CHIAMACI +39 333 8864490

Non è Venerdì senza l'Alphabet!

Torna l'appuntamento settimanale con la nightlife milanese al Rocket Club, ormai appuntamento fisso per tutti gli appassionati che amano scatenarsi sul dancefloor per festeggiare l'inizio del week-end.

Per prepararsi alla serata, questa settimana i ragazzi di Alphabet ci regalano una divertente intervista a quattro. Le quattro menti dietro la serata del venerdì del rocket si lasciano andare tra un'indiscrezione e l'altra!

 

Qual è l’album che ti ha cambiato la vita?

Luca: “Kissing to be clever” dei Culture Club. Era il 1982 e io ero praticamente un bambino: la foto di Boy George in copertina e quelle canzoni così ‘esotiche’ hanno segnato la mia immaginazione.

Michele: "Emozioni" di Lucio Battisti. La mia professoressa di musica mi ha fatto suonare tutte le sue canzoni, fino a innamorarmene. Questo gusto musicale mi ha portato a frequentare determinati posti a Milano, in cui ho conosciuto persone che mi hanno stravolto la vita.

Simona: “Everything changes” dei Take That, il primo cd che ho comprato. Era la primavera del 1994, il lettore cd era grande quanto un giradischi ed io ero innamoratissima di Gary Barlow (perché, poi?!). Ha quasi 20 anni ma ogni tanto lo ascolto ancora.

Gianni: Direi "Ray of light" della Ciccone, lo avrò consumato a furia di ascoltarlo.

 

Come ci si prepara psicologicamente e fisicamente a una serata Alphabet?

Luca: Lavorando tantissimo!

Michele: Io mi preparo ad Alphabet con la solita routine: faccio un bagno bollente, per desiderare il freddo che troverò fuori davanti l’ingresso, in cui passo qualche ora; mangio una pizza, per assorbire l’eventuale alcol che berrò per superare lo stress della serata; bevo un caffè, per rimanere sveglio fino alle 6 del mattino.

Simona: Il venerdì è per me la giornata più intensa della settimana. Psicologicamente è un sollievo sapere che, comunque questa sia andata, il venerdì sera potrò sfogarmi, lasciando da parte tutto il resto. Fisicamente risento un po’ delle dieci ore passate in ufficio. Ma quando mi ritrovo sul dancefloor la stanchezza si trasforma in energia e allora provate a fermarmi.

Gianni: Fino alle 23:59 la testa è impegnata a fare check delle cose che devono essere pronte e perfette per la serata, fisicamente direi che una doccia e uno ‘shottino’ prima di iniziare sono terapeutici!

 

Un film che non si può non vedere?

Luca: Per divertirsi, ‘La morte ti fa bella’ di Robert Zemeckis;  per innamorarsi, ‘Maurice’ di James Ivory; per pensare, ‘Vincitori e vinti’ di Stanley Kramer.

Michele: “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” di Lina Wertmüller. Non si può vivere senza il mito del signor Carunchio.

Simona: Che domande. Party Monster, ispirato a "Disco Bloodbath" di James St. James. Mi sarebbe piaciuto partecipare a qualcuna di quelle feste.

Gianni: Andando da un estremo all'altro: "Una giornata particolare" di Ettore Scola, "Parenti Serpenti" di Mario Monicelli, e per finire " Bram Stoker’s Dracula" di Coppola.

 

 Se dovessi dare un nome a un cocktail come lo chiameresti?

Luca: Poison.

Michele: Lo chiamerei Amanda. Come colei che ci ha ispirati per Alphabet.

Simona: Alphadrink! Agitato, non mescolato. E non occupate spazio con quelle inutili olive!

Gianni: Blueyes.

 

Se fossi l’ultima persona sulla terra, cosa faresti?

Luca: Proverei a rifare il mondo, finalmente come piace a me.

Michele:Una di quelle cose che di solito faccio pochissimo: dormire, magari tutto il giorno.

Simona: Da sola mi annoierei tantissimo. Dicono che i marziani siano molto socievoli però.

Gianni: Non mi arrenderei e cercherei un altro superstite, il mondo è troppo grande per uno solo!

 

Ora siamo pronti per la serata Kawaii di venerdì 13 dicembre!

Le piste aprono alle 11.30, ecco per voi il programma della serata:

 

ROOM 1: Enza Van De Kamp (Nu-disco, Electrodance, Big Beat, Dirty Disco and world's top-charted tracks).

ROOM 2: Djette Barbarella Thomas Constantin (Indie Rock, Electropop)

★ Week's Emoticon: Kawaii ★ Alphabet Skaters will welcome you on the dancefloor!

 

At the door: Superhot Edoardo Velicskov.

No dress codes: we always want stylish and open-minded people.

€ 13 till 1:00am GUEST ADMISSION w DRINK € 15 from 1:00 till 2:00am GUEST ADMISSION w DRINK

 

Free Parking Area.

Get your name on a guest list and feel free to ask for further infos:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ecco il link per le foto di venerdì:

https://www.facebook.com/alphabet.milano/media_set?set=a.227351697443084.1073741851.100005047663503&type=1

 

ALPHABET, Friday December 13th. THE ADMISSION IS STRICTLY ON GUEST LIST

Rocket Club, Alzaia Naviglio Grande 98, Porta Genova, Milan. From 11:30 PM till late.

Indira Fassioni

Un evento nell'evento: questo è quello che Spazio Giulio Romano sta preparando per giovedi 12 dicembre!

La prestigiosa location milanese, sita in Via Giulio Romano 8, da poco riaperta al pubblico con un look completamente rinnovato, si trasforma, per una notte, nel club più esclusivo d'Europa.

Protagonista sarà infatti la musica di Helena Hauff, dj tedesca di Amburgo,considerata la più talentuosa della sua generazione.

Look dark e techno primordiale suonata con eleganza, stile e consapevolezza e una carriera di tutto rispetto: tre uscite sold out su PAN, Blackest Ever Black e sulla Werkdisc di Actress.

Pieni voti su Pitchfork, FACT Magazine, Noisey UK e il meglio della stampa internazionale che si occupa di musica elettronica.

La performance di Helena Hauff presso Spazio Giulio Romano è ospitata da NUL, collettivo dall'estetica anarco-futurista che organizza ritrovi tramite passaparola in stile speakeasy, eventi in bilico tra musica ed arte: proiezioni di vecchie pellicole recuperate,performance, dj set, collaborazioni con etichette discografiche e case editrici.

Lo Spazio Giulio Romano è la location ideale per eventi privati e aziendali: look rinnovato, ampi spazi con giardino zen, angolo bar e un'acustica rinnovata, grazie anche alle pareti insonorizzate.

Un luogo importante anche grazie alla propria collocazione, a due passi da via Ripamonti, l'Università Bocconi e la movida di Porta Romana.

 

Save the date: Helena Hauff for NUL @Spazio Giulio Romano

Giovedi 12 dicembre 2013

Spazio Giulio Romano

via Giulio Romano 8, Milano

MM Porta Romana

 

Come di consueto, rieccoci alla consueta rubrica del venerdi: il weekend presso la Sacrestia Farmacia Alcolica.

Come ogni settimana, il team del locale hanno pensato per voi ad una tre giorni di musica, buon cibo e divertimento.

Prendete carta e penna:

 

Venerdi 22 novembre dalle 22

Free entry

MILANO TOWN SOULDIERS ( The Soul Allnighter )

Una selezione musicale, rigorosamente su vinile originale, totalmente orientata a tutte le sfaccettature della musica Soul: dal suono Northern Soul dei dischi 60's più rari al Modern, dal Soul Crossover dei 70's e 80's alle ultime produzioni delle etichette indipendenti contemporanee.

Il tutto arricchito da ospiti italiani e internazionali.

Alle selezioni:

LUIS & JIMMY SOULFUL (Soulful Torino)

FRED BULLY (Lambrate Town Souldiers)

FABIO CONTI (Lambrate Town Souldiers)

Fb page: https://www.facebook.com/events/457666767686886/https://www.facebook.com/MilanoTownSouldiers

 

Sabato 23 novembre a partire alle 21

WHENMUSICATTACKS con

 

KINGSHOUTERS

AIRACOMET

THE TRIP-WEEKEND

EOS

Djset a cura di IN MEXICO

Fb page: https://www.facebook.com/events/570270913046853/https://www.facebook.com/WhenMusicAttacks

 

Domenica 24 novembre

Musica live e buon cibo

Start h 17.30

LORO SONO I N.E.T!

Pomeriggio in musica in compagnia di Alessandro De Gasperi (guitar), Giorgio Di Tullio (drums), Luca Dell'Anna (keyboards) e Ivo Barbieri (bass).

Fb Page:https://www.facebook.com/events/750376498311921/

 

A seguire, a partire dalle 21

JAM SOUNDS GOOD

Un appuntamento con il blues..per chi ama il sound del Mississippi...a Milano!

 

Fb Page: https://www.facebook.com/events/214028755445565/https://www.facebook.com/JamSessionBluesFunkMilano

 

Venerdì 22 Novembre non perdetevi la seconda serata della stagione invernale Meladailabrianza, il movimento lgbtq che vede la luce nel giorno di San Valentino, il 14 febbraio 2012. Titolo dell’evento :“Stand Up - Fuori c’è la rivoluzione Vol. II ” nella leggendaria atmosfera del Bloom di Mezzago (MB).

L’evento ben si confà al tema del cambiamento, a cui l’intera stagione è improntata e si pone come orgoglioso traguardo per il movimento lgbtqi brianzolo, che presenterà ufficialmente la campagna di sua realizzazione a sostegno dell’omogenitorialità “OHANA #significafamiglia”.

Per l’occasione la serata avrà il carattere del dibattito: a salire sul palco per raccontare studi e storie di vita saranno la politica Anna Paola Concia, Francesca Vecchioni e il dott. Pier Luigi Gallucci (Psicologi Arcobaleno, Torino). L’intera chiacchierata sarà moderata dalla speaker di Radio Popolare e attivista omosessuale da tanti anni Eleonora Dall’Ovo.

L’evento annovera tra gli invitati anche la redazione di Le Cose Cambiano, dal cui libro il poeta e attore brianzolo Paolo Agrati leggerà alcuni contributi.

Al termine del dibattito si darà spazio al djset di Mary K & ShenerDj.

Il visual set è affidato a Gp vj, mentre il photoset a Em Photoproject.

Madrina e presenza immancabile, la drag queen Maya Luna. Guest star, Miss Cappa.

«La presentazione di “OHANA #significafamiglia” - commenta Viviana Bruno, portavoce del collettivo Meladailabrianza - e la realizzazione stessa di questa serata di dibattito, con personaggi così impegnati e competenti sull’argomento, ci rende orgogliosi del nostro lavoro e ci fa sperare nell’arrivo di quel tanto agognato cambiamento nella società che ci circonda. Sensibilizzare e informare sono da sempre due forti armi di Meladailabrianza e nemmeno questa volta abbiamo avuto paura di usarle».

 

Sabato 23 novembre “OHANA #significafamiglia” verrà presentata anche durante un evento organizzato dall’associazione Gaia360 presso Item Milano (via Pompeo Leoni, 5).

 

Bloom

Via Eugenio Curiel, 39 - 20883 Mezzago (MB)

http://www.bloomnet.org/2012

Inizio serata ore 22.

Ingresso libero.

Meladailabrianza

web: www.meladailabrianza.blogspot.com

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Riapre la nuova stagione di Alphabet, storico appuntamento della notte milanese, un progetto nato dalla creatività e dall'esperienza dell'art director Luca Crescenzi, affiancato da Michele Modica, Gianni de Nisi e Simona Perrini, divenuta un punto di riferimento privilegiato per un pubblico trasversale (per età,sesso e preferenze sessuali) ma omogeneo per stile e mood.

La nuova stagione di Alphabet (il cui nome si ispira all'omonima canzone di Amanda Lear), si apre con tante novità: la nuova location innanzitutto, il redivivo Rocket, trasferitosi in Alzaia Naviglio Grande 98 e divenuto un club vero e proprio; la presenza di due sale, una per la dj resident Enza Van De Kamp, che proporrà una selezione musicale di brani degli anni Ottanta e Novanta e l'altra per Barbarella, figura storica della nightlife milanese, nota per una selezione eclettica di elettronica e pop.

Importanti novità anche sul piano della veste grafica: mentre l'anno scorso ogni invito corrispondeva a una lettera dell'alfabeto, quest'anno gli organizzatori hanno optato per i segni di punteggiatura, con i quali creare delle emoticons che suggeriscano il mood della serata.

Inoltre, ogni mese un ospite musicale arricchirà con la sua presenza la lineup di Alphabet.

 

Alphabet

Ogni venerdi notte @nuovo Rocket Club

Alzata Naviglio Grande, 98

23,00-04,30

 

Anteprima 25 ottobre; apertura stagione 8 novembre

Ingresso in lista :

dalle 23,30 all'1,00:  euro 13 con consumazione

dall'1,00 alle 2,00: euro 15 con consumazione

negli altri casi euro 20 con consumazione

 

Per info:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/alphabet.milano

#alphabetmilano

 

 

 

La lineup dell’evento Chapeau!, organizzato per sabato 1 giugno da Modalità Demodé e Rosaspinto presso lo Spazio Giulio Romano, si arricchisce della presenza di The Perseverance, dj e producer  congolese, ma milanese di adozione.

Marvely Perseverance, già nel progetto AfterMazik, ha iniziato la sua carriera a 16 anni con il suo amico ELTA, dedicandosi a sonorità hip hop, contaminazioni elettroniche, conquistando il pubblico lombardo, senza tuttavia pubblicare nessun album.

Non contento di ciò, Marvely si dedica anche alla danza, diventando ballerino professionista, e crea una serata chiamata Akeem of Zamunda, decidendo di cambiare il suo stage name in The Perseverance.

Akeem of Zamunda, di scena al Rocket Club, mixa basi afro-electro, hip hop, groove, reggaeton, shakerando il tutto con sonorità tipicamente brasiliane.

Il successo non tarda ad arrivare, tanto da portarlo ad esibirsi con artisti del calibro di Afrikan Boy, Girl Unit,The Bug,Dope Boys e TORO.

Al momento, The Perseverance si sta dedicando alla produzione del suo primo EP, non dimenticando di esibirsi dal vivo, come accadrà durante l’evento Chapeau.

Don’t miss it!

SABATO 25 MARZO 2013

MAGAZZINI GENERALI

Milano, Via Pietrasanta,14

Apertura porte ore 19.30 – Inizio concerto ore 21.15

Prezzo del biglietto 25 euro + diritti prevendita

 

Opening: The Kolors

 

Il duo britannico dopo essersi aggiudicato dischi d’oro e di platino in Europa con l’album di debutto ‘Happiness'  con 2 milioni di copie vendute nel mondo, annuncia il nuovo tour e l’uscita a marzo 2013 del nuovo disco ‘Exile’.

 

Gli Hurts sono formati dal cantante Theo Hutchraft e dal sincronizzatore Adam Anderson, hanno avuto il primo successo grazie al remix del loro brano ‘Wonderful Life e sono uno dei nomi che emerge tra gli appassionati di pop elettronico.

Hanno riscoperto  e rivitalizzato suoni particolari, tratti dalla musica degli anni’80, rendendoli nuovamente attuali attraverso la scrittura di una vera e propria opera pop eccelsa, vincendo nel 2011 la nomination di Best New Band agli NME Awards.

 

Anche dal vivo non tradiscono la loro magia, il glam diventa parte integrante dello show che è, sin daglin esordi, uno dei live più affascinanti degli ultimi anni, con esplosioni sonore che filtrano con la dance, imperdibili.

 

La band si esibirà dal vivo in due esclusivi concerti il 7 ed il 9 febbraio rispettivamente a Londra e Berlino presentando il nuovo album, seguirà poi una tournee nelle principali capitali europee che prevede un’unica data in Italia il 25 marzo 2013 ai Magazzini Generali di Milano.

 

Non saranno disponibili biglietti in cassa il giorno del concerto.

 

Informazioni su come acquistare i biglietti:

Ticketone.it  892.101  www.ticketone.it

Vivaticket  899.666.805  www.vivaticket.it

Ticket.it  02.54271  www.ticket.it

 

http://www.magazzinigenerali.it/hurts/

 

 

 

Kernkraft 400 è un pezzo che conoscono tutti. La melodia, ripresa dal videogioco Lazy Jones per Commodore 64, si è imposta nell'immaginario dance dal 1999, aprendo le porte del nuovo millennio al nuovo progetto del tedesco Florian Senfter, già conosciuto come Splank!,  Zombie Nation. Le atmosfere techno, ritmi inquieti, tastieroni e vocoder hanno immortalato un'istantanea di quegli anni, ascendendo mr. Senfter a icona indimenticabile; non è un caso che a credere in lui per la prima volta sia stato Dj Hell con la sua Gigolò Records.

 

Il primo disco è molto underground e già dalla copertina dell'album si capiscono le intenzioni: la foto di base è la stessa di Nevermind, dei Nirvana, il bambino, però, è capovolto e l'acqua è rossa, sullo sfondo quattro ombre in attesa. Un album di rottura, di capovolgimento, a metà tra techno old school e nuovi beat, il tutto accompagnato da melodie ipnotiche e un vocoder imperdibile, molto simile allo stile di Anthony Rother. A quattordici anni di distanza esce il quinto album, RGB, e si capiscono le qualità di un artista intramontabile. Se dovessimo prendere il primo e l'ultimo album, ascoltarli di seguito e dover dare un giudizio, è chiaro che Splank!  ha saputo innovarsi, ricercarsi e ha al meglio trovato uno spazio nel nuovo universo della musica elettronica. Ma quattordici anni non possono passare inosservati e dovendo scrivere un articolo a tutto tondo sull'artista, bisogna che mi soffermi a capire cosa è successo in questo decennio.

 

L'esordio con la Gigolò ha funzionato e nel giro di quattro anni il giovane è proiettato in una spirale di contaminazioni e sperimentazioni che gli permettono di produrre il secondo album Absorber, nel quale riversa tutt'altri stili e si apre a un genere più electro, a tratti esotico, mantenendo però i tratti distintivi come il vocoder e, in alcune tracce, le atmosfere old school.

 

Ma è nel 2006 che avviene la magia. Le tracce del terzo album, Black Toys, sono corpose, dure, e si ritorna un po' al sound degli esordi, ma con una netta influenza più house; notiamo anche la scomparsa del vocoder che viene sostituito da campioni nella maggior parte dei casi. Tech-house che lo porta a incontrarsi con il gigante Tiga, con cui fonda nel 2007 il progetto parallelo ZZT (e di cui abbiamo diversi Ep più che validi), in una commistione di generi tra l'house, l'elettro e forse una spruzzata di elettroclash. Non sorprende che il progetto sia un successo immediato e l'album Lower State of Consciousness viene nominato album del mese da MixMag.

 

Passano tre anni di tour in giro per l'Europa e il mondo e finalmente esce l'attesissimo Zombielicious. Un capolavoro che segna il passaggio in una nuova era per il dj tedesco. Le tracce sono tutte cariche di una nuova vitalità che si esprime in un beat frenetico e bassi da far tremare le pareti, in un vorticoso richiamo al suo vecchio stile, ma con tutta una nuova propensione per l'elettro e la teatralità, tra altri e bassi che richiamano uno stile inedito. Basti sentire pezzi come Seas of Grease e Mas De Todo per rendersene conto. Tra le contaminazioni, troviamo anche una punta di elettrofunk, in canzoni come Radio Controller, in cui la fa da padrona una melodia distorta in wha wha e un cantato pulito e molto in sintonia con lo stile di Tiga. Così si conclude l'ultima fatica di questo gigante dell'elettronica. Con RGB, l'ultimo disco che raccoglie sotto le sue 15 tracce un misto di tutte le esperienze passate con l'aggiunta di un punto di vista più violento, forse ispirato a qualche francese come Brodinsky(?).

https://soundcloud.com/turborecordings/sets/zombie-nation-rgb-1

 

Il suo precedente dj set, ormai un anno fa al Tunnel di Milano, me lo ricordo così: luci soffuse, lampi sulla sfera stroboscopica, tuoni nelle orecchie e io che non mi reggo in piedi. Le impressioni del momento sono molto importanti e quella sera marcai a fuoco nel cervello la bravura di questo dj, la sua tecnica e maestria, tra un passaggio e l'altro, mai scontato, sempre coerente e ovviamente esageratamente pesto. Il giorno dopo avevo un gran mal di testa, ma ero sicuro di aver vissuto un'esperienza indimenticabile, e forse in quello stato mentale alterato son riuscito a godermi meglio lo spettacolo, tra bassi che mi penetravano le viscere e synth che mi risollevavano da uno stato catatonico verso un paradiso di fumo artificiale e neon.

 

Zombie Nation, questo venerdì sarà al Tunnel Club di Milano, ospite per la serata di Le Cannibale. Io ci farei un pensierino!

Evento Ufficiale

 

Lunedi 25 febbraio 2013, dalle 22:00 alle 2:00
Un appuntamento mensile imperdibile. Un luogo dove il flashback s'impadronisce del presente, dove tornare indietro nel tempo ma con una meta ben precisa. Un viaggio nella musica underground e techno dei primi 90's per riscoprire il presente attraverso la ricerca. Un club dove la musica avvolge come una nebbia e cela le identità, mescolandole con il beat.

Djs Alex Carrara Enrico Bernes

Toilet Club via Lodovico il Moro 171, Milano

Ingresso gratuito con tessera Arci, Arcigay, Arcilesbica, Uisp Non hai la tessera? Richiedila qui: www.circolotoilet.it/tessera

Pagina 3 di 3

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.