CHIAMACI +39 333 8864490

Isabella Blow: Fashion Galore!

Il 20 Novembre verrà inaugurata alla Somerset House di Londra, in collaborazione con la Isabella Blow Foundation e la Central Saint Martins, una mostra interamente dedicata a una delle donne più eclettiche del Fashion system: Isabella Blow. Una mostra fotografica, curata da Nick Knight, che ritrae la vita e l’amore della Blow per tutto ciò che riguardava la moda e i vestiti, in modo particolare i cappelli: accessorio immancabile nel suo guardaroba. Non c’è stato evento mondano o giorno di vita quotidiana in cui lei non ne indossasse uno, quasi come una seconda pelle, un pezzo del corpo da cui non poteva separarsi. Un oggetto che le permetteva di creare uno schermo tra lei e il mondo: “è per questo che indosso i cappelli, per tenere tutti lontano da me. La gente dice ‘Posso baciarti?’ e io rispondo ‘No, grazie mille. Questo è il motivo per cui indosso il cappello. Arrivederci’. Non voglio essere baciata da tutte le persone. Voglio essere baciata dalle persone che amo.”

Isabella Blow nasce il 19 Novembre 1958, col nome di Isabella Delves Broughton e divenne una delle fashion editor più importanti al mondo. Icona di uno stile unico ed eccentrico, ha fatto della moda non soltanto una carriera ma tutta la sua vita. Una vita segnata da eventi tragici a partire dalla morte del fratellino in piscina fino al suicidio del nonno, quasi un destino preannunciato: la Blow si suiciderà nel 2007. Inizia la sua carriera nel mondo della moda a fianco di Anna Wintour come sua assistente a Vougue negli anni ’80. Nel 1986 si trasferisce a Londra dove inizia a lavorare per il Tatler. Divorziata dal primo marito, nel 1988 sposa il secondo marito, Detmar Blow nella Cattedrale di Gloucester e fu in questa occasione che sfoggiò il primo cappello creato appositamente per lei da Philip Traecy. Una collaborazione che durerà tutta la vita. Isabella, per gli amici Issie, fu una grande talent scout: scoprì stilisti geniali come Alexander McQueen e modelle bellissime come Stella Tennant e Sophie Dahl. Nel 1997 diventa Fashion Director del Sunday Time Style ed infine nel 2001 ritorna al Tatler come Fashion Director. Una donna che affascinò l’interno mondo della moda, della fotografia e dell’arte, una personalità fortissima ed un gusto personale. Durante un’intervista a Lady Gaga sul numero di Marzo del 2011 di Vogue la cantante ha affermato che: “Ricordo che quando ho iniziato a fare i servizi fotografici le persone mi dicevano, ‘Mio Dio, assomigli moltissimo a Isabella Blow, la cosa mi spaventa.”

Quei cappellini da lei tanto amati facevano da cornice non soltanto al suo volto imperfetto nella sua atipica bellezza, ma creavano uno sfondo colorato nella sua vita dolorosa: soffrì di depressione e le venne diagnosticato un disturbo bipolare. Muore il 7 Maggio 2007 avvelenata da un erbaccia a Gloucester, dopo 7 tentativi di suicidio. Ruper Everett disse durante il suo funerale: “ Per qualcuno è stato suicidio, lei era costantemente impressionata dalla vita,e la vita era costantemente impressionata da lei. Tu eri unica, un’amica geniale, le tue creazioni uniche in un mondo di copioni e mi mancherai per il resto della mia vita.”

Pubblicato in Lifestyle
Lunedì, 18 Novembre 2013 14:00

Si fa presto a dire "Nude"!

SI FA PRESTO A DIRE “NUDE”!

Gli stilisti hanno parlato chiaro: dopo l’enorme successo in passerella, lo smalto nude si trasferisce dalle unghie delle modelle alle nostre, rendendole cool e raffinate. Oggi un’unghia bella e curata è caratterizzata da un colore soft, cipria, beige, delicatamente rosato, finemente limato a mandorla allungata e decisamente anni ’50.

Tra gli iniziatori del trend, vi è decisamente Dsquared2 che ha scelto gli smalti nude di Morgan Taylor per la nail art del fashion show.

Ora tocca a noi fermare sulle nostre unghie questo look senza tempo, grazie alle numerosissime offerte che ci offre il mercato per tutti i gusti e per tutte le tasche.

La ricerca del nude perfetto tuttavia non è semplice, poiché deve ben accordarsi al nostro sottotono di pelle. Una scelta azzardata con questi tipi di smalti è davvero fatale: un nude sbagliato può comunicare a chi ci sta intorno un nostro stato di malattia. Un esempio? Se siamo caratterizzate da sottotono freddo e scegliamo un nude sbagliato troppo caldo il contrasto farà sembrare le nostre unghie giallastre e decisamente non in salute.

L’alta profumeria ci propone moltissimi prodotti che i brand più prestigiosi hanno formulato per noi.

Cominciamo considerando le esigenze di quelle donne che hanno pelle e colori freddi.

Yves Saint Laurent ha presentato lo scorso anno “22 Beige Leger”, un beige rosato dal sottotono freddo.

Essie propone invece “Minimalistic”, un rosato freddo delicatamente lattiginoso.

Come non considerare l’iconico “Safari Beige” di Dior, il nude per unghie d’eccellenza! Pur virando ad un beige caldo, è perfetto per sottotoni chiari, poiché conferisce un’allure elegante che riscalda notevolmente la mano senza l’inconveniente sopra esposto. Questo perché vira ad un leggerissimo color cammello.

Indicato per i sottotoni più caldi è “565 Beige” di Chanel Le Vernis, luminoso se a sfoggiarlo è la mano giusta.

Per le donne abbronzate sono consigliatissimi “Camel” di Dior Vernis, un color sabbia scuro, e “So Vain” di Estee Lauder. E’ un caldo caramello shimmer.

Un nude decisamente democratico è “Organza” di Laura Mercier: ravviva la carnagione più chiara con piccoli glitter dorati e, per questo motivo, riscalda anche le pelli più scure.

Sono consigliati al pari di “Organza” e per le stesse caratteristiche anche “223 Beige D’Or” e   “225 Beige Rose” di Chanel Le Vernis. Il 223 è leggermente più freddo grazie ai suoi glitter tendenti al platino, mentre il 225 è più caldo grazie al color dorato intenso delle sue componenti.

Scendendo di prezzo, trovano un meritato posto gli smalti Pupa, della linea Lasting Colours. Il brand propone un variegato ventaglio di smalti nude. Cominciamo da “104 Beige”, discretissimo, che uniforma semplicemente l’unghia e conferisce un look molto ordinato. “200 Pastel Pink” è più coprente e rosato.

“105 Pearly Beige” è più dorato. Bisogna prestare attenzione però, poiché è perlato: questa caratteristica rende molto riflettente lo smalto ed enfatizza le  asperità o le righe di crescita delle unghie. Consigliamo di limare prima la superficie dell’unghia con una lima dalla grana sottile, appositamente studiata per trattare il corpo ungueale. “109 Stylish Nude” è più indicato per donne dai colori caldi.

Un altro nude delizioso è “Jane” di Zoya, molto luminoso e chic. In Italia, Zoya non si trova dappertutto, ma il sito ufficiale del brand (www.zoyacolors.com) mette a disposizione una lista di tutti i saloni rivenditori che trattano il brand presso cui è possibile acquistare questi prodotti.

Deborah propone un nude luminosissimo, per poter ottenere un effetto gel senza ricorrere alla lampada UV: “001”Shine Tech Gel Like è ultralucido e quasi specchiato.

E’ molto amato anche “Beige” di China Glaze, nude sofisticatissimo dall’ottimo rapporto qualità prezzo, soprattutto se acquistato su internet dove  si possono trovare offerte molto convenienti

In una fascia ancora più bassa di prezzo possiamo trovare altri smalti ugualmente validi.

Sta diventando molto famoso “240 Australian Dawn” di Shaka, un bellissimo beige rosato delicatamente metallizzato. E’ molto carino anche “01 Hazelnut Cream Pie” della linea Glam Nudes di Essence. E’ molto particolare poiché è caratterizzato da luminescenze  lilla-rosate.de

Insomma, si fa presto a dire “nude”! La ricerca del punto perfetto di beige sulle nostre unghie non è semplice ed è necessario sperimentare, provare e…innamorarsi di queste tonalità bon ton e simbolo di un’ eleganza mai scontata.

 

 

 

Pubblicato in Lifestyle
Venerdì, 26 Luglio 2013 16:48

SUMMER FASHION NIGHT Moda a MelidEstate 2013

 

Nella splendida cornice del porto di Melide, Svizzera, sulle rive del lago del Ceresio, sabato 27 luglio la Moda e l’Hair Styling si incontrano all’interno di MelidEstate 2013, uno degli oper air festival più interessanti dell’estate ticinese.

SUMMER FASHION NIGHT, un evento moda che vedrà sfilare per la prima volta in Svizzera, il fashion brand FE della giovane stilista canturina Federica Sassella. La stilista presenterà le nuove collezioni Fall-Winter 2013/2014 e un’eccezionale anteprima della collezione Spring-Summer 2014. Collezioni ideate e disegnata dalla designer che si è fatta conoscere nel Comasco e nella Brianza per l’originalità e creatività delle sue proposte di moda.

Federica Sassella, 29 anni, nata a Como, vive a Cantù dove ha sede la sua Boutique moda. Fashion designer, frequenta l’Itis Setificio a Como dove impara a disegnare su tessuto. Dopo gli studi superiori si iscrive alla Marangoni di Milano come fashion designer. Finiti gli studi, Federica decide di intraprendere una sua carriera ed esprimersi al meglio e senza restrizioni.

In un paio di anni fonda il suo marchio FE. Siamo nel 2010 e Federica partendo da tre magliette stampate, è cresciuta fino a gestire un intera collezione.

FE vuole essere una linea di abbigliamento portabile da tutti ( le taglie vanno dalla xs alla xl) per una ragazza / donna che vuole vestire giovane senza però essere troppo sportiva. Diversità nella scelta dei tessuti e delle forme rendono il prodotto accessibile a tutti PERCHE’ VESTIRSI DEVE ESSERE UN PIACERE E NON UNA RINUNCIA. Punto di forza del brand FE sono i tessuti e le lavorazioni made in Italy. Ogni modello è unico ed inimitabile.

Durante la serata, le modelle saranno acconciate con i trend autunno-inverno 2013-2014 realizzate da Samantha’s Studio di Cernobbio che da anni segue il mondo della moda e le sfilate proponendo tagli ed acconciature di tendenza, sempre al passo con una moda che cambia e si trasforma. SUMMER FASHION NIGHT porta in scena a MelidEstate 2013 il mondo della Moda con un occhio di riguardo ai fashion designer emergenti!

L'evento SUMMER FASHION NIGHT è stato ideato e organizzato da NEWS-EVENTICOMO RELAZIONI PUBBLICHE.
Pubblicato in Lifestyle
Lunedì, 08 Luglio 2013 12:10

No social No love

Può il mondo dei Social Media intrufolarsi nel mondo del Fashion? La risposta è si e ne abbiamo avuto dimostrazione durante la Milano Fashion Week  Uomo che si è svolta la dal 22 al 25 giugno a Milano. In occasione della sfilate collezioni Uomo Spring-Summer 2014, si  tenuta la presentazione del progetto "No Social No Love?" e della collezione P/E di T-shirt “ma anche no” ispirate all’amore 2.0. Il mondo del web e dei social media invade l'universo della moda per dare vita a un progetto Fashion 2.0!

Ho incontrato Camilla e Deborah, due ragazze trentenni simpaticissime, menti e anima di questo originale progetto! Due donne, due creative, due freelance e due grandi amiche che da un’idea, uno scherzo…hanno deciso di creare una collezione moda ispirata al mondo dei Social Network. Prendere spunto dai Social, che ormai influenzano costantemente la nostra vita, le nostre scelte, i nostri rapporti interpersonali e anche L’AMORE… per creare una linea di T-Shirt che parla dell'amore ai tempi dei Social Media.

La collezione lanciata a Milano è molto freak e frizzante! Prevalgono  i colori fluo come dettano le linee della moda di oggi. T-Shirt originali ma allo stesso tempo eleganti che portano con sé un messaggio chiaro ma ironico, e che affrontano le tematiche che ormai stanno a “cuore” a tutti: l’amore ai tempi dei social network. La collezione è dedicata alle donne che vogliono lanciare un messaggio chiaro e preciso agli uomini: “non amarmi con i Social ma ritorna a corteggiarmi come facevano i nostri anni quando non esisteva Facebook ma solo carta da lettere…e la voglia di conquistare!!!”.

No Social No Love: no all'Amore virtuale! Si all'amore reale!

Per maggiori informazioni: www.nosonocialove.com

 

Pubblicato in Lifestyle

La scoperta di nuovi talenti nel campo della moda è sempre una realtà affascinante. Palazzo Isimbardi ha deciso di aprire le sue stanze  pittoresche ai nuovi talenti del fashion.  Un’occasione più unica che rara, per la quale  viene messa a disposizione la prestigiosa location. La parte più antica del palazzo risale al XV secolo ed oggi l’edificio ospita un rilevante patrimonio artistico dell’Ottocento lombardo.

L’esposizione sarà aperta  il 21 e il 22 giugno 2013 in occasione della Milano Fashion Week. L’evento si propone lo scopo di mettere in contatto e radunare i nuovi fashion talent e i nuovi brand emergenti con lo scopo di celebrare il prodotto di nicchia, l’artigianalità e la rarità. Il protagonista è l’esclusivo, il ricercato, che nasce come frutto dell’innovazione  creativa più autentica. Una ricerca collocata tra eleganza e innovazione, che lega diverse creatività svelandoci il panorama contemporaneo della ricerca nell’ambito del fashion. Un evento che vuole sottolineare la realtà composta dalle piccole imprese del made in Italy, del know how artigianale e della specializzazione per comparti. Un segmento trainante di cui essere fieri, che non ha rinunciato alle piccole produzioni che si rifanno ai più elevati procedimenti artistici e artigianali, e competono con le produzioni industriali fornendo prodotti e servizi per il pubblico internazionale esigente e selettivo.

Nello splendido giardino sconosciuto di Palazzo Isimbardi verranno esposte le collezioni:

AM ABSTRACT (www.am-abstract.it) Il lavoro di Abstract nasce dalla riproduzione su tessile di immagini fotografiche astratte, basate sulla tecnica del movimento. Il progetto esprime una visione onirica della realtà, fatta di toni  densi e ricchi di suggestioni. Foulard che nascono da singoli scatti e per questo unici, opere d’arte da indossare, che esprimono idea di movimento e un’incantevole e raffinato gusto.

IL COUTURIER (www.ilcouturier.com) Propone creazioni uniche che nascono dal  connubio perfetto di  tradizione e sperimentazione, stile e creatività per una rivisitata couture. Inedite combinazioni di velluti, sete e cashmere. Una rigorosa ricerca delle forme e cura dei dettagli.

L’ESPADRILLE TROPEZIENNE (www.espadrille-tropezienne.com) Questo marchio unico e moderno ha rivisitato una calzatura basic come le espadrillas, riproponendole in materiali naturali e raffinati con stampe esclusive e originali. Un brand che segue la tradizione, riproponendola con un tocco contemporaneo.

NELI GARCIA BLANCO (www.ngbjewels.com) Gioielli assemblati interamente a mano, nati dalla passione e la ricerca di nuovi e suggestivi materiali e dall’amore per la manifattura e l’artigianalità. Pezzi in cui si fondono elementi tradizionali come pietre dure e semipreziose, perle, argento a materiali alternativi come pelle, legno, corno, carta.

SHARI FONTANI (www.fontanishari.wordpress.com)  Ci svela la possibilità di una scarpa dal tacco intercambiabile. Una scarpa con più tacchi per avere un risultato sempre diverso e personalizzato a seconda della situazione. Tacchi come simboli, nei quali ci immedesimiamo e riconosciamo, e attraverso i quali comunichiamo.

POCHE PLAGE (www.pocheplage.com) Collezione di abbigliamento da spiaggia che verrà presentata per l’evento in maniera esclusiva. Ci popone una summer edition originale e giovane, colorata e ricca di particolari studiati. Una grande cura per il design e una forte attitudine al comfort. Un beachwear di alta qualità made in Italy.

Una manifestazione patrocinata dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Milano. Partner dell’ evento: VLAIRE  (www.vlaire.com), una Design Factory che è stata in grado di inventare un nuovo modo di concepire il design. Nata dalla passione per la ricerca di forme nuove e materiali inediti. ABC MANNEQUINS (www.abcitalia.com) BESPOKE MAGAZINE (www.bespokemagazine.it) e MARTINI (www.martinirossi.it)

 

Info: www.beefashiontalents.com

 

 DEJEUNER SUR L’HERBE

- [BEE] Fashion Talents -

Milano Fashion Week

 

Venerdì 21 giugno 2013 - ore 19-24

Sabato 22 giugno 2013 – ore 10-19.30

Palazzo Isimbardi, Corso Monforte 35. Milano.

Pubblicato in Lifestyle
Martedì, 04 Giugno 2013 12:29

La moda etica sfila a Como

La città di Como si prepara ad accogliere la prima edizione di una sfilata di abiti da sposa e da cerimonia un po' “fuori dagli schemi": verranno infatti presentate meravigliose creazioni di sartoria da sfoggiare nell'ambito di cerimonie equosolidali, all'interno di una sfilata che promuove la sostenibilità.

 

La serata si pone l'obiettivo di sensibilizzare i partecipanti sul tema del commercio equosolidale, proponendo un'alternativa concreta a quello convenzionale e mostrandone la validità dei prodotti. Nel caso della sfilata, oltre a garantire un'esposizione degli abiti e farne apprezzare la fattura, si vuole promuovere e rendere continuativo lo scambio di prodotti di Paesi diversi, donando ai produttori maggiore visibilità e occasioni di sviluppo professionale.

 

Tutto ciò avrà luogo venerdì 7 giugno, dalle ore 18, presso lo Spazio Borgovico33. L'iniziativa è promossa dalla Cooperativa Garabombo, in collaborazione con L'Orlo del Mondo (Milano), e l'evento terminerà con la condivisione di un aperitivo.

 

Un evento imperdibile per chi ama la moda, ma al contempo ha a cuore il tema della sostenibilità: si può essere estremamente fashion, pur essendo solidali!

 

 

Pubblicato in Stile

Sentire parlare di progetti ambiziosi di questi tempi, in cui tutto sembra così difficile da raggiungere e ottenere, è qualcosa di più unico che raro.

 

Eppure c’è ancora qualcuno che ci crede e decide di scommettere sulle proprie passioni.

 

Noi di Nerospinto, di certo, non perdiamo l’opportunità di raccontare le storie di queste menti creative che vogliono provare a dare vita ai propri sogni.

 

Oggi siamo in Toscana, una terra che tutti ci invidiano per i suoi colori, odori e sapori, ma soprattutto per la cultura e l’arte che si respira nell’aria.  È interminabile la lista di uomini illustri di indubbio genio che hanno reso famosa in tutto il mondo la nostra regione. La Toscana è da tutti conosciuta come la terra che ha dato i natali fin dal Medioevo a grandi navigatori, scrittori, scienziati e artisti.

 

Sarà un caso, ma proprio in questo territorio denso di creatività, inizia la storia che vi voglio raccontare.

 

Firenze, 2011. Un gruppo di cinque architetti, accumunati da una sfrenata passione per il design e pieni di idee da sviluppare, decidono di unire le forze per dare vita ad un ambizioso progetto, dove riversare tutta la loro creatività, senza limiti e censure.

 

Nasce così Amniosya, un gruppo di ricerca e sperimentazione nel campo dell’architettura, del design e del fashion design.

 

Innovazione e modernità sono le parole d’ordine. L’interesse del gruppo, come loro stessi affermano, verte principalmente sul mondo delle nuove tecnologie, della simulazione dinamica quale incipit di shape tecnologici a diversa scala e della prototipazione 3d legata alle geometrie complesse.

I loro lavori vogliono riproporre la complessità spaziale e i sistemi di aggregazione naturale attraverso la sensibilità formale, la ricercatezze compositiva e l’innovazione tecnologica.

 

La passione per il design unita all’interesse per la tecnica 3d printing e alla voglia di sperimentale sono alla genesi di Entropya, la loro prima linea di oggetti di fashion design.

 

Nel nome della collezione risiede l’essenza del loro lavoro. Entropya è una parola di derivazione greca che significa dentro la trasformazione ed è sinonimo di misura nel disordine presente in un sistema fisico.

I gioielli di questa linea vogliono infatti essere una simulazione di un fluido che tramite proprietà fisico-dinamiche deforma un piano. Collane, bracciali e anelli ricreano movimenti spaziali complessi che richiamano la morbidezza di un tessuto, l'articolazione di naturali interazioni tra diverse parti di un fluido a densità elevata.

Le creazioni che fanno parte della collezione Entropya non vogliono essere dei semplici monili, ma dei veri e propri “oggetti di fashion design da indossare” destinate ad un pubblico che ama l’inusuale e il ricercato.

 

Siete a Firenze? Visitate il Duomo, Palazzo Pitti e gli Uffizi. Ma non siate nostalgici perché la creatività fiorentina non si è fermata allo splendore rinascimentale. Fatevi un giro allo studio Amiosya in via Niccolini per scoprire come l’arte sia ancora di casa nel capoluogo toscano.

 

 

Amniosya: Prof. Marino Moretti, Arch. Marco Carratelli, Arch. Lucia Lunghi, Arch.Elvira Perfetto, Arch.Lorenzo Pianigiani, Arch. Lorenzo Pilati

 

Per informazioni

email : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.amniosya.com

blog: amniosya.blogspot.com

Via Niccolini 2, Firenze

Pubblicato in Lifestyle
Mercoledì, 08 Maggio 2013 13:55

Nera e Spinta, Azealia conquista Milano

Sta per compiere ventidue anni, è nata ad Harlem ed ha una vera e propria ossessione per le sirene.

 

Lunedì 13 Maggio sarà all’Alcatraz di Milano, in collaborazione con Live Nation e Vice Italia,  per la sua unica tappa italiana e l’attesa inizia a farsi bollente.

 

Lei è Azealia Banks, ultima reginetta dell’alternative hip-hop made in USA.

In autunno uscirà finalmente il suo primo album, Broke with Expensive Taste, che vanterà

la collaborazione di Pharell Williams, Diplo e Baauer.

Non sono ancora del tutto passati due anni dal suo singolo di debutto (212), ma il grande successo riscosso nel frattempo sembra averla già premiata.

 

Figlia degli anni ’90, (il suo primo EP s’intitola infatti 1991 come il suo anno di nascita) cresce ascoltando generi molto diversi da quello con cui si propone oggi al grande pubblico. È l’indie rock ad averla forgiata e la sua attrazione per il pianeta alternative traspare chiaramente dalle varie cover che punteggiano il suo esordio musicale.

Ha reinterpretato infatti Seventeen dei Ladytron, Slow Hands degli Interpol, Harlem Shake degli Strokes. Il che potrebbe suonare parecchio strano per un’artista di colore dichiaratamente hip-hop, ma chi sta imparando a conoscerla avrà già capito che il termine ‘’alternative’’ che le hanno cucito addosso, nel suo caso forse è meglio intenderlo  nel vero e proprio senso della parola, cioè come opposto di classico, contrario di tradizionale, atipico quindi come il percorso compiuto fin’ora.

 

Miss Banks ha una certa familiarità anche con il mondo frivolo e patinato della moda. Il suo brano "Bambi" è stato selezionato come soundtrack d’accompagnamento per una sfilata di Mugler a Parigi, Karl Lagerferd l’ha voluta in molte sue feste e Nicola Formichetti si è occupato dello styling per il video di Liquorice.

I suoi outfit non a caso sono spesso parecchio audaci, ma la critica che le viene più spesso rivolta in realtà riguarda le sue doti canore piuttosto che le palesi attitudini fashion.

 

La sua, dicono sia una celebrità guadagnata a colpi di tweet al vetriolo (molto discussi quelli contro Perez Hilton, Rita Ora e Stone Roses ad esempio), ma le malelingue tendenzialmente non fanno altro che consacrare secondo il più classico dei copioni la notorietà di coloro che invece vorrebbero biasimare.

La ghetto lifestyle e la street culture stanno da un’altra parte, ma avere come icone di rifermento Aaliyah, Eve, Lil’Kim e M.I.A. gioca nettamente a suo favore.

 

L’appuntamento per gli amanti del genere è dunque per lunedì 13 Maggio, preparatevi a ballare.

 

Photo by: Sakura Wenn, Robert Johnso

 

Pubblicato in Musica

Strong Fashion è senz’altro il termine con cui potremmo descrivere il connubio tra l’eleganza di Valentino e l’irriverenza di Richardson. Un braccio tatuato (quello del fotografo) afferra con decisione una borsa e tiene sospeso un sandalo sling back. La potenza di questa advertising nasce dalla fusion della trasgressione con il rosso Valentino. La semplicità dello sfondo lascia chiaro il messaggio della nuova, provocatoria collezione Rockstud Rouge e Noir, un’altra sfida per la Maison sinonimo di lusso e raffinatezza in tutto il mondo. Pierpaolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri ci dimostrano che anche l’eleganza può osare, senza per questo perdere di allure. Le distanze immaginarie si abbattono! Questo è quello che emerge da questa nuova collezione e dal concept filosofico di una collaborazione innovativa.

La nuova campagna F/W di Valentino si gioca tutta sui contrasti: accantonate le modelle super skinny ed eteree usate per le campagne precedenti da Sarah Moon per la Maison. Lo stile delle foto è quello tipico di Richardson, fondo bianco/grigio e un sapiente ma evidente uso del flash che mette in risalto la specifica crudezza dell’immagine.

I designers affermano 
«E 'stato un piacere per noi lavorare con Terry Richardson per la campagna Fall 2013. Terry ha interpretato le nostre edizioni speciali Rockstud Rouge e Noir raccontado con il suo tocco la natura elegante e sensuale dei nostri accessori, descritti come oggetti del desiderio».
 Scattata a Roma presso lo studio Backspace, la nuova adv è stata curata dall'agenzia Rem, a stretto contatto con la Maison dalla campagna pubblicitaria del 2009.

Terry Richarson ha saputo dare un forte tocco glamour-rock alle borse e alle scarpe borchiate di Valentino. Il fotografo ha collaborato a stretto contatto con i due direttori artistici della griffe, che sono rimasti soddisfatti del risultato allo stesso tempo chic e provocatorio degli scatti. La campagna verrà pubblicata sulle maggiori riviste di moda a partire da metà maggio negli USA, in Italia, in Russia, in Giappone, in Francia, in Gran Bretagna e in Cina. La collezione Rockstoud per l’autunno inverno propone un look casto ma sexy per dare uno spirito glamour e rock tra borchie e sensualità. Terry Richardson, noto per le sue trasgressioni davanti all’obiettivo, non si ferma davanti a nulla quando vuole shockare, e il fatto che venga scelto come fotografo per una campagna, è già di per sé, un evento mediatico. Ecco perché colpisce la svolta “aggressiva” di un marchio classico come Valentino dedito a concetti e forme comunicative così diametralmente opposte. Fashion has not limits !

 

Pubblicato in Lifestyle
Venerdì, 12 Aprile 2013 17:45

We love, we laugh, we create: Mes Pois

Quante volte abbiamo sentito inveire contro i giovani di oggi, descritti come un insieme informe di persone, oserei dire “esseri” uguali l’uno all’altro, incapaci di lottare per esprimere la propria personalità, privi di interessi, di qualcosa in cui credere, di un obiettivo da raggiungere.

È uno sbaglio.

Passione, caparbietà, impegno e costanza non sono concetti dimenticati. Ci sono ancora giovani menti brillanti che hanno trovato la loro strada, un modo per dare senso alla loro vita. Ogni giorno si mettono in gioco, rischiano con la consapevolezza che solo una completa dedizione, tanta intraprendenza e la capacità di superare difficoltà e delusioni può portare a vedere realizzato il proprio sogno.

 

Degna rappresentante di questa categoria di talenti in erba è Annachiara Sessa, una designer di Varese che seppure giovanissima ha le idee ben chiare sul suo futuro.

 

Una grande passione per la creatività in tutte le sue forme, questo è ciò che ha sempre guidato le sue scelte, prima in campo formativo e ora lavorativo.

Dopo un diploma allo Ied di Milano in Fashion&Textile Design Annachiara decide di rischiare e realizzare il sogno di una vita: una linea di accessori e bijoux tutta sua.

Il marchio Mes Pois riflette la personalità della sua ideatrice e creatrice: istinto, spontaneità e passione per il tocco vintage sono i punti di forza della sua linea.

La giovane designer ama dare libero sfogo alla sua creatività, sperimentare.

Manualità e restyling sono gli imperativi del suo modo di pensare e inventare. Annachiara reinterpreta il vecchio dandogli nuova vita, facendosi ispirare da tutto ciò che la circonda.

I suoi bijoux sono un’esplosione di materiali: tessuti, pietre, catene e borchie si fondono in combinazioni inedite e inusuali.

Le creazioni di Mes Pois non sono mai una uguale all’ altra, sono tutti pezzi unici, ognuno con la propria particolarità.

 

Annachiara non si ferma mai e continua ad accrescere il suo bagaglio di conoscenze. Alla ricerca di nuovi stimoli e tecniche la designer sta frequentando un corso di Oreficeria Professionale presso la Scuola Orafa Ambrosiana di Milano.

 

Colletti in tessuto e applicazioni, collane, bracciali, orecchini, anelli e portachiavi del marchio Mes Pois arricchiranno la cornice artistica dell’evento Nerospinto Borderline Design Week, sabato 13 aprile dalle ore 19 presso la prestigiosa location Spazio Giulio Romano 8.

Save the date!

Pubblicato in Lifestyle
Pagina 3 di 4

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.