CHIAMACI +39 333 8864490

Fino all'11 gennaio 2015, a cura di Anna De Carlo e Giacomo Polin, sarà esposto alla Triennale di Milano l'archivio "privato" del geniale Giancarlo De Carlo, architetto, urbanista, polemista, appassionato uomo di cultura del XX secolo.

Attraverso il suo registro personale, si ripercorre l'impegno di De Carlo verso le tematiche che più gli stavano a cuore:  l’amore per la Grecia come luogo della mente e sorgente di molte riflessioni, oppure la passione per lo schizzo a mano libera, a volte secondo una vena descrittiva e funzionale all'approfondimento progettuale, a volte puramente creativa, quasi involontaria. La raccolta di questi schizzi prodotti soprattutto nell'ultima parte della sua vita, è ora custodita dalla figlia Anna, curatrice della mostra, e costituisce il cuore in qualche modo privato del suo archivio, i cui fondi “storici” si trovano allo IUAV di Venezia, in parte al MAXXI di Roma e al Beaubourg di Parigi.

Questi schizzi che la Triennale presenta nel decennale della scomparsa di De Carlo, molti dei quali inediti, non hanno nulla che vedere con le cosiddette “architetture di carta”, poiché nacquero per una ricerca del tutto personale, come suggestioni, idee, o semplici divertimenti. Piccoli disegni, quasi diagrammi concettuali e formali, che attraverso la loro incompletezza sembrano suggerirci uno spazio lasciato all'immaginazione: una progettazione “tentativa” che sembra preludere ad una partecipazione allargata.

Una mostra piccola ma preziosa, che intende indagare la qualità e l’originalità degli schizzi, di dimensioni anche molto diverse tra loro, esponendo una sorta di filo conduttore che lega di volta in volta tra loro tutte le opere, collegate ad un pensiero, al volto di un amico, ad un dettaglio decorativo, ad una architettura. Facendo ricorso anche a brani di testi particolarmente significativi, ad alcuni plastici in scala, e a filmati di interviste, l’obbiettivo è quello di rendere il più possibile evidente la totalità e la organicità del pensiero e dell’azione di De Carlo, sempre alla ricerca di una coerenza complessiva, di un’armonia mai solo estetica. Un ricordo sentimentale oltre che una mostra di architettura, un piccolo omaggio all'immagine meno conosciuta e più privata di Giancarlo De Carlo.

 

Giancarlo De Carlo (Genova, 12 dicembre 1919 – Milano, 4 giugno 2005) è stato un architetto italiano. È stato tra i primi a sperimentare ed applicare in architettura la partecipazione da parte degli utenti nelle fasi di progettazione. È conosciuto internazionalmente per essere uno tra i fondatori del movimento Team X che operò la prima vera rottura con il Movimento Moderno e le tesi funzionaliste di le Corbusier. Per la sua capacità di instaurare sempre delle relazioni forti tra teoria e pratica non convenzionali si è imposto come uno tra i pensatori più acuti dell'architettura italiana.

 

Giancarlo De Carlo. Schizzi Inediti

19 Dicembre 2014 - 11 Gennaio 2015

Triennale di Milano Viale Alemagna, 6 - Milano 02 724341 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.triennale.org

Orari: Martedì - Domenica: 10.30 - 20.30 Giovedì: 10.30 - 23.00

Ingresso: 2,00 €

 

[gallery type="rectangular" ids="34777,34776,34779,34778,34780,34782,34787"]

Apre i battenti "A work of art is a confession", la nuova mostra di Antonio Syxty. Da giovedì 13 novembre al 10 gennaio, lo spazio creativo milanese di Orea Malià sarà teatro della personale dell’artista e regista teatrale di origine argentina.

 

Per questo evento Antonio Syxty ha scelto di far collidere gli estremi che sono alla base dell’esperienza artistica, quali esibizione e confessione, riconoscimento e dichiarazione ma anche menzogna e verità.

 

Un’epifania d’arte che rappresenta un’altra stazione nel lungo percorso artistico di Syxty, iniziato negli anni Settanta come performer nelle gallerie d'arte e spazi underground e ispirato inizialmente alle opere di Marcel Duchamp. Nel decennio successivo l’artista sposta la sua attenzione verso il teatro, considerato come un arte comportamentale, entro i cui confini agisce approfondendo lo studio di poli contrastanti come verità e falsità.

Dal 2007 Syxty ha iniziato un progetto artistico chiamato Money Transfer, che trae ispirazione dagli effetti emotivi causati dal denaro e dall’ economia nella nostra vita di tutti i giorni, e che vede elevate a protagoniste dell’arte le carte di credito.

 

Antonio Syxty mette in mostra sé stesso e la sue domande. Confessare la propria totalità come persona è possibile, attraverso la forza scenica dell’arte.

 

 

[gallery ids="32714,32715,32716,32717,32718,32719,32720,32721,32722"]

 

 

 

 

 

Grande appuntamento domenica 26 ottobre 2014 con Memento Vivere, iniziativa a cadenza annuale organizzata in ricordo di Gigi Garegnani a Cuggiono, in provincia di Milano.

 

 

 

 

Dalle ore 15.30, Memento Vivere si occupa degli ambiti artistici più cari al Garegnani, come l’arte e la musica. Giunta alla seconda edizione, quest’anno Memento Vivere ospita le opere di Manuela Toselli, abile artista della tecnica della tessitura della seta, suo medium espressivo prediletto. Nei suoi lavori si può scorgere la volontà di riflettere sulla società in cui viviamo, sui precari equilibri morali e sulle contraddizioni dell’uomo che la compongono.

 

Anche la musica ricopre un ruolo importante. Ospite della serata inaugurale è l'Ensemble Festeggio Armonico, gruppo di altissimo livello musicale che si occupa di musica settecentesca.

Il programma propone un viaggio tra Italia e Germania. Si celebrano infatti quest’anno i 300 anni dalla nascita di uno dei grandi musicisti figli di Johann Sebastian Bach, Carl Philipp Emanuel. Non manca la Toccata e Fuga in re minore del geniale compositore tedesco, uno dei brani più celebri di tutta la storia della musica, in una versione per clavicembalo.

La conclusione è affidata a un Concerto di Georg Philipp Telemann, amico di Bach e padrino proprio del figlio Carl Philipp Emanuel.

 

INFO

Memento Vivere

Presso Le Radici e le Ali, (già Chiesa S. Maria in Braida) Via S. Rocco 48 - Cuggiono (MI)

 

Programma

Ore 15.00 – Inaugurazione mostra di Manuela Toselli (fino al 2 Novembre, ore 15:30 - 18:30) Ore 21.30 – Concerto Trio Festeggio Armonico

 

 

 

 

 

La Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea della Repubblica di San Marino annuncia l'apertura della mostra "STUDIOLO - The best of Italian Youth", a cura di Maria Chiara Valacchi, alla quale si potrà assistere da sabato 25 ottobre fino a domenica 30 novembre 2014.

 

 

 

 

La mostra, ideata e supportata in collaborazione con Spazio Cabinet di Milano, coinvolge sei artisti italiani, tutti nati dopo gli anni '80, la cui forma di linguaggio privilegiato per il proprio lavoro di ricerca è la pittura, assieme a tutte le sue possibili alterazioni.

Si tratta di artisti, che, vissuti in Italia sempre all'ombra di una cultura più attenta alla celebrazione di sole pratiche concettuali e alla registrazione di processi di "allineamento", giunge a metabolizzare un cambiamento: mettere in discussione quella pratica artistica con la quale hanno da sempre convissuto e ridefinire ciascuno individualmente la tradizione pittorica del passato e le recenti esperienze internazionali.

Protagoniste della mostra, opere dalle nature contrastanti, eseguite in tempi e spazi differenti, che raccontano il rapporto tra l'esperienza soggettiva e la pittura, a sottolineare il costante bisogno della ricerca di un equilibrio.

Gli artisti in questione, Pierluigi Antonucci, Marco Basta, Giulio Frigo, Gaia Fugazza, Michele Tocca e Alessia Xausa, rappresentano quella generazione che sente il peso della pittura, la sostanza della materia e il tumulto che arriva da un luogo così lontano.

Ed è così che un'esposizione di opere d'arte diventa spunto per meditazioni di carattere intimo e sociale.

 

La mostra avrà inizio sabato 25 ottobre, alle ore 18.30. Mentre per tutti gli altri giorni la Galleria sarà lieta di ospitare i più appassionati del genere dal Lunedì alla Domenica, dalle ore 7.00 alle ore 17.00.

 

 

INFO

STUDIOLO - The best of Italian Youth

Repubblica di San Marino Via Basilicius Museo Pinacoteca S.Francesco

 

 

 

 

 

 

Dal 26 novembre al 7 dicembre andrà in scena presso il Teatro Frano Parenti “ Gli Innamorati” di Carlo Goldoni. La regista Adrée Ruth Shammah, dopo la Locandiera e Sior Todero Brontolon, affronterà l’autore ripercorrendolo con un intreccio ricco di umorismo e dinamiche amorose. Lo spettacolo più atteso dell’anno al Parenti soddisfa tutte le aspettative: la trama vede due giovani innamorati che continuano a guastare la loro storia d’amore con gelosie e ripicche. Può dirsi una commedia atipica per l’autore, scritta in un periodo in cui cercava di arricchire con numerose sfumature i suoi caratteri peculiari. In un’ambientazione milanese, vediamo una riflessione sulla società molto attuale, da cui scaturisce un vero e proprio capolavoro.

Prezzo Intero 32 euro Ridotto Over60 18 euro Ridotto Undre25 15 euro Convenzioni 22,50 euro

Orari Lunedì riposo Martedi ore 20.30 Mercoledì ore 19.15 Giovedì ore 21.30 Venerdì ore 19.15 Sabato ore 21.30 Domenica ore 15.30

 

 

[gallery type="rectangular" ids="33409,33408,33407,33406,33405,33402,33400"]

Domenica 30 novembre, a partire dalle ore 12.00 fino a mezzanotte, il loft di Killer Kiccen in via Pestalozzi, 10 a Milano ospiterà la prima edizione de Il Mercato Nero, proponendo al pubblico una vasta selezione di giovani designer e brand emergenti, una serie di mostre e workshop ed una ricca line-up musicale. Il progetto nasce con l'intento di promuovere brand emergenti e la creativà hand-made; dopo il debutto della scorsa estate avvenuto all'interno di un evento privato e segreto, questa volta a Milano si presenta in una veste nuova caratterizzato da un format del tutto innovativo organizzato da New Girls, Le Cannibale e Killer Kiccen. Un incontro tra nuovi talenti, culto della manufattura, l'idea di wunderkammer e la musica, le performance e i sapori della buona cucina. Così come il nero racchiude in se tutti i colori, allo stesso modo questa eccezionale location in zona navigli porta alla luce le molteplici sfumature della creatività e del divertimento. 12 ore di puro coinvolgimento in quella che è l'arte in ogni sua forma e aspetto, a 360°. Il costo d'ingresso al pubblico è di 5 euro dalla 17 fino alla mezzanotte; dalle 12 alle 17 sarà applicato sull'ingresso un bonus di 2 euro buyback, ovvero scontabili da un eventuale acquisto.

 

 

 

 

La settima edizione del Festival Mediterraneo della Laicità apre le sue porte e vi aspetta dal 17 al 19 ottobre all'Aurum di Pescara dove si discuterà dei temi cardine di questa edizione all'interno della splendida cornice delle sale Flaiano e Tosti.

 

 

L'Associazione Itinerari Laici quest'anno vanta una collaborazione scinentifica importante, quella con LabOnt  centro universitario di ricerca filosofica dell'Università di Torino diretto da Maurizio Ferraris.

 

Si comincia martedì, alle ore 17.00, con il confronto curato da Daniela Padoan e Leonardo Caffo dal titolo “Diritti di tutti? Il confine dell'altro tra specismo e razzismo, l'ambiguo gioco delle categorie”, impreziosito dall'approfondimento di Lia Giancristofaro sul tema “Il patrimonio culturale immateriale tra presente e futuro: condivisione e sostenibilità”.

 

Sempre alla stessa ora, il secondo pomeriggio sarà dedicato alla tavola rotonda organizzata da Gianluca Favetto su “Letteratura, cinema e società” e al viaggio alla ricerca di risposte sulla domanda “Arte contemporanea: perché è arte?” che vedrà al timone della nave Tiziana Andina.

 

Domenica segnate in agenda, a partire dalle 10,00, Massimo Palladino che parlerà di “Arte, città e paesaggio: il patrimonio come valore” e poi Adele Campanelli che guiderà il confronto su “Arte ed archeologia. Una lettura laica del mito al femminile”, ed ancora Giovanni Gaggia, introdotto da Lucia Zappacostra, con “Cruoris Factum”. Ma non è finita qui perché dalle 16,30 si parlerà di documentalità dell'arte con Maurizio Ferraris con l'obiettivo di creare un punto d'incontro sul dialogo che vedrà protagonisti, insieme al pubblico, Werner Gephart e Raja Sakrani sul tema “Opera d'arte. Cosa quando perché? Arti, un linguaggio per il dialogo tra Occidente e Oriente” mentre a chiudere la kermesse sarà il Premio Laici per il Mediterraneo.

 

Una tre giorni di incontri e confronti dove la pluralità di linguaggi dev'essere vissuta non come differenza, piuttosto come varietà. Una varietà a cui attingere per salvaguardare le singolarità che animano il tessuto sociale e che insieme possono e devono lavorare per un futuro comune in cui  scegliere significa aver consapevolezza delle possibili strade da intraprendere nel pieno possesso delle proprie libertà.

 

 

Info: https://www.facebook.com/pages/Festival-Mediterraneo-della-Laicita/281980455160623?fref=ts www.itinerarilaici.it

 

 

 

|||

 

 

 

 

Como città del Design. La storica via Vitani, uno degli angoli più caratteristici della città di Como, accoglie il nuovo Concept Store del brand comasco gloook®. Un marchio italiano di design eco-friendly che ha scelto proprio la città comasca per parlare di design sostenibile.

La città di Como diventa sempre più location interessante e creativa per il lancio di brand giovani ed originali.

 

 

 

Si parla di Moda, di Arte e anche di Design…

Sabato 25 Ottobre 2014, alle ore 17.00, gloook® aprirà le porte del suo mondo.Un mondo di ricerca e di sostenibilità ambientale che propone un modo di abitare di design eco-friendly, tutto made in Italy.

Arredi e complementi di design dal carattere forte, realizzati con cura sartoriale con il materiale ecocompatibile per eccellenza, il cartone alveolare compresso.

Nel nuovo concept store di gloook® si potranno trovare arredi, complementi d’arredo ed oggetti a catalogo e, per il cliente che ha particolari necessità, un team di progettisti ed architetti realizzerà “tailor made” ciò che egli desidera.

Collaborano con il brand designer italiani ed internazionali quali Fabio Biavaschi, Filippo Mambretti, Mattia Menegatti, Gianmaria Borin, Marc Krusin, Alejandro Delgado Charria, Objmao, Andrea Brugnera, Francesco Dazzara, Marzia Perretta, Mattia Menegatti, Marco Quistini e Fabio Damiani, Cristina Alzati e Paola Argine…

gloook® propone un design “green” creativo e funzionale.

 

Sara Biondi

 

INFO

Via Vitani 21, Como

www.gloook.it

 

 

 

 

 

 

 

Mercoledì 1 ottobre, alle ore 18.30, presso la Galleria San Fedele si terrà l’inaugurazione della mostra di Patrizia Novello. L’artista espone al San Fedele una selezione di lavori recenti che le hanno permesso di vincere il primo premio Morlotti 2013 - Giovani Artisti Under 35.

 

 

 

Patrizia Novello, milanese classe 1978, torna alla Galleria dopo essersi classificata terza al Premio San Fedele 2009/10 con l’opera “The time is drawing near to return”. La mostra è l’occasione per inaugurare il nuovo spazio dell’Auditorium San Fedele. L'esposizione, che dura fino al 31 ottobre, consiste di undici Processi di Caduta, fascinose opere dipinte nel 2012 dedicate allo stato d’animo di chi sta precipitando.

 

L’esposizione è curata da Michele Tavola, Assessore alla Cultura del Comune di Lecco, profondo conoscitore d’arte e collaboratore del quotidiano La Repubblica. “Patrizia Novello rappresenta l’attimo di sospensione tra il punto di partenza e quello di arrivo, amplificandolo e dilatandolo, nella vana speranza che duri in eterno – dice Tavola – L’artista cerca di prolungare il più possibile l’attesa, senza più pensare alla causa del male e cercando di allontanare il momento in cui si dovranno fare i conti con le conseguenze.”

 

INFO

 

I_XI di Patrizia Novello, a cura di Michele Tavola Galleria San Fedele via Ulrico Hoepli 3 A/B, Milano Fino al 31 ottobre, tutti i giorni dalle 16.00 alle 19.00

 

 

 

 

|||

La moda torna a casa. Dopo il grande successo di Roma, la Vogue Fashion’s Night Out 2014 arriva a Milano il 16 settembre.

 

 

 

Dalle 19,30 fino a mezzanotte i negozi del centro resteranno aperti per uno shopping molto particolare: saranno infatti presenti negli esercizi commerciali stilisti e celebrità, che introdurranno e presenteranno vari appuntamenti glamour e iniziative a favore di associazioni comunali.

Per la prima volta la Vogue Fashion’s Night Out approda in corso Buenos Aires, dove rimarranno aperte per tutta la serata più di cento negozi.

 

Tra le guest star segnaliamo Emis Killa, ospite dello store OVS di via Torino, che si esibirà in un evento gratuito. Per i calciofili un appuntamento imperdibile, nel salone centrale del palazzo di Piazza Meda della Banca Popolare di Milano, con alcuni giocatori del Milan e l’allenatore Pippo Inzaghi, che concederanno alla folla foto e autografi. Saranno esposti anche una selezione di coppe e trofei vinti dal club negli ultimi anni.

Invitiamo i più golosi a recarsi alla maison Ladurée di via Spadari, dove si potrà acquistare una speciale scatola dalla foggia pitonata di uno dei dolci più in voga negli ultimi tempi, i macarons.

 

Si sale sulla macchina del tempo in piazza Oberdan con lo staff di Club Haus 80’s, che allestirà uno spettacolo proveniente direttamente da un decennio mitico, specialmente per la città di Milano.

Laser, led e luci speciali faranno ballare con le note degli Eurythmics, dei Depeche Mode e dei Frankie Goes to Hollywood.

 

Ed è proprio all’Hollywood che il divertimento continua. Dalle 22,30, nel famoso locale milanese di corso Como 15, si terrà un’esclusiva serata legata alla moda e al glamour. L’ingresso è consentito solo su prenotazione, per accreditarsi serve inviare una mail con nome e cognome di tutti i partecipanti.

 

Niente macchine alla Vogue Fashion’s Night Out. Il Comune di Milano infatti vieterà la circolazione in via Monte Napoleone, via Bigli, via Borgospesso, via Luigi Rossari, via Santo Spirito, via Del Gesù, via Bagutta e Baguttino, via Sant'Andrea, via San Pietro all'Orto (nel tratto compreso tra corso Giacomo Matteotti e via Verri) e via della Spiga. Chiaramente chi abita in queste zone non rimarrà a piedi, perché la circolazione sarà consentita ai residenti diretti alle proprie abitazioni.

INFO

Accrediti after party

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Pagina 8 di 19

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.