CHIAMACI +39 333 8864490

Quando mi hanno chiamato per partecipare ad una puntata di Alice Tv con Franca Rizzi , ho scelto immediatamente di preparare i passatelli!

adoro questo primo piatto tipico della tradizione della mia regione, l’Emilia Romagna.

Questa è una ricetta che preparava sempre mia nonna e quando la faccio mi ricordo sempre di lei.

Mia nonna Faustina era una grande cuoca ed una bravissima padrona di casa.

ricordo con tanta nostalgia i suoi pranzi della domenica ed i Natali tutti insieme!

i passatelli sono una ricetta saporita, golosa ed anche semplice e veloce da preparare a casa.

sono necessari pochi ingredienti poveri e semplici: uova pangrattato parmigiano e noce moscata.

per farli serve il ferro per passatelli oppure lo schiaccia-patate a fori grossi. i passatelli sono un primo piatto molto versatile perchè si possono servire sia in brodo che asciutti.

Io li ho sempre mangiati in brodo ma mio marito li preferisce asciutti quindi ho iniziato da qualche anno a creare sughi per accompagnarli.

Potete condire i vostri passatelli asciutti con tanti diversi condimenti, in base alla stagionalità ed ai vostri gusti.

per questa preparazione ho utilizzato i prodotti di questa stagione: funghi e zucca.

ho preferito dei porcini ma potete usare i funghi che più vi piacciono.

la zucca è stata cotta al forno poi frullata per creare una crema vellutata e liscia.

alla fine ho aggiunto dei semi di zucca tostati che danno una nota croccante e sfiziosa al piatto.

 

 

tempo di preparazione: 30 minuti

tempo di cottura: 40 minuti

Ingredienti per 4 persone:

per i passatelli:

  • 160 gr pangrattato
  • 240 gr parmigiano grattugiato
  • 4 uova
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di noce
  • moscata grattugiata
  • brodo di verdura q.b.

 per il condimento:

  • 800 gr di zucca
  • 150 gr funghi porcini puliti
  • 1 spicchio di aglio
  • sale, pepe, olio evo q.b.
  • qualche foglia di salvia
  • 4 cucchiai di semi di zucca

Preparazione:

Taglia la zucca a pezzi, elimina i semi ed i filamenti e cuocila al forno per 40 minuti circa con la buccia. Falla intiepidire, sbucciala e frullala. Regola di sale e pepe e condisci con un paio di cucchiai di olio e tienila al caldo. Fai tostare i semi di zucca in una padella antiaderente senza olio per qualche minuto mescolando spesso. Versa in una ciotola parmigiano, pangrattato, sale e noce moscata. Aggiungi le uova sbattute quindi amalgama e lavora tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto. Se dovesse risultare troppo asciutto aggiungi qualche cucchiaio di brodo, mentre se dovesse risultare troppo morbido aggiungi altro pangrattato. Avvolgi il panetto nella pellicola e lascialo riposare almeno 1 ora a temperatura ambiente. Nel frattempo affetta i funghi e falli rosolare in una padella antiaderente a fuoco alto con lo spicchio di aglio intero, un filo di olio e le foglie di salvia. Cuoci per 5 minuti poi sala, elimina l’aglio e tieni un paio di fette di fungo e di salvia da parte per la decorazione. Prendi l’impasto per i passatelli e dividilo in 3 palline quindi schiacciale con uno schiaccia patate a fori larghi oppure con il tipico ferro per passatelli. Lascia cadere i passatelli direttamente nella pentola con il brodo bollente e fai cuocere per un paio di minuti dal bollore. Raccogli i passatelli con una ramaiola, versali nella padella con i funghi e falli saltare muovendo la padella senza romperli. Versa in ogni piatto un paio di mestoli di crema di zucca calda, aggiungi i passatelli e decora con le fette di fungo, i semi di zucca e le foglie di salvia. A piacere puoi aggiungere una grattugiata di pepe.

Un’idea in più:

Se preferisci una crema di zucca più morbida aggiungi un mestolo di brodo mentre la frullate. In questo modo la crema diventerà fluida e vellutata.

Pubblicato in Ricette
Sabato, 13 Aprile 2013 11:45

Workshop QArt

Sabato 4 e domenica 5 Maggio, a Milano, si svolgerà un importante Workshop dedicato al mondo dell'arte e della comunicazione.

 

Maurizio Turchet, Artista multimediale e consulente di comunicazione a 360 gradi, vi guiderà all'apprendimento del metodo QART, arte olografica in percezione quantica, utilizzando tecniche di visualizzazione e canalizzazione in percezione aumentata.

 

Le tecniche di QART intendono offrire gli strumenti più idonei per diventare creatori di mondi al massimo delle proprie possibilità espressive e ottimizzare le informazioni che costituiscono il proprio inner e outer space con i metodi dell'alchimia contemporanea che si esprime nel registro informatico e quantico.

 

Se volete conoscere meglio il fondatore di QART, Maurizio Turchet, vi rimando al mio articolo “Oggi Chiacchiero con: Maurizio Turchet” nella sezione In[sano]

 

http://www.nerospinto.it/new/2013/oggi-chiacchiero-con-maurizio-turchet-ideatore-di-q-art/

 

 

QART  è a disposizione di operatori della comunicazione e ad artisti a livelli più avanzati, ma chiunque intenda espandere le proprie potenzialità espressive potrà scoprire di essere in grado di trasmutare e ottimizzare le informazioni che costituiscono il proprio “space” interiore ed esteriore. Se lo si desidererà si potranno superare le barriere che separano il visibile dall'invisibile, l'impossibile dal possibile.

 

Informazioni e prenotazioni:

www.tribu.it/manilibere

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

mobile +39 328 66 38 333

@: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Sabato 4 e domenica 5 Maggio 2013

dalle 10.00 alle 19.00 Spazio Tribù, Via Riccardo Pitteri 10, 20134 Milano

 

 

 

Namasté,

Vittorio Pascale

Allievo praticante di Yoga Integrale presso il Centro Parsifal Yoga, Milano

Fondatore della pagina Fb: Yogamando

Studioso e praticante di Buddhismo Tibetano

hai domande? Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in SvelArte

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.