CHIAMACI +39 333 8864490

Dal 21 al 23 Settembre 2018, la Galleria al 142 di Milano ospiterà l’esposizione a cura di Paola Riccardi: Feel and touch#handmadewithlove | Kio & SweetNuvi, la collezione primavera/estate 2019. L’inaugurazione sarà venerdi 21 Settembre dalle ore 19.00 alle ore 23.00.

Pubblicato in SvelArte
Martedì, 13 Ottobre 2015 13:20

"Il Fantastico Mondo dei Peanuts" a Milano

WOW Spazio Fumetto di Milano presenta, dal 17 ottobre al 10 gennaio 2016, una mostra senza precedenti, dedicata a tutti gli amanti del cagnolino bianco e nero più famoso di sempre e a tutti i suoi compagni di avventura.

Di chi stiamo parlano? Dell’insuperabile Snoopy, naturalmente, ma anche di Charlie Brown, impacciato come sempre, Lucy, Linus, Piperita Patty e Schroeder.

La mostra è stata pensata proprio per celebrare il 65° anniversario per Peanuts, il fortunato fumetto giornaliero scritto e illustrato dall’americano Charles Schulz nel 1950. L’idea era quella di creare delle vere e proprie “noccioline” - da qui l’idea del nome “peanuts”- intese come “piccolezze” o “cose da poco”, criticando pungentemente la società circostante ed esprimendo pareri e opinioni senza esplicitarli direttamente, rendendoli tuttavia evidenti, così da far aprire gli occhi dei lettori, strappandogli, magari, anche un sorriso.

La serie è stata pubblicata negli Stati Uniti fino al 2000, anno della morte dello scrittore, e in Italia la striscia quotidiana è stata edita dal mensile Linus e dalla testata online Il Post.

Lo Spazio Fumetto, in collaborazione con Bic Licensing, ha quindi deciso di dedicare a questo artista un’esposizione di 3 mesi, patrocinata dal Charles M. Schulz Museum di Santa Rosa (California), in attesa del lungometraggio animato, “Snoopy & Friends – Il film dei Peanuts”, che sarà nelle sale italiane dal prossimo 5 novembre.

All’interno dell’evento non mancheranno, inoltre, incontri, eventi e laboratori di disegno dedicati alle scuole e adatti a grandi e piccini. I visitatori verranno a contatto con tutti i più grandi segreti dei Peanuts e potranno anche rivedere le puntate della serie animata, scattarsi fotografie con i personaggi preferiti e scoprire il nuovo videogioco “La grande avventura di Snoopy”.

Un’occasione imperdibile quindi per conoscere questo fantastico mondo, e, perché no, per far appassionare a questo intelligentissimo fumetto anche i vostri figli e nipoti, che, divertendosi, potranno iniziare a osservare il mondo attraverso gli occhi del simpatico Snoopy.

La mostra, intitolata “Il Fantastico Mondo dei Peanuts”, sarà organizzata in base a un doppio percorso, cronologico e tematico, e presenterà oltre 500 strisce del suddetto fumetto, tra le quali saranno presenti anche alcune delle originali disegnate da Schultz.

E, per i più curiosi, sarà possibile scoprire cosa è contenuto all’interno della mitica cuccia rossa di Snoopy, nella zona a lui dedicata e non mancherà, inoltre, un terzo percorso dedicato alla figura e alla vita di Charles Schulz: sono infatti moltissimi gli elementi tratti dal proprio vissuto che l’autore ha inserito nelle sue strisce.

 

Il Fantastico Mondo dei Peanuts Dal 17 ottobre al 10 gennaio 2016 WOW Spazio Fumetto, Viale Campania, 12, Milano.

INFO BIGLIETTI E ORARI:

Orari di apertura: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00. Biglietti: intero 5,00 euro; ridotto 3,00 euro; convenzionato 4,00 euro

Maggiori informazioni su MueseoWOW

Adele Di Giovanni

Pubblicato in Cultura

Quest'anno l'8 marzo sarà un'occasione per celebrare due volte le donne. Non solo per la tradizionale "festa della donna", ma anche perché ricorrono i 70 anni dalla liberazione dell'Italia dal nazifascismo.

Le donne parteciparono attivamente alla Resistenza e alla Liberazione con coraggio e fermezza, riuscendo di lì a poco ad ottenere anche il diritto di voto.

Nella sede di WOW Spazio Fumetto è stata allestita "Donne Resistenti", una mostra in onore delle nostre nonne e bisnonne che, attraverso i fumetti, ci ricorda le loro imprese. La mostra si apre proprio l'8 marzo alle ore 17 e prosegue fino al 26 aprile.

Un linguaggio nuovo e giovanile quello del fumetto che aiuterà anche i più piccoli a capire meglio le storie raccontate. I disegni ripercorrono il percorso dei Gruppi di Difesa della Donna, da cui è nata l'Udi, Unione Donne Italiane, attraverso gli occhi di una diciassettenne che indaga sulla vita di sua nonna ai tempi della guerra e scopre con ammirazione e stupore la storia della Resistenza femminile. Giovani partigiane, ragazze giovanissime proprio come lei, impegnate in prima linea a difendere la propria patria e disposte a sacrificare persino la vita per essa.

Accanto alla graphic novel saranno esposte anche numerose opere realizzate appositamente dalle disegnatrici Giuliana Maldini, Elena Terrin, Mariagrazia Quaranta e Marilena Nardi. Opere che raccontano la vita di notissime figure femminili come Onorina Brambilla Pesce, Tina Anselmi, Iride Imperoli e molte altre.

Il giorno dell'inaugurazione verrà proiettato il film documentario "Bandite" di Alessia Proietti e Giuditta Pellegrini mentre in chiusura, il 26 aprile, il documentario di Liliana Cavani "La donna nella Resistenza".

Una mostra elegante e suggestiva che ci farà tornare indietro nel tempo ricordandoci che le "Donne Resistenti" hanno lottato per permettere a tutte noi di essere oggi quello che siamo.

[gallery type="rectangular" ids="38777,38778,38779,38782,38780"]

Pubblicato in Cultura

Il 10 gennaio 2015 alle 18.30 presso il Circolo ARCI La Lo.Co. di Osnago, in provincia di Lecco, si terrà un'iniziativa per la commemorazione dell'Eccidio di Valaperta (Casatenovo).

"Buseccata resistente a fumetti" è un evento organizzato anche per rinnovare i valori della Resistenza e dell'Antifascismo. Come suggerito dal nome, protagonisti della serata saranno anche i fumetti, e più precisamente quello di Roberto Baldazzini: "L'inverno di Diego. La stagione della Resistenza" edito da The Box.

Da più di trent'anni Baldazzini è disegnatore e fumettista; egli ha collaborato alla nascita di alcune delle più famose fanzine di fumetti italiane e ha raggiunto il successo soprattutto grazie al fumetto erotico.

Nella graphic novel  "L'inverno di Diego. La stagione della Resistenza" l'autore dimostra uno spiccato realismo raccontando il settembre italiano del 1943 attraverso la storia di Diego, un giovane disertore che decide di scappare tra le montagne piuttosto che sottostare alla legge fascista della Repubblica di Salò e del padre.

Info:

Arci La Lo.Co.

via Trieste, stazione FS di Osnago (LC)

Tessera ARCI non necessaria

www.arcilaloco.org

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

[gallery type="rectangular" ids="35042,35037,35033,35034,35036"]
Pubblicato in Cultura
Lunedì, 23 Giugno 2014 23:18

Punto C di Giovanna Casotto

Imperdibile appuntamento fino al 14 settembre.

Quest’estate le sale del Wow spazio fumetto ospitano la mostra di una delle più grandi illustratrici italiane, Giovanna Casotto.

“il punto c” , titolo della mostra,  è un’esposizione delle più importanti opere dell’autrice, ad alto contenuto erotico.

Dal 7 giugno i locali  dello Spazio Wow saranno "invasi" da corsetti, lingerie, corpetti e latex e saranno esaltati dagli sguardi ammiccanti e dai corpi sinuosi delle sensuali tavole dell'illustratrice.

La mostra raccoglie infatti lavori rappresentativi dei diversi aspetti del suo lavoro: tavole originali, tele, riviste, libri, fotografie, oggetti e anche modelli di abiti in stile Anni Cinquanta realizzati artigianalmente dalla stessa artista. Dal fumetto erotico (con una sala riservata al pubblico adulto) di cui l’autrice è tra gli esponenti italiani più noti, con tavole realizzate per le riviste “Selen” e “Blue”, ai lavori dedicati agli anni ’50 con ritratti di pin up e delle famosissime dive di Hollywood.

la Casotto ha dedicato infatti molti lavori alle donne di quel periodo, dalla mitica pin-up Bettie Page alle dive del cinema hollywoodiano, come Lauren Bacall,Audrey Hepburn e Marilyn Monroe. Grazie al suo segno, questi volti del passato rivivono con straordinaria ricchezza di dettagli, esaltando il glamour e la sensualità di queste dive.

Inoltre saranno esposte le tavole cha hanno per protagonista “La Cocca”, personaggio creato dalla disegnatrice e ispirato ad una donna reale e una galleria di omaggi all’artista realizzati da autori internazionalmente noti, tra cui Milo Manara, Silver, Tanino Liberatore e Laura Scarpa.

Una mostra imperdibile per poter rivivere la sensualità degli anni 50, e l’erotismo delle pin up.

 

La mostra è aperta fino al 14 settembre con i seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 15:00 alle 19:00; sabato e domenica e dalle 15:00 alle 20:00. Chiuso lunedì.

INGRESSO VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI.

 

 

7 giugno – 14 settembre 2014

allo SPAZIO FUMETTO WOW Viale Campania 12 – Milano 

Contatti:

Tel.02.49.52.47.44.

www.museowow.it

 

 

 

 

Pubblicato in SvelArte

Nerospinto ama suggerirvi le mostre più interessanti, quelle particolari e fuori dall'ordinario. Di certo questa piccolissima ma preziosa esposizione che la Triennale di Milano ha dedicato alle tavole di Matteo Guarnaccia e Giulia Pivetta rientra in quest'ultima categoria. I due autori e professionisti, riescono a raggiungere in campo artistico un territorio d'incontro e lo realizzano attraverso la creazione comune delle opere presentate in "Dreamers and Dissenters".

Le tavole, che vorrebbero rappresentare una sorta di ironica storia del costume degli anni '60, trovano espressione nell'area di confine tra fumetto e illustrazione, utilizzando gli stili e le determinazioni tipiche del linguaggio della moda. I soggetti utilizzati comprendono i gruppi più radicali e creativi degli anni '60. Tra l'icona e lo stereotipo culturale si gioca con tipologie e modelli che sono divenuti leggendari nell'immaginario collettivo anche ai giorni nostri.

Si possono ammirare, per esempio, le "Playboy Bunnies", famose "conigliette" icone dell'edonismo liberale nato nel 1960 con l'apertura del primo Playboy Club a Chicago; gli "Astronauti-Cosmonauti" che ricordano il periodo della Guerra Fredda ed incarnano gli sforzi sovietici per conquistare lo spazio. Le "Hostess": in un tempo in cui volare non era ancora diventato democratico e le signorine dei cieli rappresentavano una professione che era soprattutto un sogno. I "Surfers" influenzati dai Beach Boys e dalle vibrazioni positive della mitica estate californiana. Le "Go Go Girls", giovani sexy ed esuberanti cubiste della vita, eterne teenagers che, per quanto riguarda il look, non potevano fare a meno dei propri stivaletti. Lo stile ispirato alla "Dolce Vita" e al cinema di quegli anni con miti quali Fellini e Mastroianni. Gli "Hippies" e la loro rivoluzione pacifica, le "Guardie Rosse" ispirate dalla Rivoluzione Culturale cinese di Mao del 1966. Il gusto estetico kitsch, folkloristico, tribale, l'esotismo e il misticismo ispirato alle fiabe delle "Folkies". Il look alla "Carnaby Street" nato dalla trasposizione di Londra in un cliché mediatico nel 1966 sul "Time" con la "Swinging London". E ancora i "New Dandy", i "Bikers", i "Rockers", i "Mods", e gli "Skinheads".

Questi gruppi vengono schedati e descritti nel loro aspetto, un rimando agli archetipi culturali di quegli anni. Con intelligenza ed ironia i due autori offrono richiami al design, alla politica, al cinema e all'arte. Così si ritrovano le contestazioni di stampo marxista, il pacifismo, la "Beatles Mania", David Bowie, Kubrick, il cinema francese e Brigitte Bardot in un continuo gioco di riferimenti.

Gli anni '60 furono i tempi in cui i Ribelli (Dissenters) furono anche dei Sognatori (Dreamers) come se non si potesse essere l'uno senza l'altro. Erano gli anni delle grandi utopie, della lotta per gli ideali, delle conquiste, reali o immaginarie, delle rivoluzioni. Anche se visti ora e dal punto di vista della moda molti di questi "tipi" possono risultare un po' ridicoli, fuori luogo o strappare un affettuoso sorriso, essi costituiscono un patrimonio storico e culturale cui non si può e non si deve rinunciare. Lo sanno bene i due autori, che con amore e leggerezza, disegnano un'epoca di costumi e personaggi degna del miglior fashion design moderno ma con la freschezza e l'ingenuità di un fumetto. Un'antologia del costume divertente e spietata che racconta "come eravamo" o solo "come avremmo potuto essere".

Indira Fassioni

ORARI:

lunedì chiuso / martedì - domenica 10.30 - 20.30 / giovedì 10.30 - 23.00

INFO:

INGRESSO GRATUITO

Triennale Design Museum - viale Alemagna 6, Milano

www.triennale.it

Pubblicato in Cultura
Sabato, 22 Giugno 2013 18:37

Letti di notte- Lise&Talami

Nerospinto vi segnala il secondo appuntamento di Letti di notte, sabato 22 giugno alla libreria Spazio B**K alle ore 19 con la presentazione di Retina con il duo di fumettisti  Lise e Talami. Oggetto della serata le storie "Morte ai cavalli di Bladder Town" e la prima parte di "Escathon".

Gli autori Alessandro Lise e Alberto Talami sono famosi per il libro a fumetti “Quasi quasi  mi sbattezzo” libro tragicomico centrato sullo scottante tema della religione ma affrontato con leggerezza ed ironia tramite le immagini: sono questi i punti di forza dei due fumettisti.

Lise e Talami, Spazio B**K e l’evento Letti di notte vi aspettano numerosi per questa interessante serata!

 

Libreria Spazio B**K -via Porro Lambertenghi,20

Milano

www.spaziobk.com

 

 

Pubblicato in SvelArte

Per tutti gli appassionati di fumetto e illustrazione, presso lo Spazio B**k di Milano si terrà una nuova presentazione in collaborazione con Retina, una piattaforma di distribuzione e promozione di fumetti in formato digitale, pensata  e gestita da Davide Catania e Elena Orlandi per facilitare la circolazione di opere con poca visibilità.

 

L'evento è volto a far conoscere e promuovere l'ebook di Antoine Cossé "Kiddo", pubblicato in Gran Bretagna da Records Records Records e ora approdato in Italia, attraverso un incontro con l'autore e l'esposizione delle tavole originali.

 

Un cane corre per una distesa deserta. Con lui un uomo, che ha iniziato un viaggio.

 

Per saperne di più e scoprire il mondo di Kiddo, non mancate mercoledì 5 giugno alle ore 19 allo Spazio B**k in via P. Lambertenghi, 20 (Milano).

 

Pubblicato in Cultura

Come possiamo noi di Nerospinto non ricordarci del genio di Guido Crepax? Lui che ci ha donato la grande “Valentina” icona di mistero e sensualità, incarnazione di una donna forte e conturbante. A lui e alle sue storie a cavallo tra fantascienza, horror e thriller è dedicata una mostra gratuita all’AIAP di Milano. Non avete nemmeno la scusa del portafoglio, non perdetevela!

L'Aiap rende omaggio all'importante lavoro grafico editoriale del creatore di Valentina a partire dalle copertine per i Nuovi Sonzogno. La mostra, “Crepax e la letteratura popolare”, sarà aperta al pubblico dal 9 aprile all’8 maggio 2013 presso la Galleria AIAP (Associazione italiana design della comunicazione visiva), in via Amilcare Ponchielli 3.

Esposte circa 200 copertine: quelle dei volumi della collana di avventura, western e gialli “I Nuovi Sonzogno”, titoli come “I cavalieri della prateria”, “L’ultimo dei moschettieri”, “Il trionfo della primula rossa”, “L’avventuriero”, tutti realizzati negli anni tra il 1966 al 1973. Forse non tutti sanno che Guido Crepax, il celebre creatore della conturbante eroina a fumetti Valentina, ha svolto durante la sua carriera professionale anche un interessante lavoro grafico editoriale che ha lasciato un segno nella storia della letteratura popolare italiana. L’Aiap, in occasione dell’anniversario degli ottanta anni dalla nascita (e dieci anni dalla scomparsa) di questo grande artista rende omaggio a queste esperienze con una serie di mostre. Nel corso dell’anno seguiranno infatti le altre due iniziative dedicate a Crepax: la prima sui suoi lavori di all’illustrazione scientifica con le copertine di “Tempo Medico” e la seconda riguardo al legame con il mondo musicale, raccogliendo le copertine di dischi e degli spartiti musicali realizzati, compresa anche la celebre cover dell’ LP “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno. La mostra “Crepax e la letteratura popolare” è a cura di Mario Piazza e del CDPG / Aiap (Centro di Documentazione sul Progetto Grafico di Aiap), in collaborazione con l’Archivio Crepax. Inaugurazione l’8 aprile alle 18,30.

Gli orari di apertura successivamente saranno: dal lunedì al giovedì 10:00 alle 18:00, il venerdì dalle 10:00 alle 13:00. L’ingresso è gratuito, un’occasione in più per ammirare il segno inconfondibile di questo grande maestro italiano.

Pubblicato in Cultura
Giovedì, 18 Aprile 2013 18:46

Avventure Noir per lo Spazio Wow

I protagonisti noir anni Sessanta tornano per una rassegna dedicata agli albi per adulti pubblicati in Italia dal 1964 al 1970, da Fantax a Genius fino a Spetterus e Zakimort, attraverso un itinerario di 12 cartelloni dedicati ognuno a un diverso personaggio, con teche contenenti volumi originali correlati da descrizioni dettagliate dei materiali esposti.

La mostra dal titolo ‘Avventure noir’ si terrà dal 13 aprile al 12 maggio al piano terra dello Wow Spazio Fumetto, museo del fumetto, dell’illustrazione e dell’immagine animata di Milano.

E’ una rassegna che ripercorre tutta la produzione nata sulla scia del successo di Diabolik ed è ispirata all’ omonimo saggio di Luca Mencaroni, curatore anche dell’esposizione, che ha voluto rendere omaggio agli anni ’60 e ’70 catalogando tutte le testate pubblicate nel periodo e valorizzando gli autori e gli editori di tali storie.

I pannelli sono dedicati a Fantax, Mister-x, Demoniak, Sadik, Spettrus, Jnfernal, Zakimort, Dany Coler, Dennis Cobb, Joe Sub, Genius e Killing, storie che contengono sesso e violenza, che sono tematiche basilari di questo tipo di narrazione.

Il noir infatti è conosciuto anche come romanzo nero, ed è un genere letterario poliziesco, il cui scopo però non è soltanto di raccontare e risolvere un crimine, ma deve portare il lettore a riflettere sulla realtà che lo circonda in base alle informazioni che ha raccolto durante la lettura, attraverso il percorso affrontato dal protagonista, che spesso è un antieroe mascherato.

Se siete volete rivivere una parte della storia dell'editoria italiana e se semplicemente siete curiosi, visitate questa originale esposizione!

Ingresso gratuito

WOW SPAZIO FUMETTO

Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano Viale Campania 12, Milano.

Orario mostra: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00.

 

Info: 02 49524744/45

 

www.museowow.it

 

Pubblicato in Cultura
Pagina 1 di 2

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.