CHIAMACI +39 333 8864490

|||

In occasione della Festa Nazionale del Cuoco, centinaia di Chef provenienti da tutta Italia sfileranno nella meravigliosa città di Matera.

L’iniziativa, curata dalll'Unione Regionale Cuochi Lucani e della Federazione Italiana Cuochi (FIC) con la partecipazione di istituzioni quali il Mipaaf, il programma Feamp e la Regione Basilicata.

Durante la kermesse di due giorni ci saranno incontri e degustazioni gratuite per far conoscere i valori della condivisione e aggregazione dei quali la cucina è principale espressione.

Un viaggio enogastronomico per conoscere le risorse ittiche della pesca artigianale costiera e dell’acquacoltura in abbinamento ad altre tipicità del territorio, e che culminerà in alcuni show cooking d'eccezione sul pesce povero, firmati da chef quali Alessandro Circiello - noto volto tv di Buongiorno Benessere su Rai1 - Massimo Carleo, Michele Castelli, e gli stellati Giuseppe Misuriello, Paolo Barrale e Vitantonio Lombardo.

In programma anche il talk show fra cuochi, produttori ittici ed autorità, per rilanciare il dibattito su una “cultura del gusto” e dell’offerta gastronomica che, nel rivisitare il pesce costiero e dell’acquacoltura, diventi anche un recupero di esperienze condivise e di valori corali del territorio con i quali immaginare nuovi modelli di sviluppo e un futuro sostenibile.

Ci sarà anche l’occasione di pensare ad un tema molto caro alla Federcuochi: la solidarietà, grazie al dipartimento Solidarietà Emergenze - guidato da Roberto Rosati -che è sempre attento al fianco della Protezione Civile per offrire un pasto caldo alle popolazioni colpite da eventi calamitosi o da tragedie come quella del Ponte Morandi.

La Festa Nazionale del Cuoco è anche l'occasione per lanciare un appello alle istituzioni: "La grande ribalta mediatica degli ultimi anni - dichiara il Presidente FIC Rocco Pozzulo - ha creato un'immagine romantica e poco realistica della figura del cuoco, non solo artista che deve creare piatti indimenticabili ma soprattutto manager, che deve saper coniugare l'eccellenza della migliore produzione enogastronomica nazionale con le difficoltà economiche e gestionali della sua cucina.

Impegno dal fortissimo impatto psicofisico, confermato anche dal recente studio neurologico commissionato dalla Federcuochi, dal quale emerge uno stato di stress profondo e continuativo legato alle responsabilità del proprio ruolo.

Per questo motivo vogliamo lanciare un appello alle istituzioni, affinché il lavoro di chef venga inserito nell'elenco dei mestieri più usuranti”.

|||

State già pensando alle vacanze estive? Non sapete cosa fare ma soprattutto dove andare? Uno dei trend del turismo 2019 è il “turismo lento” e la ri-scoperta di borghi e territori dal punto di vista naturalistico, culturale ed enogastronomico. Tra le regioni su cui puntare in questo 2019 sicuramente la Basilicata che con Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, ritorna a raccontarsi.

Quando possiamo considerare un musicista un puro? Quando la sua carriera è scevra da ammiccamenti mainstream? Quando nessuna sua canzone è stata concepita per compiacere la massa? Nel caso di Nick Cave possiamo dire di essere di fronte ad un artista che fa musica (e letteratura) esclusivamente per se stesso, come estensione della sua personalità, del suo modo di concepire la musica e la vita. In molti rimproverano al musicista australiano di non fare uscire un disco degno della sua grandezza, dal 2001, tempo di “No more shall we part”. A parte c'è il progetto Grinderman, assoluto divertisement electro blues volutamente eccessivo e sfrontato.

 

Ora il Re inchiostro torna sulle scene dopo 5 anni dall’ultimo album con i Bad Seeds “Dig Lazarus Dig” con “Push The Sky Away”, il disco (dio lo ringrazi) che fa riemergere la formazione nella sua assoluta potenza lirica e musicale, con Cave che torna a narrare storie cupe e fragorose come solo lui sa fare, con quella solennità che solo i grandi storytellers musicali trasmettono.

 

Dentro le 8 tracce che compongono il disco la tensione è palpabile, onnipresente. Non c'è istante in cui ci si aspetti che il climax esploda, deflagri e sposti la melodia verso qualcos'altro, primordiale e grezzo. Ma non c'è spazio per il primordiale urlo dei Grinderman, qui siamo di fronte ad una musica meditativa e meditata, sempre in collisione con gli ammiccamenti di cui parlavamo prima. Un vestito nero essenziale, senza fronzoli che graffia sulla pelle. Dolci melodie che come il canto delle sirene, attirano e illudono; il tono è suadente, ma sotto ribolle un'inquietudine che stordisce, come il violino di Warren Ellis ci ricorda, disegnando atmosfere sinistre e inquietanti che ammantano ogni nota.

 

In questo senso “Water's Edge” è la summa: un basso poderoso e il violino stridente che supportano quella tensione che scuote anima e orecchi e la voce narrante che osserva distaccato il brivido dell'amore e avverte che inesorabilmente “tu diventi vecchio e diventi freddo”. “We are cool” si muove sugli stessi territori, con la sezione archi molto più presente, ed un altro straordinario momento d'ispirazione.

 

Poi la ballata ammaliante, “Higgs Boson Blues”, un blues oscuro costruito solo con una manciata di accordi, che vive di una progressiva crescita di intensità, un viaggio allucinato che si muove tra Ginevra e Memphis dove affiorano i fantasmi di Robert Johnson e la compagnia del diavolo.

 

In “Jubilee Street” canta: “sono da solo adesso, sono senza recriminazioni, sono in trasformazione, sto vibrando, sto brillando, sto volando, guardatemi adesso”. Lo guarderemo, eccome, l'11 luglio per l'unica data italiana del suo tour a Lucca. E voleremo con lui.

 

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.