore 21:00, festivi ore 16:30 Durata: 80' (senza intervallo) Intero 30.50 € - Ridotto giovani/anziani 16 € - Martedì 20 € Info e prenotazioni: tel. 02.0066.06.06, www.elfo.org

[gallery type="rectangular" ids="41193,41194,41195,41196,41197,41198"]

Da venerdì 10 aprile al Teatro Elfo Puccini di Milano andranno in scena due imperdibili spettacoli: La mia vita era un fucile carico, dal 10 al 23 aprile in sala Fassbinder e Tu eri me, dal 10 al 19 aprile in sala Bausch.

La mia vita era un fucile carico (being Emily Dickinson) è l'analisi suggestiva e meticolosa sull'immaginario poetico ed esistenziale della poetessa americana Emily Dickinson, nata ad Amherst, Massachussets nel 1830.

"Spacca l'allodola e troverai la musica", questo è l'inizio di una delle sue più belle liriche che invita a scavare nel profondo delle persone e della poesia per trovarne i lati nascosti che rappresentano gli aspetti più intimi e per questo più importanti da scoprire. Dietro all'apparenza docile e gentile di una donna dell'800, in realtà si nasconde il tormento di una vita vissuta rinchiusa in una stanza con la scrittura e la poesia come uniche compagne.

L'attrice Elena Russo Arman, nonché regista dello spettacolo, insieme alla musicista Alessandra Novaga, riescono perfettamente nell'intento di restituire al pubblico tutta la forza espressiva dei versi della poetessa, in un fiume incessante di pensieri e parole che diventa un vero e proprio flusso di coscienza.

Tu eri me, invece, è una commedia divisa in cinque tempi costruita seguendo le regole del "teatro all'antica italiana", cioè il teatro d'attore dell'ottocento, a conduzione familiare.
Uno spettacolo che mostra al pubblico che fine fanno gli artisti quando si spengono le luci, dopo una vita dedicata all'intrattenimento. Un'indagine sul mondo delle Case di Riposo per Artisti: strutture private che tutelano la dignità dei professionisti dello spettacolo che, terminato il successo, si ritrovano soli e con poche possibilità economiche per mantenersi.
David Batignani, Simone Faloppa e Paola Tintinelli sono autori e attori dello spettacolo. Si sono conosciuti nel 2012 e hanno creato un formidabile sodalizio battezzato compagnia di complesso, nome che in passato indicava tutti quegli attori che in totale autonomia creavano e recitavano il loro personale spettacolo. Tu eri me segna il loro debutto.
PREZZI E ORARI:
La mia vita era un fucile carico (being Emily Dickinson)
martedì/sabato ore 20.30 - domenica ore 16
biglietto intero €30,50 - ridotto giovani/anziani €16 - martedì €20
Tu eri me
martedì/sabato ore 19.30 - domenica ore 15.30
biglietto intero €15 - ridotto Scuole di Teatro € 11,50
INFO:
Teatro Elfo Puccini - corso Buenos Aires, 33 Milano
tel. 02 00660606

[gallery type="rectangular" ids="40879,40882,40883,40884,40885"]

 

Dal 7 al 29 marzo al Teatro Elfo Puccini di Milano ore 20.30 andrà in scena l'opera di Thomas Bernhard "L'ignorante e il folle".

"L'ignorante e il folle" è una parodia dai risvolti macabri in cui l'arte, anziché essere esaltazione e salvezza per le persone, diventa l'opposto, cioè un qualcosa di artificiale, di fittizio, che rischia di trasformare l'individuo in un puro meccanismo.
Lo spettacolo è diviso in due atti. Il primo comincia all'interno del camerino dell'Opera dove sta per andare in scena "Il flauto magico" . Il padre della soprano che interpreta la Regina della Notte e un amico Dottore stanno aspettando l'arrivo della donna e ingannano l'attesa uno stordendosi di alcol e l'altro discutendo di arte e esistenza umana come se stesse descrivendo un'autopsia: "come se il bisturi della ragione potesse davvero trovare fra quei tessuti morti il senso o il non senso della vita".
Secondo il Dottore infatti la voce della soprano è una virtù, un dono che la donna possiede e lei altro non è che uno strumento che serve a far conoscere al mondo questo sublime suono.
La scena prosegue con l'arrivo della cantante che prima di entrare in scena sarà carica di ossessioni e incubi tipici di ogni artista prima della prima: il costume le si strapperà, la corona le cadrà dalla testa e sarà così costretta ad abbandonare il palco interrompendo lo spettacolo.
Alla fine però, come ogni sera, andrà in scena, e nulla di tutto questo accadrà.
Nel secondo atto ritroviamo i 3 personaggi in un famoso ristorante viennese che dopo lo spettacolo, invece di festeggiare, continuano i discorsi fatti in precedenza circondati da vasche piene di aragoste che si muovono mute in attesa della morte.
"L'ignorante e il folle" è un'opera messa in scena da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia nel 2008 al teatro dell'Elfo ed ora viene riproposta con lo stesso cast di coinvolgenti attori, nonché soci fondatori della Compagnia dell'Elfo.
Ferdinando Bruni dà voce e corpo all'inarrestabile e maniacale ragionare del Dottore, Ida Marinelli interpreta la Regina della Notte, Luca Toracca il padre instabile e confuso e Corinna Agustoni si trasforma in due personaggi enigmatici e silenziosi, la signora Vargo e il cameriere Winter.
Orari:
Martedì/sabato ore 20.30
Domenica ore 16.00
Prezzi:
Intero €30.50
Ridotto €16
Martedì €20
Info e prenotazioni:
 

[gallery type="rectangular" ids="38455,38759,38760,38454,38451"]

Pagina 2 di 4

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.