CHIAMACI +39 333 8864490

Dopo le vacanze estive, ripartono con entusiasmo le stagioni teatrali milanesi e quella delle Manifatture Teatrali Milanesi apre con un’incredibile esordio: i sei giovani talenti neodiplomati alla Scuola di Teatro Quelli di Grock porteranno in scena, dal 13 al 18 ottobre, Enrico IV, lo spettacolo di fine corso della stagione 2014-2015.

La storica opera di Luigi Pirandello sarà qui diretta dal già consolidato duo formato da Susanna Baccari e Claudio Orlandini, che hanno guidato questo laboratorio formativo e professionalizzante, importante traguardo per i sei giovani attori e un’interessante opportunità di scambio reciproco tra la compagnia e le nuove generazioni.

Ancora oggi, l’Enrico IV è considerato uno dei capolavori di Pirandello e la sua prima rappresentazione a Milano risale al 1922.

L’equilibrio tra ragione e follia, tra razionalità e finzione è qui messo decisamente a dura prova. La perdita dell’amore, della giovinezza e della stessa vita, porteranno l’uomo dietro il personaggio di Enrico IV a lottare contro la paura stessa, la paura di affrontare la realtà e il timore di guardarsi allo specchio per vedere realmente chi esso sia.

“Perché guai, guai se non vi tenete forte a ciò che vi par vero oggi, a ciò che vi parrà vero domani, anche se sia l’opposto di ciò che vi pareva vero ieri”, Enrico IV.

Questo è quindi lo spettacolo che è stato scelto per inaugurare COSTELLAZIONE, la stagione teatrale 2015-2016 di Manifatture Teatrali Milanesi e la Prima Nazionale sarà sul palcoscenico proprio il 13 ottobre con un appuntamento da non perdere.

 

ENRICO IV – 13-18 ottobre 2015 da martedì a venerdì ore 20:30 domenica ore 16:00 lunedì riposo Durata: 1 ora e 40.

Teatro Leonardo, Via Andrea Maria Ampère, 1, Milano

BIGLIETTI: intero 21€, ridotti 11/15€ - Abbonamenti: MTM Abbonamenti e convenzioni -  www.mtmteatro.it

Biglietteria unica: Corso Magenta 24, Milano 02 86 45 45 45 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 19:30.

PREVENDITA ONLINE Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita vivaticket.it

MODALITÀ DI RITIRO I biglietti prenotati vanno ritirati nei giorni precedenti presso il Teatro Litta negli orari di prevendita o la sera stessa presso il teatro sede dello spettacolo a partire dalle 18:30

[gallery ids="47036,47038,47039,47040"]

Quarant’anni di studi e idee sul pensiero e sul cuore dell’uomo occidentale.

Anime e Volti. L’arte dalla Psicologia alla Psicoanalisi è l’opera completa della maturità di Flavio Caroli che raccoglie gli studi più importanti, il lavoro e l’esperienza di oltre quarant’anni nell’ambito della storia dell’arte e del legame tra arte, fisiognomica e psicologia. Rappresenta l’altra faccia della medaglia rispetto a La Storia Della Fisiognomica da Leonardo a Freud ed è perfettamente complementare ad esso. La Storia Della Fisiognomica si occupava infatti del versante teorico della ricerca, in questo volume si entra invece nel vivo della creazione artistica.

L’opera comprende i testi più significativi che Caroli ha dedicato all’argomento, esplorando il lavoro degli artisti che più di altri hanno incarnato questa linea introspettiva: da Leonardo – con cui nasce l’arte moderna-, Lotto, Correggio, Sofonisba Anguissola, Fede Galizia, Caravaggio, Giuseppe Bazzani, fino agli interpreti del Gran Teatro del mondo settecentesco, a Gericault e all’Ottocento francese, ai protagonisti del Novecento e delle Avanguardie degli anni Ottanta.

Il tentativo è quello di ricostruire il cammino parallelo degli studi della Psicologia da un lato e le riflessioni dei pittori sui moti dell’animo dall’altro, riflessioni che ebbero una influenza determinante sugli artisti nella costituzione appunto del rapporto fra l’Anima e il Volto e nella nascita della Psicologia moderna. Il libro include quindi i rapporti tra arte e psicologia fino ai giorni nostri.

Si tratta di un cammino grandioso che segna la specificità non solo “del pensiero in figura” occidentale, ma dei contenuti di tutta la nostra civiltà rispetto alle altre grandi culture maturate su questo pianeta.

La presentazione del libro si terrà il 5 ottobre al Teatro Franco Parenti alle ore 18.30. L'ingresso prevede un contributo di 3,5 €

Info

Tel : 02 59 99 52 06; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Fb : http://www.facebook.com/teatrofrancoparenti Tw: http://www.twitter.com/teatrofparenti Sito : http://www.teatrofrancoparenti.it

Dopo “Ogni giorno ha il suo male”, esce il secondo noir di Antonio Fusco ambientato sulle colline toscane.

Malinconico e cinico, duro ma anche clemente, un uomo tutto d’un pezzo, innamorato e disincantato allo stesso tempo, Tommaso Casabona è il commissario di Valdenza, una sonnolenta cittadina toscana. Originario di Napoli, sposato e con due figli adulti Casabona è in quella fase della vita in cui i figli sono grandi e con la moglie vivono come due estranei che cercano di ricordare come e perché sono capitati sotto lo stesso tetto. Il lavoro è senza dubbio una delle sue ancore di salvezza.

È un ferragosto rovente e sulle colline toscane ai confini di Valdenza viene trovato il corpo di un uomo, ucciso con un colpo di pistola alla nuca, sotto quel che in paese è noto come “il castagno dell’impiccato”. Non un omicidio qualsiasi, ma una vera e propria esecuzione, come risulta subito lampante agli occhi dell esperto commissario Casabona, costretto a rientrare in tutta fretta dalle ferie, dopo un’esplosiva discussione con la moglie. Casabona non riesce neanche a dare inizio alle indagini, però, che il caso gli viene sottratto dalla direzione antimafia. Qualcosa non torna. Strano, come l’atmosfera di quei luoghi: dopo lo svuotamento della diga costruita nel dopoguerra, dalle acque del lago è riemerso il vecchio borgo fantasma di Torre Ghibellina, con le sue casupole di pietra, l’antico campanile e il modesto cimitero. E fra le centinaia di turisti accorsi per l’evento, Casabona si imbatte in Monique, un’affascinante e indomita giornalista francese. O almeno, questo è ciò che dice di essere. Perché in realtà la donna sta indagando su un misterioso dossier che denuncia una strage nazista avvenuta proprio nel paesino sommerso. Un dossier sferzante, passato di mano in mano come una condanna a morte, portandosi dietro un’inspiegabile catena di omicidi. E tra una fuga a Parigi e un precipitoso rientro sui colli, Casabona sarà chiamato a indagare su cosa nascondono da decenni le acque torbide del lago di Bali. Qual è il prezzo della verità? E può la giustizia aiutare a dimenticare?

Antonio Fusco, nato a Napoli nel 1964, è funzionario nella Polizia di Stato e criminologo forense. Dal 2000 vive e lavora in Toscana, dove si occupa di indagini di polizia giudiziaria. "Ogni giorno ha il suo male", suo romanzo di esordio, è stato accolto da un grande successo di pubblico e di critica, ottenendo il "Premio Scrittore Toscano" (Menzione speciale gialli e noir) e il "Premio Garfagnana in Giallo 2014".

Dal 5 Ottobre al 2 Novembre, presso il Nuovo Cinema ParentiStanley Kubrick – dai romanzi allo schermo”, rassegna cinematografica che si propone di raccontare nel corso di 5 appuntamenti questa passione smodata di Kubrick per la lettura, e la letteratura, e il modo in cui questa ha intrecciato la trama di alcuni dei suoi più grandi capolavori.

 

Nel corso di 5 serate, saranno proiettati 5 grandi capolavori di Kubrick in lingua originale sottotitolata, tratti da 5 grandi romanzi, e ogni film sarà introdotto da un attore d’eccezione che leggerà brani dai romanzi da cui sono tratti.

La rassegna è realizzata dal Teatro Franco Parenti in collaborazione con Associazione Pier Lombardo

 

Nella sua vita Stanley Kubrick ha rivestito decine di ruoli. E’ stato regista, naturalmente. Ma anche sceneggiatore, produttore, direttore della fotografia, montatore, addetto agli effetti speciali. Si è dedicato anima e corpo alla sua passione per gli scacchi, è stato un fotografo dall’occhio dirompente, oltre che marito e padre.  Ma, biografia ufficiale a parte, Stanley Kubrick è stato un lettore onnivoro. Leggeva centinaia e centinaia di volumi. Talvolta senza sosta, lasciando stupefatti gli amici con cui si trovava poi per discuterne e confrontarsi con loro. I libri gli occorrevano per ispirarsi e per documentarsi. Li utilizzava come argilla, come ricettacolo di spunti, essenze, nuclei narrativi da cui dar vita alle sue creazioni, spesso in maniera assolutamente sorprendente.  Come aveva del resto intuito Borges ogni traduzione per essere autentica non può che tradire l’originale. Non riuscirebbe in caso contrario a replicare con fedeltà la poetica del testo primario. Come forse nessun altro, Kubrick fece suo questo principio realizzando film che avrebbero segnato la storia del cinema.

 

 

Sala AcomeA

Dal 5 ottobre al 2 novembre Nuovo Cinema Parenti in collaborazione con Associazione Pier Lombardo presentano

STANLEY KUBRICK Dai romanzi allo schermo Rassegna tra cinema, teatro e letteratura dedicata al genio di Stanley Kubrick con Corrado Tedeschi, Anna Della Rosa, Filippo Dini, Rosario Lisma, Massimo Loreto

Ingresso 8€

 

IL PROGRAMMA

 

lun 5/10 h 20

Lolita di Vladimir Nabokov lettura di Filippo Dini Lolita con James Mason, Shelley Winters, Sue Lyon GB, USA (1962, 153 min) Un misto di irritazione, rammarico e restio godimento. Assimilo il film di Kubrick a certe traduzioni di Rimbaude Pasternak fatte da un poeta americano. Vladimir Nabokov a proposito della trasposizione cinematografica di Lolita.

 

dom 11/10 h 20

Doppio sogno di Arthur Schnitzler lettura di Anna Della Rosa Eyes Wide Shut con Tom Cruise, Nicole Kidman GB, USA (1999, 160 min) La gente prende dall’arte quello in cui crede già e mi chiedo quante persone abbiano cambiato opinione su un qualsiasi argomento importante in seguito al contatto con l’opera d’arte. S.K.

 

lun 19/10 h 20

Le memorie di Barry Lyndon di William M. Thackeray lettura di Corrado Tedeschi Barry Lyndon con Ryan O’Neal, Marisa Berenson GB (1975, 184 min) Mi piacciono gli inizi lenti, quelli che si insinuano sotto la pelle dello spettatore e lo coinvolgono in modo tale da renderlo capace di apprezzare le note e i toni senza frastornarlo. S.K.

 

lun 26/10 h 20

Un’arancia a orologeria di Anthony Burgess lettura di Massimo Loreto Clockwork Orange con Malcolm McDowell, Patrick Magee, Adrienne Corri GB (1971, 136 min) Arancia Meccanica è il mio film preferito. Ero molto maldisposto, ma dopo averlo visto mi sono reso conto che è l’unico film che riesce a cogliere realmente l’essenza del mondo moderno. Luis Buñuel

 

lun 2/11 h 20

The Shining di Stephen King lettura di Rosario Lisma The Shining con Jack Nicholson, Shelley Duvall USA (1980, 116 min)Il racconto fantastico affronta  meglio quei temi che riguardano soprattutto l’inconscio. Ironia della vicenda in Shining è che ci sono persone che possono vedere passato e futuro e che possono avere un contatto telepatico però il telefono e la radio a onde corte non funzionano e le strade coperte di neve sono impraticabili. S.K.

 

Nuovo Cinema Parenti via Pier Lombardo 4, Milano Tel. biglietteria : 02 59 99 52 06 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.teatrofrancoparenti.it

 

[gallery ids="46990,46989,46987,46986"]

 

Domenica 4 Ottobre 2015, alle ore 21.00, presso lo storico Zelig Cabaret di viale Monza a Milano andrà in scena “La Vita è un Bordello”, di e con Savino Cesario.

In  “La Vita è un Bordello” si alternano le storie di persone che tutti abbiamo conosciuto o delle quali abbiamo sentito parlare, di una memoria a volte grottesca, tragica, commovente che tutti abbiamo nel DNA,  a quella cronologica del mestiere più antico del mondo, dalla Prostituzione Sacra, di cui si parla anche nella Bibbia, alla legge Merlin che decreta la fine “ufficiale” delle Case di Piacere.

Un racconto dolce amaro che prende spunto dalle tante storie di vita e di amori del nonno di Savino: narrazioni a volte tragiche altre commoventi sbocciate nelle case di tolleranza, un tempo legali e che  venivano regolarmente frequentate dagli uomini italiani che li utilizzavano normalmente anche come luoghi di ritrovo e di svago.

Inizialmente confezionati come racconti radiofonici per un programma di Radio Rai, sono stati ora affidati al racconto teatrale, restituiti alla loro vera natura evocativa, un regalo di tutti i Nonni, ad una platea di nipoti, anche per chi un Nonno non l’ha mai avuto.

 

 

SAVINO CESARIO

in

LA VITA è UN BORDELLO

STORIE D’AMORE DEL ‘9OO

Testo di Savino Cesario Musiche Originali di Savino Cesario e Silvano Belfiore

 

Domenica 4 Ottobre 2015 - ore 21.00

ZELIG CABARET

Viale Monza 140, Milano

biglietti:

tavolo 12 euro – tribuna 10 euro (I prezzi indicati si intendono senza consumazione ed eventuale prevendita)

Infoline e prenotazioni:t tel. 02.255.1774  -  www.areazelig.it Acquisti ondine su www.ticketone.it

 

SAVINO CESARIO Teatro – Radio e Televisione

 1983 - "La vera storia di Teresa" comp. Panna Acida 1985 - "Romanzo Picaresco" di D.Riondino 1986 - "Recital" di P. Rossi 1987 - "Le visioni di Mortimer" di Stefano Benni e Paolo Rossi 1988 - "Campione della risata" (Canale 5) 1990 - "Star 9O" (Rete 4) 1990 - "Zeniù simpa" di Savino Cesario e Giorgio Centamore 1992 - "TG delle vacanze" (Canale 5) 1992 - "Recital" di Enzo Iannacci 1993 - "Operaccia Romantica" di Paolo Rossi 1993 - "Su la testa" di Gino & Michele - Paolo Rossi (RAI 3) 1993 - "Il resto manc(i)a" di C'é quel che c'é BAND (coautore e interprete) 1994 - "Milanon Milanin" con Rossi, Ponzoni, Monti, Vasini 1994 - "Il laureato" di Piero Chiambretti (RAI 3) 1995 - "Non dateci Spago" di C'é quel che c'é BAND (coautore e interprete) 1996 - Autore della commedia radiofonica "NONNO MICHELE storie del 900" (Radio RAI 2) 1996 - "Tafano show" di S.Cesario, A.Catania, F. De Luigi,Balstz 1997/98- POESIE di e con David Riondino 1998/99 - Crackers radio - Radio Due 1999 - Tourne' con Gioele Dix 1999/2000- MAI DIRE GOL - Maidireweb - Italia1 2000/2008 MAI DIRE DOMENICA - MAI DIRE GOL – MAI DIRE GRANDE FRATELLO 2001/08 “HO PERSO IL TREND” Radio Rai 2002 – OLMO AND FRIENDS  (Autore e Produttore) Fabio de Luigi - Paola Cortellesi 2003 – BULDOZER RAI DUE- con D. Vergassola e F. Panicucci 2004 – La vita non è rosa – con Maurizio Crozza 2005 – VERONICA IN – Radio 2 – con Veronica Pivetti 2007 –APOCALIPSE SHOW - Direttore Orchestra 9- Rai 1 con Fabio De Luigi e Gianfranco Funari 2009/15 – CROZZA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE LA 7 2014 –Nascosto dove c’è più luce – Gioele Dix  - Compositore 2015 - ONDEROD con Gioele Dix

 

[gallery ids="46979,46978"]

Dal 9 al 14 ottobre al Teatro Libero di Milano, andrà in scena “Best Of - Fai del tuo meglio”, un ironico monologo nato dalla penna di Haresh Sharma, drammaturgo di Singapore che ha all’attivo già oltre 50 testi, dei quali soltanto questo è stato tradotto in italiano.

Specchio di un teatro che guarda in faccia la realtà, questo monologo, della durata di circa 75 minuti, racconta con ironia tagliente le vicende di una donna alle prese con la sua quotidianità, affrontando le mille sfide che la vita le riserva, tra le quali un divorzio impossibile e una madre malata di cancro.

Problemi reali, appartenenti ad un mondo che tutti siamo abituati a vedere ogni giorno, trattati in maniera lucida e brillante da questo geniale drammaturgo, proposto qui nella traduzione italiana di Roberta Verde.

La regia è di Tatiana Olear, già condirettore artistico dell’OUTIS, Centro Nazionale di drammaturgia Contemporanea, ospitato dal Piccolo Teatro di Milano. Collaborando anche all’estero e viaggiando tra Regno Unito, Russia, italia, Svizzera e Irlanda, Olear ha firmato circa 20 regie tra teatri stabili e off.

La protagonista che darà vita a questo spettacolo è Elena Ferrari, attrice “doc” proveniente dalla scuola del Piccolo Teatro è già un nome noto all’interno dell’ambiente artistico milanese, avendo lavorato con artisti del calibro di Giorgio Strehler e Luca Ronconi, solo per citarne un paio.

Lo spettacolo ha debuttato in forma di studio al Piccolo Teatro Grassi di Milano il 23 settembre del 2014 e adesso è entrato a far parte della programmazione ufficiale del Teatro Libero nella sua versione definitiva.

Un testo attualissimo, che tratta di multiculturalità e tematiche femminili, con lo scopo di sensibilizzare il pubblico rispetto ai problemi che la “nuova globalizzazione occidentale” sta affrontando e mostrando un ambiente all’interno del quale, anche in piccola parte, non si fa fatica a riconoscersi.

A incorniciare lo spettacolo, non mancherà un fitto calendario di eventi ad esso correlati, tutti incentrati sulle tematiche presenti all’interno dello spettacolo: il 7 ottobre alle ore 19:00, si terrà un incontro presso la scuola civica Paolo Grassi intitolato “MULTICULTURALISMO a portata di tutti”, dove interverranno in merito personalità importanti, tra le quali anche la stessa Tatiana Olear.

Dal 12 al 14 ottobre, invece, all’interno dello stesso Teatro Libero, non perdetevi gli originalissimi “APERITIVI AD HOC”, dalle ore 20:15, organizzati in collaborazione con ObarraO edizioni, che vedranno al centro sempre tematiche di attualità legate al multiculturalismo e all’integrazione.

Un appuntamento da non perdere, specialmente vista l’attualità dei temi trattati.

BEST OF – Fai del tuo meglio Dal 9 al 14 ottobre 2015, Teatro Libero, Via Savona, 10 - Milano.

BIGLIETTI: Intero € 21,00 Ridotto under26 e over60 € 15,00 Allievi Teatri Possibili con TPCard € 10,00 (prime rappresentazioni € 3,00) Prevendita € 1,50

PROMOZIONI

Tutti coloro che parteciperanno agli eventi legati allo spettacolo avranno diritto a 2 biglietti ridotti a € 13,00.

Promozione Best Of - Donne a teatro

Tutte le amiche che utilizzeranno la promozione Donne a teatro presentando la propria tessera associativa o la newsletter promozionale avranno diritto a 2 biglietti ridotti a € 13,00 per sé e un'accompagnatrice.

Promozione Best Of - Multicultura

Tutti gli associati a gruppi e associazioni multiculturali avranno diritto a 2 biglietti ridotti a € 11,00 presentando alla biglietteria un tesserino dell'Associazione.

Info: http://www.teatrolibero.it/

Adele Di Giovanni

Conosciamo ormai bene l’iniziativa ministeriale di successo denominata “Domenica al Museo”: anche ad Ottobre potrete approfittare della prima domenica del mese per godervi gratuitamente tutti i musei e le aree archeologiche italiane.

Chi si trova a Roma, tuttavia, potrà rendere ancor più speciale il prossimo weekend partecipando ad un evento unico all’insegna dell’arte.

Vi segnaliamo, infatti, che Sabato 3 e Domenica 4 Ottobre per la prima volta si apriranno le porte del Chiostro di Michelangelo per una Mostra e Asta di Beneficenza finalizzata a restaurare la chiesa di San Silvestro al Quirinale.

L’evento inizierà ufficialmente Sabato alle ore 17, quando si apriranno le porte del Chiostro di Michelangelo e sarà inaugurata la copia della Pietà di Michelangelo nella Cappella Bandini, annessa alla chiesa di San Silvestro al Quirinale, dove si terrà un piccolo concerto con la Star internazionale LU YE, famosa soprano e attrice cino-canadese in grande ascesa.

Successivamente il percorso si sposterà al Chiostro di Michelangelo, dove alle 18 verrà inaugurata la Mostra di Beneficenza intitolata "2 Cavalieri 2 Stili e 2 Continenti uniti per l'Arte e la Philantrophia dove lo stile Reinassance Pop incontra la Scultura Pittorica".

All’interno saranno esposte alcune opere realizzate dagli artisti Claudia Hecht (vincitrice del premio “International Artist of the Year Award for 2014”) e Lorenzo de Medici (famoso pittore premiato per le sue tele barocche che includono lo stile pop).

Parte dei proventi dell'importante asta (il valore delle opere degli artisti spazia dai 5.000 a 80.000 euro) serviranno per sostenere le attività di beneficenza dell'ordine di San Martino e una parte andrà come contributo per restaurare la chiesa di San Silvestro al Quirinale (in particolare per rifare il tetto).

La Mostra sarà poi aperta al pubblico Domenica 4 Ottobre dalle 10 alle 19.

La chiesa di San Silvestro al Quirinale, normalmente non accessibile al grande pubblico, sarà quindi aperta (in modo privato Sabato e al pubblico Domenica per tutto il giorno) per poter ammirare le opere d'arte esposte all'interno del Chiostro.

Quale occasione potrebbe essere migliore di questa? Vi aspetta un luogo dalle antichissime origini, frequentato da Michelangelo e scrigno di meravigliose opere artistiche.

 

 

Concerto di Lu Ye Sabato 3 Ottobre alle 17

Mostra di beneficenza. Opere d’arte di Claudia Hecht e Lorenzo de Medici Inaugurazione Sabato 3 Ottobre alle 18 Domenica 4 Ottobre apertura dalle 10 alle 19

 

Chiesa Di San Silvestro al Quirinale  Via XXIV Maggio, 10 - Roma

 

[gallery ids="46906,46907,46908,46909,46910"]

Il prossimo 10 ottobre, dalle ore 18.30, il Teatro dal Verme di Milano ospiterà un evento eccezionale in cui il Karate incontra le “ Arti": dalla musica alla video arte, dalla calligrafia alla cinematografia d'autore. Gli artisti e i performer presenti sono di assoluto rilievo internazionale e la serata sarà speciale grazie alla partecipazione del Maestro Dario Marchini (Karate), del pianista Cesare Picco, del calligrafo Luca Barcellona, dei registi Giovanni Giommi e Latino Pellegrini e ovviamente di chi questa commistione l'ha pensata e realizzata, Yuri Tartari Pucci. Si inserisce quindi perfettamente in questo quadro la presentazione ufficiale del volume “Shōtōkan Ryū Karate-Dō Kata” del Maestro Dario Marchini, edito da Taikyoku Publishing Company del karateka Ewald Roth. Il prodotto è di grandissimo valore tecnico ed è stato realizzato con la massima cura e attenzione al dettaglio, utilizzando materiali di altissima qualità in grado di restituire a questo libro un carattere prezioso.

Il progetto si inserisce anche nel calendario di eventi di EXPO IN CITTA' per rendere unica Milano durante il semestre di Expo. http://it.expoincitta.com/Calendario/Appuntamenti/LEfficacia-DellArte.kl

Sul Karate è stato effettivamente scritto molto e nell’immaginario comune rientra a pieno titolo come la disciplina di combattimento orientale più nota al mondo. Se da un lato questa vasta divulgazione ne ha favorito la crescita come sport, dall’altro ne ha stemperato alcuni aspetti che in realtà sono essenziali per la comprensione e lo studio approfondito di questa arte marziale. Si comprende infatti come, a seguito di un lungo percorso di pratica e studio del Karate, si riesca quasi a superare il carattere marziale e ad astrarne il suo spirito più artistico, anzi più precisamente si riesca a fare incontrare questi due caratteri apparentemente distanti in una sola parola che in giapponese è Dō, la cui traduzione più vicina è Via. Proprio da questa analisi complessa e attenta nasce il progetto che verrà presentato durante l’evento.

Il punto di partenza è la profonda conoscenza del Karate del Maestro Dario Marchini, pluricampione del mondo e presidente dell’Associazione Culturale Kokoro International, che si prefigge un lavoro di approfondimento e riflessione continua sui valori del Karate-Dō.

Da qui nasce il progetto “L’efficacia dell’arte” come tentativo di proposta a un pubblico ampio - non necessariamente di praticanti - dei principi e dell’esperienza di questa disciplina. Il percorso che verrà presentato durante la serata ricorrerà infatti ad alcuni lavori cinematografici realizzati con l’intenzione di fornire spunti di riflessione alternativi rispetto ai luoghi comuni che confondono i contorni di questa disciplina. Non si vedranno tavolette spezzate con la forza di un pugno ma si vedrà invece come la forza della musica può essere paragonata a quella di un colpo eseguito con la giusta intenzione, come la velocità di un gesto ne determini la sua efficacia quanto una pennellata data su una tela.

L’evento sarà quindi un alternarsi di immagini e parole dei protagonisti coinvolti in questo percorso, dai maestri ai registi, dagli artisti agli allievi, e giungerà al suo culmine con una performance inedita di Cesare Picco, famoso pianista improvvisatore e Luca Barcellona, uno dei più noti calligrafi contemporanei. Possiamo forse pensare che è il primo evento nella storia del Karate il cui l’obiettivo è quello di riempire un teatro di riflessioni, di immagini, di elaborazioni e di momenti di confronto tra praticanti e non. Possiamo forse dire inoltre che è la prima volta che la cinematografia cerca di raccontare con linguaggi moderni questa arte tradizionale senza comprometterne, anzi esaltandolo, l’alto contenuto tecnico.

[gallery ids="46895,46896,46898,46899"]

 

Ammirare una mostra di luce mentre si gustano specialità altoatesine? E' quel che succede al Rifugio Delicatessen nell’anno di Expo 2015, dove la tradizione culinaria sposa la cultura dell’illuminazione nel luogo dedicato al pranzo. Nella cornice degli eventi Expo in Città, dal 29 settembre al 3 novembre, Rifugio Delicatessen in collaborazione con Ghilli Antichità, apre il suo spazio conviviale alla mostra Lumièra, progetto inedito sul tema della Luce nel “luogo del pranzo”. L'inaugurazione si terrà martedì 29 settembre dalle ore 18.00.

Il percorso espositivo parte dal concetto di mensa medioevale morigerata e spartana e prosegue con l’evoluzione del luogo del pranzo, come luogo canonico nel quale acquisisce sempre più importanza la spettacolarità scenografica e il valore del servizio. In questo contesto l’illuminazione ha un ruolo determinante. Lampadari, applique e lampade divengono simbolo di bellezza, eleganza e classe per esprimere la ricchezza, lo sfarzo e il potere del padrone di casa.

La luce diventa così protagonista e passa dai primitivi lampadari in legno e metallo a quelli a più livelli in ferro e ottone, o altri materiali come l’argento, il legno dorato e il bronzo; nel XVIII secolo si fanno più lussuosi con il cristallo di rocca apprezzato per la sua bellezza, trasparenza e lucidità; in alternativa viene ideato il cristallo di piombo (con una grossa diffusione nei secoli XVIII e XIX). Infine il lampadario moderno si distingue per il suo stile essenziale e minimalista.

Partner esclusivo dell’iniziativa è la distilleria Roner che presenta il nuovo Gin Z44 con una serie di cocktail e con un gustoso risotto a basso grado alcolico che sarà possibile degustare presso il Rifugio Delicatessen per tutta la durata della mostra.

Il rifugio Delicatessen propone a Milano le prelibate ricette della tradizione altoatesina. L’amore per l’accoglienza e l’uso del legno antico creano un ambiente armonico e confortevole per un momento di gioia e tranquillità nel trantran della vita quotidiana. www.rifugiodelicatessen.com

Ghilli antichità opera nel settore dell'antiquariato da due generazioni occupandosi prevalentemente di illuminazione. Nel negozio milanese in via Ampere 55, inaugurato nel 1990, le luci sono protagoniste e vengono affiancate da una selezione di dipinti antichi, mobili e oggetti d'epoca accuratamente ricercati in dimore private. www.ghilli.it

Informazioni:

Rifugio Delicatessen - Via Lomazzo 67, Milano dal 29 settembre al 3 novembre 2015 tutti i giorni dalle ore 12:00 alle 23:00 www.lumiera-mostra.com Inaugurazione: martedì 29 settembre dalle h 18:00 Una selezione di lumiere d’epoca sarà inoltre visionabile presso Ghilli Antichità (dal lunedì al sabato orari 9:00 -12:30/15:00-19:00 - Via Ampère 55, Milano)

 

Indira Fassioni

[gallery ids="46883,46884,46885,46887"]

Da venerdì 25 settembre a domenica 27 settembre, “Strà. Festival delle Arti di Strada” trasforma il Castello Sforzesco, la Darsena del Naviglio, il Parco Sempione e altre vie centrali di Milano nel palcoscenico di una grande manifestazione popolare che coinvolge acrobati, circensi, performer, musicisti, teatranti, ma anche street artist, busker e ballerini, cabarettisti e mimi.

Giocoleria e acrobatica, clownerie e musica, marching band e teatro, ma anche new performing arts e urban (con una certa attenzione alle nuove forme espressive urbane quali break dance, parkour, pavement art), marionette e burattini, danza aerea: queste le categorie di un'iniziativa organizzata per il cartellone di “Expo in città”, che comprende oltre 100 eventi gratuiti per animare la città in questo week-end di inizio autunno.

[gallery ids="46866,46867,46869"]

Pagina 5 di 31

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.