CHIAMACI +39 333 8864490

Il 27 e il 28 marzo, per la prima volta a Milano, FOG Triennale Milano Performing Arts porta sul palco del Teatro dell’Arte l’artista di culto del teatro contemporaneo francese e internazionale Philippe Quesne e il suo spettacolo più famoso e apprezzato: L’Effet de Serge.

Pubblicato in Cultura
Domenica, 11 Agosto 2013 17:00

AYURVEDA, NONSOLOMODA

Molto di moda da qualche anno a questa parte il massaggio ayurveda, la filosofia, la dieta, il pensiero indiano in generale.

Sulle spiagge impazza lo "Shirodara" ovvero il massaggio con la goccia di olio caldo colato sulla fronte ma scopriamo un po' di più di questa disciplina.

L'ayurveda è il nome della millenaria medicina indiana nata molti secoli prima di quella occidentale e che pone al centro dell'essere umano l'essere umano stesso.

Non esiste un rimedio uguale per tutti ma a ognuno il suo rimedio in quanto le cause che portano ad un disturbano possono essere di tipo fisico piuttosto che di tipo psichico.

L'ayurveda (dal sancscrito "conoscenza della vita") attraverso i massaggi, lo yoga, i rimedi naturali (cibi, metalli, pietre, etc.) prevede che esista un vero e proprio medico ayurvedico che visiti il paziente attraverso l'ascolto del polso (la palpazione è completamente diversa dalla nostra), l'analisi anche olfattive di feci e urine, il colore dell'iride, la conformazione della pelle etc., ed in base a questi e ad altri fattori stabilisca quali siano i rimedi appropriati per la persna in esame.

Come detto anche lo yoga ed i massaggi entrano a far parte dei rimedi per la guarigione del malato e da quì si deduce che queste discipline curino nel senso stretto della parola.

La differenza con la nostra medicina è che molto spesso in occidente si cerchi di placare il dolore tramite ansiolitici, antidolorifici o nei casi più gravi, con interventi chirurgici.

Ciò che avviene invece in oriente (e così anche la medicina cinese) è innanzitutto il trattamento di benessere continuato con la prevenzione (corretta alimentazione e stile di vita fisico e mentale) e una volta che invece la malattia si è accesa si parla di disintossicazione e di riequilibrio dello stato di salute ottimale della persona.

Se ci si pensa bene questo non è sbagliato.

Quante volte abbiamo preso degli antidolorifici che ci hanno "placato" il dolore (cosa non vera in quanto il dolore non viene percepito ma il problema rimane) ma che si è prontamente ripresentato non appena l'effetto del farmaco si è dissolto?

Alla base della medicina ayurvedica c'è proprio l'eliminazione del male, della causa e non dell'effetto.

Una mente sana, pulita, serena è alla base del benessere anche fisico e da quì ecco che discipline come lo yoga e i massaggi vengono in auto in quanto la mente è rasserenata, rinvigorita e i dolori, non solo fisici, cessano.

Esistono veri e propri trattamenti volti per ogni tipo di problema ma se si deve ricorrere a qualcosa di specifico meglio ricorrere ad un medico ayurvedico in una clinica ayurvedica in India.

Il "Panchakarma " ad esempio è un trattamento ringiovanente e disintossicante che è molto popolare e che prevede un soggiorno di un minimo di 20 giorni dove in questo periodo viene formulata una dieta ad personam, ci si sottopone a massaggi specifici e con oli specifici. Tutto questo è accompagnato da terapie di disintossicazione del corpo come la pulizia delle orecchie, delle narici, degli organi interni tramite purghe, etc.

Lo "Shirodara" fa parte di questi trattamenti. Una goccia di olio caldo fatta cadere di continuo sulla fronte determina un forte stato di rilassamento ed è indicato soprattutto per persone molto stressate.

Solo un medico ayurvedico può però determinare la durata di questo trattamento perchè non per tutti è idoneo un massaggio di questo tipo.

Una vacanza in una clinica ayurvedica non solo sarà una nuova esperienza ma vi farà tornare anche più belli, ringiovaniti ed in pace con voi stessi.

 Walter Zanca

WWW.MASSAGGIMILANO.IT

Walter

Massaggiatore e reflessologo plantare professionista

Massaggi ayurvedici, rilassanti, linfodrenanti, energizzanti, californiani, hot stone, per donne in gravidanza, di bellezza.

Trattamenti di campane tibetane.

telefono 349.4487760

www.massaggimilano.it

Pubblicato in in[sano]

Vorrei sapere perché gli uffici stampa mi chiedono se ho pubblicato la notizia su un giornale cartaceo?  soprattutto per disturbi neurologici.

Quello che accade ancora oggi in larga scala, purtroppo, è  porre "rimedio" a patologie quali schizofrenia, ansia, esaurimento, panico, etc. con ansiolitici molto forti.

In questo modo si cerca di rasserenare la mente del sofferente.

Sicuramente, in situazioni di dolore acuto, questo tipo di trattamento può aiutare, ma con il passare del tempo provoca danni irreparabili al cervello, non risolvendo così il problema, anzi aggravandolo.

Dalla metà degli anni 60  fino al 1975 la guerra del Vietnam segnò un triste e vergognoso capitolo della storia umana. Una guerra inutile, cruda e prepotente, che si concluse con un massiccio sterminio di esseri umani su tutti i fronti.

I soldati americani, convinti dai media ad arruolarsi per difendere la propria bandiera, non impiegarono molto tempo a rendersi conto che erano diventati macchine della morte per motivazioni assurde e inesistenti.

Uccidere sempre, anche contro la propria morale, e subire per questo amputazioni, crolli nervosi e violenze lasciò in moltissimi di quei marines danni che ancora oggi sono presenti nelle loro vite.

A quel tempo i reparti neurologici e psichiatrici degli ospedali americani si riempirono a dismisura.

Insonnia, incubi, esaurimento nervoso, ansia, panico, schizofrenia e molto altro si impadronirono delle vite dei militari.

Un team di illuminati medici californiani si rese conto che le cure farmacologiche non potevano e non dovevano essere la soluzione.

Si impegnarono così nella ricerca di rimedi meno dannosi e capirono che alcune tecniche di massaggio portavano beneficio ai malati, soprattutto a livello psicologico.

Da qui l'idea di creare un trattamento vero e proprio, ad hoc, per queste situazioni gravi.

Un massaggio creato a tavolino, studiato nei minimi particolari che potesse far riprendere contatto con il proprio corpo e la propria anima, che rilassasse in maniera profonda e lasciasse una luce di speranza in chi riceveva questo trattamento.

Dalle tecniche di massaggio conosciute all'epoca (ayurvedico, shiatsu, thai, svedese, etc.) vennero utilizzate le manovre ritenute più idonee per poter assemblare un trattamento che portasse il ricevente in uno stato di immenso rilassamento fino a fargli dimenticare i danni subiti, le sue ansie, le paure, ridare fiducia e speranza.

Il massaggio californiano nasce così!

Movimenti molto leggeri lungo tutto il corpo, a fior di pelle, ipnotici, lenti, ripetuti diverse volte creano uno stato di sonno-non sonno tipico degli alti stati di meditazione.

Chi riceve questo tipo di trattamento non resiste al desiderio di lasciarsi andare, abbandonarsi al riposo mentale, al sonno della ragione.

Ciò che rimane, oltre al profondo stato di rilassamento, è una positiva attitudine verso le proprie situazioni di vita ed emozioni. Certo, i problemi ci sono e rimangono, ma è proprio il modo con il quale le difficoltà vengono affrontati che cambia radicalmente.

Una carica di positività, speranza ed energia non solo mentale, ma anche fisica, aiuta la persona a riprendere in mano il controllo della propria esistenza.

Ancora oggi il massaggio californiano è molto ricercato per i benefici che porta e sono sempre di più i medici, gli psichiatri e gli psicologi che lo prescrivono ai propri pazienti.

 

 

Pubblicato in in[sano]

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.