CHIAMACI +39 333 8864490

Uno scambio di mail, quattro chiacchiere ed ecco un mondo che mi si apre dinanzi agli occhi. L'eroina di questo universo scintillante è Veronika Vesper, performer, cantante, musicista, modella inglese, giunta da un pianeta lontano.

È lei la protagonista di questo incontro, nel quale si parla di moda, musica ma anche di felicità, malattia e di un lungo e tortuoso viaggio, chiamato vita.

 

N-Ciao Veronika, Presentati ai lettori di Nerospinto!

V-Mi chiamo Veronika Vesper e sono una strana creatura creativa giunta dallo spazio. Canto, scrivo canzoni, suono il flauto, amo esibirmi, anche come modella e adoro tutto ciò che ha a che fare con la moda. Credo nell’importanza di seguire i propri sogni, vivere la propria vita senza paura, essere autentici ed avere in mano le redini del proprio destino.

 

N-Dalla tua biografia: “Una bellissima creatura giunta da un altro pianeta. Quale pianeta?Hai una missione qui sulla terra?

V- A dire il vero, anche tu sei una creatura molto particolare :)  Si, la mia missione è ispirare le persone o meglio, incoraggiarle a credere in loro stesse, ad usare il loro potere e a “sguinzagliare” il loro genio. Mi piacerebbe vedere un mondo pieno di gente felice che vive in accordo con il proprio essere. Mi trovo qui anche per divertire e per rendere questo nostro mondo più bello. Che casualità :)

 

N-Hai definito la tua musica “pop spaziale”. In cosa si differenzia dal pop tradizionale, quello che di solito ascoltiamo in radio o su MTV?

V- Ha un sapore più “spaziale” :) Penso che la mia musica abbia sia un qualcosa che appartiene ad un’altra dimensione, sia una qualità cinematografica, e che sia dunque in grado di avvolgere completamente l’ascoltatore, trasportandolo altrove.

 

N-Le tue influenze musicali sono molto eterogenee, giusto per citarne alcune:David Bowie e Nirvana, ma anche Depeche Mode e Bjork. Cosa hai preso da ciascun artista e come hai usato questi “prestiti” nella tua musica?

V- Bjork è la mia più grande fonte di ispirazione. Onestà, il non aver paura di sperimentale musicalmente e la combinazione di suoni sinfonici e musica elettronica; I Depeche Mode mi trasmettono una certa eleganza dark, unita a splendide armonie; I Nirvana per me sono il sentimento, la passione, la sensuale trascuratezza con cui Kurt canta, è qualcosa difficile da descrivere; David Bowie: stile impavido e coraggioso.

 

N-Parliamo della tua immagine: ti descrivi come un incrocio tra Lara Croft e la protagonista del film “Il Quinto Elemento”. Come sei arrivata a creare questo look? Quale messaggio vuoi trasmettere al tuo pubblico?

V-Non si tratta di una scelta pianificata. Sono appassionata di sci-fi e super eroi. Mi piace indossare cose che mi facciano sentire imbattibile. Il mio messaggio è: sii te stesso, non avere paura e fregatene di ciò che la gente dice di te.

 

N-Passiamo allo stile: nella tua bio leggo tre parole chiave, “punk”, “cyber” e “alternativo”. Potresti definirle? In più ti chiedo se sia davvero possibile essere alternativi in questo mondo, dove praticamente tutti si adattano ad un’idea comune di moda e dove l’individualità è quasi una rarità.

V-Penso che sia possibile essere alternativi e con questo intendo dire che è possibile essere creativi e cercare nuovi modi per esprimere sé stessi attraverso la moda. Se non lo facessimo, smetteremmo di sperimentare e di crescere artisticamente. Dal punk ho preso alcuni elementi che adoro, come le teste rasate, le catene, le spille da balia, i vestiti strappati … e l’attitudine all’indifferenza. Il cyber è ciò che mi contraddistingue, tanto argento, vestiti olografici,zeppe, rasta (penso dunque di rientrare in questa categoria), tutine,stampe futuristiche e forme.

 

N-Eccoci al mondo della moda. Nomina almeno tre stilisti che ami.

V- Alexander McQueen, Iris Van Herpen, Hussein Chalayan, Gareth Pugh… tutti super creativi e innovativi.

 

N-Musica contemporanea: cita almeno tre cantanti/band/progetti che ti affascinano e perché.

V- Lana Del Rey: mi piace la complessità della sua musica e il modo in cui si esprime attraverso l’immagine; Grimes: diverso,creativo, bello… in un certo modo mi ricorda Bjork; Angel Haze:una rapper fantastica, è autentica ed è un vero talento.

 

N- Come descriveresti il tuo mondo di icona fashion e cantante?

V- Intenso, eccitante, bello e veloce.

 

N- Il concept del tuo album è “dall’oscurità alla luce”. Penso che esso nasconda anche un messaggio di speranza?

V- Questo è proprio il punto focale del mio album. Ho deciso di raccontare la mia storia attraverso la musica, sperando di ispirare la gente attraverso di essa. Ho voluto sottolineare il fatto che è possibile superare anche le situazioni più difficili e rinascere come uno splendido fiore, come un bocciolo di loto che nasce dal fango.

 

N- Le tue canzoni parlando degli anni bui della tua adolescenza. Pensi che la musica sia un modo per elaborare il passato e per superare un’adolescenza difficile? Parli anche di una malattia mortale. Ti senti una donna più forte? Hai un messaggio che vorresti portare alle donne che stanno vivendo la situazione che tu hai affrontato in passato?

V- La musica può davvero essere terapeutica. Inoltre, più è connessa con le emozioni autentiche dell’artista, più la gente sarà in grado di relazionarsi ad essa. Penso che le difficoltà che incontriamo durante la vita, ci rendano più forti. Se le prendi dal lato giusto, possono insegnarti qualcosa e farti crescere. Si, mi sento più forte e apprezzo di più la mia vita e il tempo che ho a disposizione. Se ho un messaggio da condividere?  Credete in voi stessi e non abbiate paura di vivere e seguire i vostri sogni, date voce alle vostre idee e lottate per esse. Non vi fate carico dei problemi degli altri.

 

N- Scoperte spirituali: ne sono molto affascinata. Penso che gli uomini necessitano di qualcosa o di qualcuno a cui fare riferimento, durante i momenti di difficoltà. Che tipo ci consapevolezza spirituale hai raggiunto?

V-  Ho capito che la mente è tutto, che noi costruiamo le realtà e il sogno attorno a noi stessi e che essi sono connessi all’intero universo. Mi piacerebbe imparare a vivere maggiormente  il momento. È un viaggio lungo una vita intera... o anche di più :)

 

N-La felicità: questa è una grande parola. Mi piacerebbe che mi parlassi della tua idea di felicità. Esiste o si tratta di qualcosa che noi inventiamo per vivere meglio ed affrontare le difficoltà quotidiane?

V- Stiamo andando sul filosofico :) Certamente, la felicità esiste, e ne hai una prova anche dalle reazioni chimiche del nostro corpo. La mia idea di felicità è cioccolato puro  e tanto sesso :)

 

N-Hai in programma una visita a Milano? Cosa sai a proposito di Milano e dell’Italia in generale?

V-È per caso un invito? J Complimenti agli Italiani per aver inventato il pianoforte, il violino e la musica classica. Per aver dato i natali all’Opera! Mio Dio, che musica avremmo senza gli Italiani? Anche le due più grandi popstars hanno sangue italiano. In più, l’essere stati dei pionieri nel mondo della moda e, per finire, il buonissimo gelato e gli uomini passionali. Sono stata a Milano solo una volta, avevo appena preso la patente e devo dire che è stato PAZZESCO :)

 

N-Se ti dico “Nerospinto”, cosa ti viene in mente?

V-Creativo, stimolante, oscuro

Grazie per avermi intervistata, è stato un onore.

 

Per maggiori informazioni:

https://www.facebook.com/veronikavesperofficial

http://veronikavesper.com/

http://www.youtube.com/user/veronikavesper

https://twitter.com/VeronikaVesper

http://instagram.com/veronikavesper

https://soundcloud.com/veronikavesper

 

 

Testo originale e traduzione a cura di Letizia Carriero

 

Pubblicato in Musica
Giovedì, 06 Marzo 2014 18:02

Chanel? Lo troviamo anche al supermercato

Così ci parla Karl Lagerfeld della sua donna dell'inverno 2015. Scarpe da tennis e tuta come Cara Delavigne, che sfila col designer. La donna moderna fa la spesa, e la fa in un supermercato chic creato dalla maison all'interno del Grand Palais di Parigi. Cestini della spesa, biscotti Chanel e piccole chicche che rendono l'ambientazione reale e surreale allo stesso tempo. Si tratta di una donna che come per Jeremy Scott, é più vicina alla realtà. Chanel ci manda a fare la spesa in tuta ma con un cappotto in pieno stile, in tweed, con pantaloni laminati e giacché di pelo, con borsette chic a forma di cestino. Si perché la nuova donna, é elegante e lussuosa anche quando non le interessa, quando al supermercato sceglie distrattamente tra gli scaffali, e soprattutto sono molteplici le sfaccettature della donna che vi troviamo, dalla sportiva della domenica, alla donna in carriera post ufficio. Non ci sono altro che lusso e comodità, streetwear e classicismi in puro stile Coco convivono in una collezione che sicuramente va capita, ma che ribalta i canoni tipici del brand, in pieno stile Karl.
Pubblicato in Lifestyle
Martedì, 25 Febbraio 2014 15:58

Le 50 sfumature di grigio di Giorgio Armani

Giorgio Armani chiude la settimana della moda a Milano con una collezione autunno-inverno 2014-2015 giocata su tre colori: grigio, nero e verde lime. Protagonista della passerella è stato soprattutto il grigio, complementare a se stesso e a volte ingannevole, perché a seconda della luce può essere percepito come un colore diverso. "Il grigio non è definito", dice Armani. "È chiaro e scuro, e ha tante sfumature che che si sposano benissimo fra di loro. Tutti i grigi sono belli, e sono belli anche messi insieme". Meno discreto è il lime, usato con parsimonia per sottolineare i dettagli. Spesso lo utilizza in tono grigiato: ancora una volta, grey wins.

Il grigio richiama serietà e concretezza, forse rigore. Nel consueto incontro con la stampa post-sfilata, Re Giorgio coglie l’occasione per volgere uno sguardo all’Italia e alla crisi. "Il mio stile serve per fuggire dalla moda. Io non inseguo la fantasia e la creatività facili: il mio sentiero è più silenzioso e difficile. Cerco da sempre di innovare il classico e questo lavoro è durissimo, sottile, fatto di sfumature. In questo show ho introdotto il verde lime, colore che spesso si usa nei concerti rock dal vivo per dare un'idea di modernità, di stranezza. Ma è solo la punta dell'iceberg: trovo che oggi si debba tornare a essere seri e a presentare anche in sfilata capi che le persone indossino davvero e non solo sogni deliranti che poi vengono indossati soltanto dagli addetti ai lavori".

In tempi grigi da troppo tempo per l’economia italiana, lo stilista fa un appello finale a Matteo Renzi e al nuovo governo. La moda in Italia ha un’importanza vitale e chi governa non deve dimenticarselo: "Noi stilisti abbiamo bisogno di una mano e con le istituzioni possiamo far davvero molto".

Pubblicato in Lifestyle
Venerdì, 07 Febbraio 2014 15:44

Un pomeriggio di Retrò Styling a Como.

Sabato 8 febbraio 2014 a La Maison du Vintage si svolgerà una giornata dedicata allo Styling Retrò condotta da SteSy Lab, il primo studio di Personal e Fashion Styling comasco. Nel pomeriggio di sabato il negozio vintage ospiterà clienti e passanti per ricreare un look retrò con make up e styling attraverso accessori e abiti di un tempo, dagli anni 20 agli anni 80, con una mini sessione fotografica condotta dal fotografo e art director Simone Chinaglia. Un pomeriggio all'insegna della moda e dello stile per tutte le donne di Como e dintorni che vogliono giocare e divertirsi.

SteSy Lab attraverso le sue mani sapienti ci condurrà nel mondo del vintage, affiancata dai proprietari de La Maison du Vintage, piccolo negozio di pezzi vintage d'abbigliamento e arredo di Via Cairoli, nato quest'estate sulle rive del lago. Lo studio di Personal e Fashion Styling segue solitamente clienti private e brand rinomati sul territorio lombardo, e porta alle donne nella vita di tutti giorni i segreti di make up e moda appresi nei suoi lavori con La Perla, Timberland, Sephora e altre realtà tra Milano e Como.

Un team di professionisti che porterà alla luce un piccolo evento dedicato allo stile ed ad epoche che non torneranno più. Per chi vuole trasformarsi per un pomeriggio in Marilyn Monroe, La Maison di Vintage e Stesy Lab vi aspettano sabato 8 febbraio.

Pubblicato in Lifestyle
Venerdì, 21 Febbraio 2014 19:51

Wedding in Style: una nuova wedding experience.

“I sogni son le ali per volare…” …e con un perfetto wedding day i sogni diventano realtà!

La rinomata location comasca, Hotel Cascina Canova, antica cascina del 1335, ospita, domenica 23 Febbraio 2014, dalle 11.00 alle 18.00, una giornata dedicata a Food Design, Flower Desing, Fashion e Make Up per il Matrimonio.

Una domenica alla scoperta di una delle più belle location del Comasco, situata nel verde della campagna di Uggiate Trevano, piccolo comune a soli cinque minuti dal confine svizzero.

Durante la giornata importanti realtà del territorio che si occupano di Wedding, presenteranno i loro servizi e le loro creazioni in un'atmosfera di eleganza e di classe nel segno dell'Italian Style. Si, un ritorno al fascino e al buon gusto che da sempre contraddistingue lo stile italiano. Eleganza e al contempo semplicità…Raffinatezza e magia per rendere indimenticabile il giorno del “Si”.

Wedding in Style avrà uno special guest: ospite la Beauty Blogger & Make Up Artist ERICAMAKEUPDOLLS che darà consigli su un perfetto bridal make up e svelerà quei piccoli trucchi per essere meravigliose in un giorno così importante... Due workshop di make up, alle 11.00 e alle 15.00, per le future spose che vogliono essere perfette ed incantevoli per il loro wedding day… I workshop sono aperti anche alle amiche della sposa!!!

Durante la giornata, non mancheranno degustazioni: un originale Finger Food Lunch con gustosi assaggi curati dal Ristorante dell’Hotel Cascina Canova e, nel pomeriggio, delizie e leccornie per inebriare palato e mente… L’Hotel Cascina Canova ha previsto anche un tour alla scoperta dei graziosi angoli della struttura come l’antico lavatoio, set di shooting fotografici dal sapore vintage. Uno straordinario viaggio in una storica cascina del comasco…

Italian Style per un perfetto Wedding in Style!!!

 

Pubblicato in Lifestyle
Sabato, 01 Febbraio 2014 12:43

"Quattrocchi" è bello.

Non solo per vederci meglio, ma per essere notate. Oggi gli occhiali da vista non si sfoggiano più per semplice necessità, ma per scelta. Con quelli extralarge, squadrati o tondi stile "Harry Potter", glitterati o leopardati per le più eccentriche, classicamente neri per un look più serio, le nerd di ieri sono diventate segretarie sexy, che ammiccano con tutte le montature possibili.

In passato sono stati considerati accessori antiestetici e scomodi, da togliere appena possibile. Nei film, la classica bruttina nascondeva la sua timidezza dietro gli occhialoni "della nonna". Un mondo femminile che anche nei cartoni animati veniva diviso in due categorie: la bella Daphne e l’occhialuta Velma. Ricordate Cristiana Capotondi in "Come tu mi vuoi"? Dopo aver tolto gli occhiali, diventa più carina e sicura di sé, finalmente pronta a conquistare Nicolas Vaporidis. Ora il mondo si rovescia e la donna, per divertimento o seduzione, gli occhiali sceglie di indossarli.

Sarà forse merito delle star che, per strada o sul red carpet, non rinunciano a questo accessorio. La bellissima Bianca Balti indossa un modello Dolce&Gabbana color nude, che non nasconde i suoi invidiabili occhi azzurri. Glitter argentati ben si adattano alla personalità e all’allegria di Katy Perry. Spessi e total black per Demi Moore e Scarlett Johansson, sensualissima "quattrocchi" anche in "Scoop" e "The Spirit". Minimal ed eleganti, invece, gli occhiali da vista dell’attrice Kate Beckinsale.

Un paio di occhiali è come un taglio di capelli: se sbagliato può farci sentire goffe, se adatto al nostro viso valorizza il nostro carisma. Gli esperti consigliano lenti lunghe e strette per snellire un viso paffuto e tondo, montature alte sono perfette per le ragazze con la fronte alta, chi vuole nascondere il naso grande, invece, dovrà optare per montature più spesse. Ma qualunque tipologia si scelga, trasformare un accessorio utile in must-have ci può far sentire più frizzanti, intellettuali, moderne. Per le miopi, astigmatiche, e icone di stile di tutto il mondo, il messaggio è lo stesso: "quattrocchi" è bello.

Pubblicato in Lifestyle
Martedì, 21 Gennaio 2014 20:31

FASHION BLOGGER DAY A COMO

Il mondo delle Fashion & Beauty Blogger arriva a Como per una giornata “fashionissima”

BLOG. BLOGGING. BLOGGER.

Il mondo della rete si fa sempre più “futuro” e sempre più spesso i termini BLOG, BLOGGING, BLOGGER entrano nel mondo aziendale come strumento di comunicazione e di marketing per il lancio-rilancio aziendale.

Il mondo dei blogger è un mondo in continua crescita. Un fenomeno che ha ormai contagiato il mondo della moda, del beauty, del  food… Sempre più spesso Fashion Blogger o Food Blogger sono ospiti a eventi, new opening di store e ristoranti, special guest a party ed eventi di lancio di prodotti.

Si parla di blogger a Milano, a Firenze, a Londra, a Parigi…e si parla di blogger, per la prima volta, anche a Como. Como, città dei talenti. Como, città della moda, del design, dell’arte… Como, città che si apre al futuro e lo fa domenica 26 Gennaio 2014 con due straordinari eventi che vedranno a Como Fashion Blogger e Beauty Blogger.

L’Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como, in collaborazione con News-Eventicomo Relazioni Pubbliche, ospita Domenica 26 Gennaio, dalle ore 13.00 alle ore 15.00, presso il Factory Lab di Via Scalabrini 29 a Como-Camerlata, Fashion & Beauty Blogger del Nord-Italia. Un percorso tra il fashion-style dei progetti esposti, realizzati da alcuni dei Talenti del corso di Fashion & Textile Design dell’Accademia Aldo Galli, e il “fashion food brunch” offerto dal Centro Studi Casnati curato dai suoi Talenti.

Interverranno importanti nomi dell’imprenditoria tessile comasca per un innovativo dialogo sul ruolo dei talenti nelle imprese e il futuro della moda.

L’evento curato da Sara Biondi, docente di Fenomenologia delle Arti Contemporanee dell’Accademia Galli, sarà il primo di una serie di eventi su Como dedicati al dialogo tra il mondo dei blogger, il fashion e la città.

Non poteva esserci location più adatta per questo evento live come la Factory, spazio di sperimentazione continua e ricerca sulla moda che avrà come parole d’ordine #fashionbloggerdaycomo e #r365textile! Che il tweet abbia inizio! L’Accademia Aldo Galli di Como incontra il mondo dei blogger in un’apertura che è sinonimo di innovazione, ricerca e sperimentazione!

Dal mondo del fashion al mondo del beauty… News-Eventicomo Relazioni pubbliche in collaborazione con il brand nazionale di smalti e make up, MI-NY, ha organizzato sempre per la giornata di domenica 26 Gennaio 2014, al pomeriggio, il primo BEAUTY BLOGGERS DAY comasco, nello store di Piazza San Fedele, nel centro storico della città.

Un pomeriggio all’insegna della bellezza con circa venti blogger nazionali che trascorreranno qualche ora tra smalti e prodotti per il make up, tra prove di trucco e shooting fotografici, interviste e curiosità. Ospiti Le Blogger della Lombardia e Le Blogger del Veneto: dalla super fashion The Mora Smoothie e Non Solo Shopping, da The Fashion Dreamer a Sara Giulia, da The Magic Box a From Fashion with e love, da Pfgstyle a Moda e Style.

Presenti le vintage blogger di Vintagelovers&more e The Chronicles. Le blogger comasche e lecchesi Trendylake, AngelaRimoldi, Attimi di Moda, The Cherry Jam, My Head is a Fashion Jungle e poi My Flair… Ci sarà Alessia Foglia - Style Consultant & Personal Shopper, apprezzata style consultant di Milano… Non mancherà Ericamakeupdolls, la prima beauty blogger trasformista in Italia...che, in postazione make up, svelerà qualche piccolo segreto per un make up sempre perfetto…

Parola d’ordine per il beauty event   #bloggerdayminycomo ! Il primo BLOGGER DAY, ideato e curato da News-Eventicomo Relazioni Pubbliche, a Como dove tra fashion e beauty, la città accoglie il mondo dei blogger. Una domenica di gennaio very cool & glamour!!!

 

 

 

Pubblicato in Lifestyle
"Ambiziosi, sexy, inquieti, cosmopoliti e discreti", le caratteristiche dei membri della community - a cui si accede solo per invito - che sta conquistando l’Europa (e non solo) si ritrovano per il launch party italiano, il prossimo giovedì 16 gennaio,  nel celebre locale modaiolo di zona Corso Como.     Dopo il suo successo in città come Amsterdam, Londra, Parigi e Barcellona, The Inner Circle  arriva anche a Milano e si presenta alla città con un party esclusivo in un locale simbolo della movida di corso Como, tra le aree più dinamiche e cosmopolite della metropoli lombarda che con il suo nuovo look fatto di grattacieli tutti specchi e vetri offre uno skyline degno delle grandi capitali nel mondo.   La conquista italiana di The Inner Circle inizia con l’evento di lancio giovedì 16 gennaio alle 20.30 nella scenografica cornice dell’11 Clubroom di via A. de Toqueville 11, dove tutti gli ospiti saranno accolti, tra free drink, finger food e djset a cura di dj Message, dai fondatori e dagli ambassador italiani del social network. Per l’occasione i bravi barman del locale hanno ideato uno speciale cocktail azzurro (colore ufficiale di The Inner Circle) tutto da gustare. La serata, a cui non mancare, è solo un assaggio di quanto accadrà nel prossimo futuro in occasione di svariati eventi sempre e solo dedicati ai membri di The Inner Circle.   L'ingresso con selezione alla serata è gratuito per tutti coloro che si iscriveranno a The Inner Circle attraverso il link www.theinnercircle.co/rsvp/milan/vanessari o dall'evento Facebook www.facebook.com/events/189388127923794. Il party all’11 Clubroom prosegue poi dalle 23.30 con la consueta programmazione del locale dove ballare sino a notte fonda.   Un primo appuntamento esclusivo a cui non mancare per scoprire The Inner Circle, il social network di life&style internazionale che raccoglie giovani e professionisti single con interessi e bisogni in comune, spingendoli a creare rapporti e relazioni con persone affini in termini di gusti, preferenze e cultura, sia nella vita quotidiana che attraverso internet.     The Inner Circle è un nuovo concetto di social network, dove l'iscrizione è possibile solo su invito e offre l'opportunità ai suoi membri di incontrarsi in eventi esclusivi che si svolgono nelle sedi più alla moda delle città in cui è presente. La comunità di The Inner Circle, incoraggia i suoi membri a staccare dal lavoro, spegnere il computer e uscire per incontrare persone stimolanti. "Crediamo che incontrare persone con gli stessi gusti e interessi, debba essere semplice, divertente e stimolante.", sottolinea David Vermeulen, giovane imprenditore britannico fondatore di The Inner Circle, che spiega come l’idea nasca da una necessità propria dei suoi creatori (dopo una rottura sentimentale) di realizzare una piattaforma online che aiutasse chi è troppo impegnato con il proprio lavoro nell’organizzare al meglio il tempo libero agevolando incontri con altre persone. The Inner Circle nasce così ad Amsterdam nel primi mesi del 2012, seguita poco dopo da Londra e Parigi. Dopo la sua creazione e in soli sei mesi, aveva già 10.000 membri. Oggi, con oltre 15.000 utenti, è diventata una comunità con tante storie da raccontare.   The Inner Circle è il primo sito di incontri in cui l’iscrizione è esclusivamente su invito. I membri invitano i loro amici, che a loro volta invitano i loro amici, creando una comunità sicura e protetta, e si differenzia da altri social network per il suo modo semplice, veloce e soprattutto "indipendente" che ti permette di incontrare nuove persone. Il rapporto dei suoi utenti non è solo virtuale, poichè The Inner Circle organizza e permette loro di partecipare agli eventi più esclusivi della propria città. La filosofia di The Inner Circle è di incoraggiare i suoi membri a staccare dal lavoro, spegnere il computer e uscire per incontrare persone stimolanti.   The Inner Circle:   è una comunità che si rivolge professionisti over 25, con poco tempo libero per incontrare nuove persone che condividono uno stesso stile di vita. Nata ad Amsterdam all'inizio del 2013 creata da David Vermeulen, un giovane imprenditore britannico, si è diffusa in breve tempo ad altre città europee come Londra o Parigi raggiungendo in soli sei mesi10.000 membri. Dal suo lancio, è diventata una comunità con tante storie da raccontare e a cui ispirarsi.   Web: www.theinnercircle.co Facebook: www.facebook.com/theinnercircle
Pubblicato in Clubbing

Mademoiselle Yulia, reginetta di Harujuku, presenta il suo nuovo album stasera 20 dicembre al Plastic, il tempio della nightlife milanese.

Un evento da non perdere sia per coloro che amano la moda, che per coloro che amano la musica ma anche per chi è semplicemente curioso e ha deciso di trascorrere una notte all'insegna dello stile.

Mademoiselle Yulia è musa di Jeremy Scott, fashion designer, jewelry designer del brand Giza, fashion editor di Nylon Magazine: grazie a tutto ciò, è indiscutibilmente la fashion icon più famosa del Sol Levante e ambasciatrice di stile del proprio paese.

Uno sguardo ai suoi social, Instagram su tutti, ne mostra l’abilità nel mixare stili diversi, mashare brand come Chanel a creazioni di stilisti emergenti, il tutto con uno stile giocoso e iper patinato.

Questa sera, in occasione del 33esimo compleanno del Plastic, la it girl nipponica presenterà, in anteprima europea, il suo secondo album Harajuku Wander.

La serata si arricchirà inoltre del lancio della nuova linea di gioielli MALIBU 1992 “jewelry for imaginary billionaires”, brand caratterizzato da palmee gold e look californiano, molto in voga tra celebrities come Brooke Candy e Iggy Azalea.

Per maggiori informazioni:

https://www.facebook.com/events/167057840172097/

https://www.facebook.com/pages/PLASTIC-MILANO-Official-Page/116525661699801

 

Pubblicato in Clubbing
Venerdì, 20 Dicembre 2013 11:00

STYLESTORY #1.

Quando il Fashion si fa 2.0! Il Talento diventa virale…e comunica attraverso il web. Stylestory #1 è il primo “social talent event” di moda organizzato da Almax, azienda italiana leader mondiale nella produzione di manichini. Puntare sui giovani e sul web perché sono il futuro!

Milano, capitale della moda, ha accolto, mercoledì 11 dicembre,  un esclusivo evento presso Maison Almax, il nuovo showroom milanese dell’azienda, dove tre coppie di giovani talenti formate da un make-up artist e da uno stylist hanno dato prova di bravura, originalità ed eleganza!

I giovani talenti partecipanti hanno creato particolari style mood che sono stati poi presentati fino alla data dell’11 dicembre sui canali social. L’azienda Almax ha messo a disposizione i manichini su cui son stati realizzati gli style mood, esibiti anche da 3 modelle. Il pubblico ha potuto intervenire direttamente e votare il look preferito tramite la pagina Facebook di Almax. I tre style mood hanno mixato in modo creativo ed alternativo lo stile di intramontabili icone di moda, quali Wallis Simpson, Brigitte Bardot, The Great Gatsby a dettagli contemporanei, innovativi e di ricerca… Tra passato e presente sulla scia della Moda. Ogni creazione è stata impreziosita da effetti di make-up d’impatto e da acconciature scenografiche.

Stylestory #1 è stato un evento-vetrina per questi giovani Talenti della Moda e del Beauty, promesse del domani, che grazie ad Almax, hanno messo in scena il loro estro e la loro creatività…

 

 

Pubblicato in Lifestyle
Pagina 2 di 4

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.