CHIAMACI +39 333 8864490

Da metà febbraio al Teatro Elfo Puccini andranno in scena due nuovi e attesissimi debutti: Comedians e Io provo a volare.

Comedians è uno spettacolo teatrale originariamente scritto nel 1975 dal drammaturgo britannico Trevor Griffiths. La versione che dal 16 al 22 febbraio verrà messa in scena nella sala Shakespeare del Teatro Elfo Puccini è un libero adattamento del regista Renato Sarti. Una storia divertente che si basa, però, su una riflessione molto seria e attuale: restare fedeli ai propri ideali o tradirli per ottenere successo? Un quesito che viene posto dagli attori, che inscenano un gruppo di di aspiranti comici, allievi di un ex attore impegnato politicamente, alle prese con il provino che potrebbe cambiar loro la vita. Ad esaminarli un pezzo grosso dello show business. Due figure, quella dell'esaminatore e del' ex attore-tutor, che rappresentano due realtà contrapposte: la prima, quella più pragmatica, della comicità intesa come puro svago che non deve impensierire il pubblico; la seconda idealista, invece, portavoce di una comicità graffiante che vuole incidere sulla realtà.

Già nel 1985 Comedians venne messo in scena all'Elfo, nella storica versione di Gabriele Salvatores. Uno straordinario successo con un gruppo di attori giovanissimi e ancora semi sconosciuti come Paolo Rossi, Claudio Bisio, Silvio Orlando, Antonio Catania, Gigio Alberti… Questo nuovo adattamento di Renato Sarti è nato dall'idea di innovare la messa in scena dello spettacolo, rendendolo più attuale e quindi incisivo. Una comicità di quelle che fa pensare a fondo, quella messa in scena da Renato Sarti dal 16 al 22 febbraio al Teatro Elfo.

con Margherita Antonelli, Alessandra Faiella, Rita Pelusio, Claudia Penoni, Nicoletta Ramorino e Rossana Mola

scene Carlo Sala

musiche Carlo Boccadoro

produzione Teatro della Cooperativa

Teatro Elfo Puccini,

Corso Buenos Aires 33, Milano

Sala Shakespeare

Lunedì/Sabato ore 20.30

Domenica ore 16.30

Durata: 120' con intervallo

Prezzi:

Intero: 30.50€   Ridotto giovani/anziani: 16€  Martedì: 20€

Info e prenotazioni:

tel: 0200660606

[gallery type="rectangular" ids="37225,37222,37219,37220"]

Io provo a volare è uno spettacolo omaggio a Domenico Modugno di Gianfranco Berardi, attore pugliese non vedente considerato uno degli astri nascenti del teatro italiano. In collaborazione con la regia di Gabriella Casolari, l'opera teatrale racconta la vita di uno dei tanti giovani cresciuti in provincia che sull'onda del mito è pronto ad affrontare ogni ostacolo pur di realizzare il sogno di diventare un artista. Basato sulla biografia di Domenico Modugno, Io provo a volare è un vero e proprio viaggio tra divertenti episodi della realtà provinciale e alienanti esperienze metropolitane: i sogni, gli incontri, le prove, la fuga, la scuola, il lavoro, l'amaro rientro al paesino al quale il protagonista è costretto a tornare. La figura di Modugno diventa un simulacro per rendere omaggio, tra poesia e comicità, agli sforzi e al coraggio di tanti che spinti dalla passione, si lanciano all'avventura costantemente.

Dal 17 al 22 febbraio.

di e con Gianfranco Berardi

regia e luci Gabriella Casolari

e la partecipazione di

Davide Berardi voce solista e chitarra, Bruno Galeone fisarmonica

costumi Pasqualina Ignomeriello

Compagnia Berardi Casolari

con il sostegno di Festival Internazionale Castel dei Mondi

Teatro Elfo Puccini,

Corso Buenos Aires 33, Milano

Sala Fassbinder

Martedì/Sabato ore 21.00

Domenica ore 16.00

Durata:70' senza intervallo

Intero: 30.50€   Ridotto giovani/anziani: 16€  Martedì: 20€

Info e prenotazioni:

tel: 0200660606

[gallery type="rectangular" ids="37224,37218,37217,37228,37233"]

Il 2015 al Teatro Elfo Puccini di Milano inizia alla grande con una programmazione ricca di spettacoli imperdibili, tra i quali ricordiamo: Amadeus dal 9 al 18 gennaio; Mio figlio era come un padre per me dal 7 al 14 gennaio; La fabbrica dei preti dall'8 all'11 gennaio e Nati in casa dal 13 al 18 gennaio.

Amadeus è una pièce teatrale in due atti, scritta da Peter Shaffer nel 1978 da cui è stato tratto il film omonimo nel 1984. Il dramma racconta il tentativo del compositore italiano Antonio Salieri di distruggere la reputazione dell'antagonista Wolfgang Amadeus Mozart. Una narrazione tutta inventata, poiché nella realtà i due erano buoni amici e collaborarono spesso assieme. Invidia, rabbia, senso di impotenza, bisogno d’amore e di libertà, sono le passioni che muovono ed animano i protagonisti della storia e gli altri personaggi che gravitano intorno a loro. Amadeus è un capolavoro di modernità vestita con gli abiti del Settecento.

Teatro Elfo Puccini, Sala Shakespeare - corso Buenos Aires 33, Milano - Martedì/sabato

Orario: ore 20:30, domenica ore 16:30

Prezzo: Intero 30.50 €, ridotto 16 €, martedì 20 €

Mio figlio era come un padre per me è uno spettacolo diretto e interpretato da Marta Dalla Via. Una pièce che narra la storia di una ricca famiglia del nord-est Italia in cui è centrale l'esperienza del conflitto generazionale. Due fratelli che progettano l'omicidio dei genitori, che si trovano a fronteggiare l'impossibilità di questa atroce azione poiché i genitori stessi hanno deciso di suicidarsi, lasciando come eredità ai figli l'assenza di futuro e il consumo del passato. I due fratelli (fratelli anche nella realtà, Marta e Diego Dalla Via) attraverso il ragionamento riescono a far risaltare tutte le problematiche e le difficoltà di un conflitto generazionale estremamente contemporaneo.

Teatro Elfo Puccino, Sala Bausch

Orario: ore 19.30, domenica ore 15.30

Prezzo: Intero 15 €, ridotto Scuole di Teatro 11,50 €

La fabbrica dei preti e Nati in casa sono entrambi spettacoli di Giuliana Musso.

La fabbrica dei preti è una pièce narra la storia delle generazioni di preti cresciute nella repressione militaresca del seminario, e poi gettati in un mondo rivoluzionato dopo il Concilio II.

Nati in casa, cronistoria di un monologo sul parto è stato scritto nel 2011 ed ha superato ormai le 300 repliche. Uno spettacolo che racconta la storia di donne che furono levatrici nel nord-est italiano ancora rurale, un'opera teatrale, soprattutto che dà voce e forma all'evento più straordinario della vita di una donna: il parto. Nati in casa ricorda che il corpo delle donne è potente e che partorire non è una malattia.

Teatro Elfo Puccini, Sala Fassbinder

Orari: Martedì/sabato ore 21.00, domenica ore 16:00

Prezzo: Intero 30.50 €, Ridotto giovani/anziani 16 €, martedì 20 €

INFO

Informazioni e prenotazioni: 02.0066.06.06 - www.elfo.org

Indira Fassioni

[gallery type="rectangular" ids="35084,35090,35086,35091,35092,35093"]

Da venerdì 12 dicembre a domenica 4 gennaio 2015 al Teatro Elfo Puccini di Milano andrà in scena "Frost/Nixon", con la regia di Ferdinando Bruni e Elio De Capitani. Si tratta dello spettacolo che nel 2014 ha vinto il premio Ubu (il riconoscimento più importante nel teatro italiano) come "Migliore novità straniera".

Nella pièce è centrale l'intervista di David Frost a Richard Nixon del 1977, in cui l'Ex-Presidente degli Stati Uniti d'America (dimessosi nel 1974) confessa per la prima volta lo scandalo Watergate, esplicitando i limiti degli aspetti morali nell'ambito del potere. È il primo caso storico di giornalismo inteso come spettacolo.

"Frost/Nixon" è stato scritto nel 2006 da Peter Morgan e ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tanto da portare anche alla realizzazione di un adattamento cinematografico di grande successo. In Italia questo spettacolo ha debuttato il 18 ottobre 2013, grazie al lavoro di regia a quattro mani di Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani

Info: Teatro Elfo Puccini, corso Buenos Aires 33, Milano

• Orari: mar-sab 20:30 / dom 16:30 / 26 dicembre 16:30 / 31 dicembre 20:30 • Durata: 110' senza intervallo • Prezzi: intero € 30.50 / martedì posto unico € 20 / ridotto 65 anni € 16 / scuole € 12 / sostenitore € 40.50 • PROMOZIONE SPECIALE PER NATALE: biglietti limitati in vendita solo ON-LINE a € 17.16 per le repliche di sabato 20 e domenica 21 dicembre • È valido l'abbonamento Invito a Teatro - tagliando Elfo Puccini • Repliche per le scuole • Gli abbonamenti Elfo Puccini e Invito a Teatro non sono validi per il 31 dicembre • ATTENZIONE: Lo spettacolo non andrà in scena dal 22 al 25 dicembre e il 1˚ gennaio

[gallery type="rectangular" ids="34664,34669,34670,34667,34668,34666,34665"]

Lo spettacolo inscenato dalla regista Eleonora Pippo, Cinque allegri ragazzi morti, tratto dall'omonimo romanzo a fumetti di Davide Toffolo, ripropone in termini teatrali e musicali la saga horror-romantica che racconta la storia di cinque liceali, i quali, in seguito a un incidente mortale procurato da un rito voodoo, diventano zombie, condannati a nutrirsi solo di carne umana, rinunciare all'amore e non interferire nelle esistenze dei vivi.

La violazione di queste regole conduce i personaggi adolescenti, Gianni Boy, Vasco, Sumo, Sleepy e Mario, ad intraprendere un sofferto percorso di iniziazione amore/morte, accompagnati dallo spirito guida di Elisa.

Nei primi due episodi rappresentati Mario accetta l'alternativa di addormentarsi sottoterra per la disperazione di essere morto. Nel frattempo si alternano gli incontri tra un ragazzo spregiudicato e la ragazza lupo, l'amore della mortale Paolina per il suo eroe Gianni Boy e la fame cannibalica di Sumo, che culminano con la festa di Halloween in costume ambientata nel suggestivo scenario veneziano.

Dopo gli exploit di Milano e Roma con il primo episodio, L’alternativa, in cui si è registrato il sold out, il musical a bassa fedeltà conquista la stagione teatrale 2014/2015 con l’aggiunta del secondo episodio, La festa dei morti.

Con la partecipazione degli interpreti più significativi del panorama rock indipendente come novità esclusiva di questa edizione, lo spettacolo sarà ospite al Teatro Elfo Puccini di Milano, dal 28 ottobre al 2 novembre 2014.

Impossibile quindi non assistere a questi due appuntamenti, dedicati appositamente ai numerosi fans della band Tre allegri ragazzi morti, che si esibirà a fine spettacolo in versione unplugged il 31 ottobre a Milano per un’indimenticabile festa dei morti.

Indira Fassioni

 

Dal 10 al 14 giugno 2014 il Teatro Puccini di Milano (sede del Teatro dell’Elfo) ospiterà la Rassegna di drammaturgia contemporanea.

L’appuntamento sarà a partire dalle 19,30 nella sala Bausch nella quale verrà inscenato “Sempre Insieme”. La storia di due sorelle di origine rumene, con personalità e sogni diversi che affronteranno insolite avventure per raggiungere i loro obiettivi.

Lo spettacolo permetterà al pubblico di fare una riflessione su temi diversi che hanno come sfondo una Romania degli anni ’80 sotto il regime di Ceausescu.

L’autrice Anca Visdei racconta probabilmente  la sua storia.

L’interpretazione delle due protagoniste è coinvolgente, perfettamente in sintonia con i due personaggi, che rendono divertente una storia cosi’ drammatica.

Non mancheranno le emozioni.

Per info e prevendite:

Elfo Puccini, sala Bausch dal martedì al sabato ore 19,30

Posto unico 15,00 €

02/00660606

www.elfo.org

Il teatro Elfo Puccini offre una serata d’eccezione per dare il benvenuto al nuovo anno. sala Shakespeare, ore 20:30 (durata 1h40)

 ALICE UNDERGROUND

Ogni spettatore avrà in omaggio un ricordo dello spettacolo.

Prezzi: Intero € 50 - Ridotto € 30 (minori di 15 anni) Promozione speciale famiglia:  il ridotto € 30 verrà applicato anche agli adulti (per un massimo di 2 adulti per ogni bambino).

Inoltre, solo per il 31 dicembre il bistrot Olinda propone l'Aperitivo del cappellaio matto

Dalle ore 18:30 - euro 12 adulti / euro 10 minori di 15 anni. Prenotazione obbligatoria entro domenica 29 dicembre, scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

sala Fassbinder, ore 20:30 (durata 2h45)

THE HISTORY BOYS

Dopo lo spettacolo buffet di mezzanotte al Bistrot Olinda con tutta la compagnia per festeggiare la fine del 2013 e l'ultima replica dello spettacolo, a tre anni dal suo debutto

Prezzi: Intero € 65 - Ridotto € 45 (minori di 15 anni)

I prezzi includono un buffet per accompagnare il brindisi:

Trancetti di focaccia Minibrioches con prosciutto di Sauris Miniflan di Zucca con crema di nocciola Panettone artigianale con crema di mascarpone Prosecco di Valdobbiadene Az. agricola Le Molere

Teatro ELFO PUCCINI c.so Buenos Aires 33 20124 Milano tel. 02 00 66 06 06 fax 02 36 75 59 04

Amici di Nerospinto, vogliamo presentarvi 5 nuovi appuntamenti in programma all'Elfo Puccini da venerdì 6 a martedì 10 dicembre, spettacoli di qualità che sapranno stupirvi ed amozionarvi.

Dal 6 all'8 dicembre in sala Fassbinder si parte con Lo show dei tuoi sogni.

Lo Show chiude il trittico dedicato all'Accademia degli Artefatti, nello spettacolo le parole dello scrittore Tiziano Scarpa dialogano con i suoni e le musiche di Luca Bergia e Davide Arneodo dei Marlene Kuntz, per raccontare di un tessitore di sogni, un incantatore, un uomo che riesce a ipnotizzare un'intera nazione facendola sognare quello che vuole lui. Tiziano Scarpa presenta Lo show come un'opera che trova vie interpretative nuove, lontane dagli spettacoli di massa, non vengono proposte immagini preconfezionate, da guardare e in qualche modo subire, ma ci si serve della fantasia dello spettatore, della sua capacità di giocare con la propria immaginazione e di sognare.

Elfo Puccini, sala Fassbinder, corso Buenos Aires 33 - Milano Dal 6 all'8 dicembre

Ore 21:00 (domenica ore 15:30)

Prezzi: intero € 30.50 - ridotti € 27 e € 16 - martedì € 20

 

 

Dal 7 al 31 dicembre ritorna Alice Underground, il cartoon teatrale di Bruni e Frongia.

Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie e Al di là dello specchio sono state rivisitate più volte nel corso degli anni, Ferdinando Bruni e Francesco Frongia ne hanno tratto uno spettacolo, debuttato il 3 dicembre 2012, che ha sorpreso e incantato per le invenzioni sceniche, sospese tra tecnologia dei video e arte del disegno. Lo spettacolo diverte e sorprende, è un'ora e mezzo di spasso e puro piacere visivo, emozione e suspence, capace di suscitare nel pubblico meraviglia e stupore, è una rappresentazione fantasiosa, accattivante e raffinata. Si tratta di un cartoon teatrale realizzato con più di trecento disegni, dipinti ad acquerello con pazienza certosina e quindi animati in un flusso continuo di proiezioni, nelle quali gli attori in carne e ossa si perdono per poi ritrovare la dimensione del sogno e dell’infanzia. Una scatola magica dove è possibile contestare il senso delle parole, inscenare assurdi indovinelli, mettere in dubbio le nostre certezze.

Accanto ad Alice, interpretata da una "perfetta, anzi perfettissima" Elena Russo, tre attori che danno corpo e voce a ventisei personaggi di Carroll, trasformandosi senza tregua e interpretando dal vivo canzoni che prendono a prestito le note dei Roxy music, dei Pink floyd, dei Beatles, dei Rolling Stones.

Il titolo dello spettacolo, Alice underground, prima ancora che alludere alla cultura antagonista,ricalca il titolo della prima stesura del capolavoro di Lewis Carroll (scritta e illustrata a mano dall’autore per la piccola Alice Liddell); a sottolineare che si tratta di un viaggio sottoterra, nei territori misteriosi del sogno e dell'inconscio, alle radici dell'individuo e della collettività.

Elfo Puccini, sala Shakespeare, corso Buenos Aires 33 - Da sabato 7 a martedì 31 dicembre

Orari: martedì/sabato ore 20:30 - Tutte le domeniche e il 26 dicembre ore 15:30

ATTENZIONE: Lo spettacolo non andrà in scena dal 23 al 25 dicembre

Prezzi: intero € 30.50 - ridotti € 27 e € 16 - martedì € 20

Speciale 31 dicembre

 

 

Solo lunedì 9 dicembre, in sala Shakespeare, Se Betlemme avesse lu mare, spettacolo di Gianfelice Facchetti con gli attori detenuti del carcere di Monza.

Gli attori della Casa circondariale di Monza diretti da Gianfelice Facchetti, portano in scena un soggetto originale del regista, che giorno per giorno si è andato trasformando con il lavoro di tutti gli attori-detenuti che partecipano al laboratorio teatrale. Il gruppo, formato da interpreti di varia nazionalità, tra i 22 e 45 anni, ha già avuto occasione, lo scorso anno, di mettere in scena lo spettacolo con successo al teatro Villoresi di Monza.

È la storia di una sgangherata compagnia di commedianti, condannata a rappresentare tutti gli anni il presepe vivente. Unica novità prevista per loro sulla scena, è quella di poter interpretare per la prima volta personaggi umani in carne e ossa, liberi di pensare e agire. Gli uomini provano a riprendersi la scena e con loro anche la “benedetta tra le donne”, Maria, anch’ella interpretata da un uomo ignaro del finale che lo attenderà. Anche se tutto avrà inizio con leggerezza, arriverà il momento “doloroso” del parto e della nascita tanto attesa dall’umanità intera. Partire o partorire, questo è il problema: vale la pena fare rinascere un’altra volta e anche solo per finta Gesù, per vederlo trasfigurato nel tempo di un atto unico in un povero Cristo?

Lunedì 9 dicembre, ore 21, sala Shakespeare 

Posto unico €15, ridotto abbonati Elfo €10

 

 

Dal 10 al 31 dicembre, in sala Fassbinder le repliche di  The History Boys.

La commedia di Alan Bennett nella versione di Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani ha debuttato il 10 dicembre 2010 all'Elfo Puccini di Milano diventato subito un "caso" nel panorama teatrale italiano: fino a oggi è stata replicata 241 volte, a Milano e in tour. Un successo confermato dai tre Premi Ubu vinti 2011 e dal Premio le Maschere del teatro nel 2012, che si vanno ad aggiungere al "palmares" della versione originale (tre Olivier Awards e sei Tony Awards). 

Il testo di Alan Bennett è stato pubblicato da Adelphi con il titolo Gli studenti di storia.

 The history boys mette in scena mette in scena un gruppo di adolescenti all’ultimo anno di college, impegnati con gli esami di ammissione all’università. Sono ragazzi molto diversi tra loro ma affiatati: dal leader della classe, il donnaiolo Dakin, al fragilissimo Posner, innamorato - per nulla segretamente - di lui, fino al poco convenzionale Scripps , in crisi spirituale. L’insegnante di inglese, Hector (“irresistibile” Elio De Capitani) e quella di storia, Mrs Lintott, cercano di stimolare la loro curiosità al di là dei percorsi consueti e preconfezionati, infischiandosene del prestigio, delle tradizioni, dei primati e dei punteggio scolastici, mentre il preside (Gabriele Calindri), per buon nome della scuola, li vorrebbe tutti a Oxford o Cambridge.

Si apre così uno scontro che vedrà scendere in campo anche un giovane professore, cinico e ambizioso, incaricato dal preside di dare una “ripulita” allo stile dei ragazzi, renderlo più brillante, “giornalistico” e più spendibile al “supermercato del sapere”, con buona pace della ricerca storica e dei dibattiti di metodologia.

In scena - accanto ai “professori” Elio De Capitani, Gabriele Calindri, Riccardo Bocci e Debora Zuin, 8 giovani attori che hanno conquistato collettivamente il premio Ubu Nuovi attori under 30.

Elfo Puccini, sala Shakespeare, corso Buenos Aires 33 - Da martedì 10 a martedì 31 dicembre 

Orari: martedì/sabato ore 20:30 - Tutte le domeniche e il 26 dicembre ore 16:00

ATTENZIONE: Lo spettacolo non andrà in scena dal 23 al 25 dicembre

Prezzi: intero € 30.50 - ridotti € 27 e € 16 - martedì € 20

Speciale 31 dicembre 

 

 

Dal 10 al 17 dicembre Nuove storie in sala Bausch Sembra ma non soffro della compagnia Quotidiana.com.

2° espisodio della trilogia dell’inesistente_ esercizi di condizione umana di e con Roberto Scappin, Paola Vannoni. una produzione quotidiana.comcon il sostegno di Kilowatt Festival, Provincia di Rimini.

La compagnia riminese Quotidiana.com presenta a Nuove storie il secondo capitolo della trilogia che ha dedicato al "luogo comune" e alle sue manifestazioni più ottuse e taglienti.

Sembra ma non soffro mette in scena una preghiera, una litania che i protagonisti offrono al pubblico inginocchiati su due scranni da chiesa, in una scena bianca e spoglia. Mostra il lato grottesco e poco razionale delle superstizioni come dei principi religiosi, messi a nudo con un’ironia spiazzante che in più di un punto dello spettacolo fa scoppiare il pubblico in aperte e divertite risate.

Quotidiana.com è una compagnia fondata a Rimini nel 2003 da Roberto Scappin e Paola Vannoni. Autori di una scrittura che nell’uso di ironia e sarcasmo sottili e prepotentemente dissacranti. Un teatro provocatorio, con il gusto feroce e politico di mostrare l’inesistenza del nostro reale, che vuole riflettere lo sgomento di come siamo, affrontare le cose da un punto di vista scomodo.

Sabato 14 dicembre ore 18.00, nel foyer del Teatro si terrà la presentazione del libro Trilogia dell'inesistente di Paola Vannoni e Roberto Scappin, l'Arboreto edizioni, Mondaino 2013partecipano Ferdinando Bruni, Elio De Capitani, Graziano Graziani e Simone Nebbia

Elfo Puccini, sala Bausch - ore 19.30 (domenica ore 17)

Posto unico € 15

 

Informazioni e prenotazioni per tutti gli spettacoli:

02.0066.06.06 - www.elfo.org

 

Dal 28 settembre al 13 ottobre 2013, si svolgerà la XXVII edizione del Festival MilanOltre, commistione di teatro, danza ed eventi di varia sorta.

Il Festival, avente loco al Teatro Elfo Puccini, alzerà il sipario con due spettacoli tutti italiani: la nuova produzione di Susanna Beltrami, Homesik in coproduzione con MilanOltre, e lo spettacolo 2 + 2 = 5, ad opera della compagnia Sanpapiè, che renderà omaggio ad alcune icone della danza.

Dal 1 ottobre si entrerà nel fulcro del Festival, con il primo focus dedicato al Ballet National de Marseille: un ensemble di 18 provetti danzatori, i quali si esibiranno con 4 diversi programmi artistici.

Dal 9 ottobre invece, partirà il secondo Focus di questa edizione, il quale si incentrerà su uno dei coreografi più prolifici del panorama nazionale: Virglio Sileni.

Sileni ci presenterà 3 opere: De Anima, la sua più recente creazione, la quale prende ispirazione dall’omonima opera di Aristotele: il principio di tutto è la concezione di anima come movimento.

Di fronte agli occhi degli altri, 11 ottobre. uno spettacolo di danza come gesto di dolore, che farà riferimento ai conflitti più recenti e sanguinosi del nostro tempo.

Il ricchissimo programma offre anche spazio ai più giovani, con “Cerbiatti del nostro futuro”, un progetto di giovanissimi danzatori (10 e 13 anni) che mostreranno, con occhio acuto e profondo, il progresso ed il processo della danza contemporanea.

Ospite speciale è Daniele Albanese, ballerino e corografo emiliano, fondatore della Compagnia Stalker, che andrà in scena con due intensi spettacoli: AnnotTazioni, assolo sull’attrazione e sull’assenza e D.O.G.M.A., sull’idea di una prepotente forza invisibile.

Sarà possibile anche partecipare ad alcuni workshop condotti da coreografi del festival, incontri post spettacolo e, come novità, alcune lezioni sulla storia della danza, in collaborazione con i principali Atenei milanesi e docenti.

Dal 17 al 22 giugno all’Elfo Puccini di Milano debutta “Hamelin”: spettacolo prodotto dagli “Incauti”, per la regia di Simone Toni; l’opera è tratta da uno dei testi più poetici del celebre drammaturgo spagnolo Juan Mayorga.

La rappresentazione farà riflettere sull’inadeguatezza dell’uomo a definire e comprendere la complessità della natura umana, mettendo in luce una delle caratteristiche più affascinanti che regolano la nostra società: la relatività del concetto di verità. La rappresentazione rilegge in chiave contemporanea la famosa fiaba del Pifferaio Magico, che con la musica del suo flauto, mette in fuga i topi che innestano la città di Hamelin.

Per l’occasione Juan Mayorga incontrerà il 18 giugno nel foyer del teatro la compagnia degli “incauti per il pubblico.

 

Elfo Puccini, sala Bausch

Corso Buenos Aires 33 milano

Lun-sab ore 19,00

www.elfo.org

 

Al Teatro Elfo Puccini, dal 3 al 29 giugno, va in scena Shopping & Fucking di Mark Ravenhill, autore inglese appartenente alla generazione dei "nuovi arrabbiati" che negli anni 90 si sono imposti all'attenzione della scena mondiale.

 

Il testo in questione, che ha portato l'autore a fama mondiale nel 1996, descrive un mondo in cui il denaro è tutto e gli individui sono solo consumatori legati da relazioni equiparabili a transazioni commerciali.

I giovani personaggi passano la maggior parte del loro tempo facendo shopping, quando non sono occupati in attività sessuali di varia natura e vivono in un perenne vuoto di memoria, di senso della storia, persino di caratteristiche individuali.

 

Personaggi senza passato, senza padri né madri, vittime stupide e vulnerabili, ma specchio tragicamente veritiero di una generazione che spesso rinunciamo a comprendere.

Attraverso l'immagine di Brian, unico adulto della pièce, passa inoltre l'idea di un uomo funzionale al culto del denaro, un cattivo maestro per cui "la civiltà è denaro, il denaro è civiltà", il quale non può certo trarre in salvo il gruppo di giovani che si limita a consumare malamente tutto ciò che capita.

 

Una schietta lettura del moderno mondo dei consumi e dei suoi riflessi sulle nuove generazioni di allora e di adesso, senza falsi compromessi o inutili accondiscendenze.

 

 

Info su orari e costi

 

Da lunedì a sabato: ore 21

 

Biglietti:

Intero 30,50 €

Martedì biglietto unico 20 €

Ridotto (<25 anni, >60 anni) 16 €

Gruppi scuola 12 €

 

 

Shopping & Fucking

Teatro Elfo Puccini

Corso Buenos Aires, 33

Milano

Pagina 3 di 4

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.