CHIAMACI +39 333 8864490

|||

Ho inziato a leggere da piccola, un po’ perchè sono nata in una casa in cui c’erano più libri che qualunque altra cosa, e un po’ forse perché ce l’ho sempre avuto dentro. Il profumo che hanno, il rumore delle pagine quando le sfogli, la bellezza di una copertina, e la promessa di raccontarti una storia, sono cose a cui penso non potrei mai rinunciare a favore di strumenti più moderni e sicuramente molto più comodi.

Quando ho visto il nome di Steve McCurry, uno dei più grandi fotografi contemporanei, accostato a una mostra completamente dedicata a quell’atto speciale che è la lettura, non ho avuto nemmeno un momento di incertezza.

Le fotografie di Steve McCurrry le ho già viste in due altre occasioni, la prima volta a Pavia, con “Icons,” ed è lì che mi ha affascinato e rapito il cuore; la seconda a Milano, al Mudec Photo, con "Animals" (link al mio articolo), che invece mi ha trasmesso molta tristezza e pensieri spiacevoli (ma quello era lo scopo).

Questa volta Biba Giacchetti, la curatrice italiana di ogni mostra di McCurry, ha raccolto le fotografie ritraenti persone in ogni angolo del mondo perse tra delle righe nere su bianco appartenenti a libri stretti tra le mani. Per questa occasione, è stata supportata dallo scrittore Roberto Cotroneo che ha accostato ad ogni opera una citazione sulla lettura: il risultato sono 70 immagini per raccontare la bellezza della lettura attraverso persone provenienti da tutto il mondo, di tutte le età e di tutte le culture.

Uso le parole di Cotroneo: “Steve è un uomo che vede tutto, che guarda, che ascolta.”, ma lo fa a modo suo, senza disturbare.

In silenzio, ci trasporta al momento in cui ha catturato attraverso la sua macchina fotografica qualcuno immerso in un altra storia.

Non mancano alcune delle sue fotografie più famose, parte dell’esposizione perché copertine di alcuni dei moltissimi libri pubblicati - alcuni dei quali oramai introvabili. Ne sono esposti 15, tra cui anche quello edito da Mondadori che ha ispirato la realizzazione di questa mostra.

Ad accompagnare fotografie e libri, l’allestimento prevede sei video con i consigli di McCurry sull’arte di fotografare: un modo per valorizzare ulteriormente i contenuti della mostra.

STEVE McCURRY, Leggere
Gallerie Estensi 
Sala Mostre | Palazzo dei Musei Modena, Largo Porta Sant'Agostino, 337
13 settembre 2019 – 6 gennaio 2020
Da martedì a sabato 8.30 – 19.30 Domenica e festivi 10 – 18.00

intero €10 ridotto €8,50

https://www.gallerie-estensi.beniculturali.it/mostre/mccurry/

Alessandra Gandolfi

|||

Latitudine e longitudine di un granello di sabbia” è il titolo dell’edizione 2019 del Periferico Festival che sarà a Modena dall’8 al 12 maggio.

|||

Si è svolta a Bilbao, in Spagna, la premiazione di The World’s 50 Best Restaurants. A trionfare è l’Osteria Francescana dello chef Massimo Bottura, situata nel cuore di Modena.

|||||

Il percorso World Masterpiece Theater mette in mostra al Museo della Figurina di Modena i cartoni animati degli anni ’80 e ’90.

Arisa live a Modena|||||

Sabato 2 settembre all’Arena Ponte Alto (Stradello Anesino Nord) Modena, Arisa torna in concerto per farvi vivere l’emozione di uno spettacolo live.

|||||

A Modena la street art 3D incontra l’archeologia nell’evento Varchi nel tempo. Due direzioni artistiche si fondono per mostrare il volto moderno e al contempo antico della città.

|||

Dal 16 settembre è in arrivo a Modena la mostra di figurineI migliori anni della nostra vita. Storie in figurina di miti, campioni e bidoni dello sport”.

||||

L' Osteria Francescana (Modena) di Massimo Bottura si aggiudica il titolo di migliore ristorante del mondo. La notizia è arrivata questa notte dal Cipriani Wall Street di New York , accolta con grande emozione dal Bel Paese.

La Piccola Cucina Parigina

Ed il tam tam cadenzato del tacco 10 che scandisce il tempo impietoso che vola, trascinandosi con sé la piega fresca della mattina, il trucco ben definito e magari la gonna che, a forza di correre a destra e a manca si disfa un po'.

Guardiamo l'orologio ed in quel breve attimo stiliamo una lunga lista di "cose da fare": passare dalla tintoria, fare benzina, chiamare quella tua amica che ti dice sempre "non ti fai mai sentire" (che ti verrebbe da voler avere poteri  telepatici così, mentre comunichi con chi vuoi solo col pensiero, puoi fare altre mille faccende, magari anche metterti lo smalto decentemente).

Ti sei dimenticata di andare in palestra!? Poco male, magari consideri ' idea di stare un po' con te stessa a casa , col tutone e una tee comoda sotto un cardigan maschile.

Magari, prima passi in libreria…

Questo luogo che ti abbraccia, ti rilassa il cuore e ti coccola con parole giuste lette aprendo un libro preso a caso dallo scaffale.

Non sei sazia, rimarresti in quel luogo tutto il giorno, ma non sarebbe  mai abbastanza il tempo per scoprire tutti i tesori che ne cela.

Edith Piaf di sottofondo, ti catapulti ad immaginarti a Parigi, magari ti vedi specchiata sulla vetrina di un qualsiasi negozio degli Champs Elisée con l'anima leggera, due belle decolté rosse ai piedi ed una Cloche che non ti guasta la piega fresca di coiffeur.

Andar troppo di corsa crea languore, torni alla realtà scoprendoti nel reparto cucina, attirata da una copertina che profuma di Baguette, le pagine sfogliate che sanno di coque au vin, pain pardu e crème brulée, il tutto accompagnato da un corposo Syrah della valle del Rodano.

E' uno di quei ricettari che non puoi non mettere nella libreria, perché fa parte di quelli che saziano gli occhi oltre che lo stomaco.

Rallenta il tempo pagina dopo pagina, perché anche le foto meritano l'attenzione di uno sguardo meno fugace.

Niente di meglio, allora, che portarselo a casa, mettersi sul divano, e con una buona tazza di tisana fumante, gustarselo avvolte da un morbido plaid.

Autore:

Rachel Khoo Foto di David Loftus 32,00 €

288 pagine Formato: 189 x 246 mm Edizione rilegata con copertina rigida e sovraccoperta a colori

Bonne Lecture

Monia Rossi

 

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.