CHIAMACI +39 333 8864490

«Io sono, in questo momento, piena di contraddizioni, da una parte ho l’entusiasmo della sfida che vogliamo superare, dall’altra sono presa da sconforto provocato dal sentirsi un fantasma, inesistenti, un settore che non interessava perché non si parlava mai della chiusura dei teatri e di come fosse ferita Milano. Milano era Milano e tornerà a esserlo perché ha una vita culturale molto intensa e curiosa». Sono le parole con cui ha esordito Andrée Ruth Shammah, la direttrice dello storico teatro in via Pier Lombardo, con una voce rotta dall’emozione e al contempo energica per la costante voglia di fare che la contraddistingue. E noi non potevamo che sceglierle come incipit perché racchiudono lo spirito umano e artistico con cui si vuole ripartire, ma anche i timori vissuti durante questi mesi e forse anche un po’ sui prossimi - rimanendo coi piedi per terra.

"La Scoperta della Luna" con Luigi Lo Cascio

Bisognerà riconquistare, in un certo senso, la fiducia del pubblico soprattutto nell’ottica di doversi abituare a partecipare a uno spettacolo dal vivo assumendo le precauzioni di sicurezza anti-covid.

«Il Teatro Franco Parenti è un teatro all’aria aperta per la sua conformazione così particolare, si è creata aria all’interno di questa meravigliosa platea che sembra fosse stata progettata per casi particolari; c’è l’aria dei Bagni Misteriosi - aperta e limpida - pronta ad entrare in relazione con la dimensione creativa. I tanti mesi di chiusura delle attività culturali hanno determinato, da parte della cittadinanza, un’esigenza di Cultura, preziosa tanto quanto l’aria che si respira» ha sottolineato l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno.

Sicuramente uno dei passi da compiere in questo momento consiste nel far (ri)comprendere come l’Arte sia e debba essere parte essenziale delle nostre vite. Affrontare queste serate, tra Bagni Misteriosi e due sale interne (con posti distanziati in maniera originale - lo scoprirete andandoci), potrebbe essere pure un modo per abituarsi gradualmente alla stagione 2020-2021 che, tutti, ci auguriamo possa esserci per il Parenti così come per gli altri palcoscenici della città meneghina - e non solo.

Ph: Andrea Cherchi

La stagione estiva è realizzata in collaborazione con Verbania (vedi, ad esempio, “Carmen - Diario di un capolavoro”) e al contempo si è tenuto a comporla anche in base agli spettacoli e agli artisti già in cartellone, saltati a causa della chiusura (citiamo “Locke” ma anche “Per strada” - ormai un cult del Parenti - pensato in una veste nuova o ancora Luigi Lo Cascio che proporrà qualcosa pensato ad hoc e che avrebbe dovuto essere in scena dal 25 febbraio con “Dracula” insieme a Sergio Rubini).

 

L’estate 2020 al Teatro Franco Parenti: il programma

 

18 Giugno, dal 22 al 25 Giugno, dal 29 Giugno al 1 Luglio - presso i Bagni Misteriosi

Stasera si può entrare fuori 2

uno spettacolo ideato e diretto da Andrée Ruth Shammah

 

21 Giugno - presso i Bagni Misteriosi

Festa europea della Musica! Affacciati alla Finestra!”: maratona musicale con giovani talenti

Società del Quartetto in collaborazione con Teatro Franco Parenti e Yamaha Music Europe - branch Italy

 

dal 29 al 30 Giugno - presso la Sala Grande

Sulla morte senza esagerare” del Teatro dei Gordi

ideazione e regia Riccardo Pippa

produzione Teatro Franco Parenti e Teatro dei Gordi

“Sulla morte senza esagerare” - Ph: Marta Perroni

dal 30 Giugno al 5 Luglio - presso la Sala AcomeA

Segnale dallarme - La mia battaglia VR

tratto dallo spettacolo teatrale ‘La mia battaglia’

diretto e interpretato da Elio Germano

produzione Pierfrancesco Pisani per Infinito srl - Gold VR

 

2 Luglio - presso i Bagni Misteriosi

Una stranissima primavera

di Beppe Severgnini, con Beppe Severgnini e Carlo Fava

produzione Mismaonda Creazioni live

 

dal 7 al 12 Luglio - presso la Sala Grande in prima nazionale

Locke” di Steven Knight

uno spettacolo diretto e interpretato da Filippo Dini

produzione Teatro Franco Parenti - Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia - Teatro Stabile di Torino

“Locke” con Filippo Dini - Ph Noemi Ardesi.

9 Luglio - presso i Bagni Misteriosi

La scoperta della luna” con Luigi Lo Cascio

 

dal 13 al 15 Luglio - presso la Sala Grande

Giulietta” di Federico Fellini

uno spettacolo di Valter Malosti con Roberta Caronia

 

dal 15 al 25 Luglio - presso Sala AcomeA in prima nazionale

Una vita che sto qui

con Ivana Monti, regia di Giampiero Rappa

produzione Teatro Franco Parenti

 

16 Luglio - presso i Bagni Misteriosi

Amor y tango

Michele Placido in veste di interprete e regista, accompagnato da Davide Cavuti Ensemble

produzione Golden Art Production

 

20 Luglio - presso i Bagni Misteriosi

ApPUNTI G

con Lucia Vasini, Alessandra Faiella, Livia Grossi, Rita Pelusio

Produzione Nidodiragno - CMC - Collettivo ApPUNTI G - Sara Novarese

“Per strada” - Ph: Tommaso Le Pera

dal 21 al 26 Luglio - presso la Sala Grande

Per strada

di Francesco Brandi, presente in scena anche in qualità di interprete con Francesco Sferrazza Papa

Regia Raphael Tobia Vogel

produzione Teatro Franco Parenti

 

23 Luglio - presso i Bagni Misteriosi in prima nazionale

Scacco matto - Altre distanze in nuovi orizzonti

Feroce Partita” reloaded / (Quartetto) per la fine del tempo

Un dittico della Compagnia Egribiancodanza

 

30 Luglio - presso i Bagni Misteriosi

Carmen - Diario di un capolavoro

ensemble corale – coro San Gregorio Magno.

Ideazione e regia Mauro Trombetta, con tra gli altri Lucilla Giagnoni

 

3 Agosto - presso i Bagni Misteriosi

Stand Up comedy - Estate 2020

con Luca Ravenna, Stefano Rapone, Daniele Tinti

 

30 agosto - presso i Bagni Misteriosi

Don Giovanni

di e con Michela Murgia

in collaborazione con Società dei Concerti

 

10 Settembre - presso i Bagni Misteriosi

Capolavori

lecture show di Mario Berruto

produzione Nidodiragno - CMC

 

15 e 16 Settembre - presso i Bagni Misteriosi

Le Sacre

con Luciana Savignano.

Uno spettacolo di Susanna Beltrami

 

21 Settembre - presso i Bagni Misteriosi

Lezione magistrale di Luciano Floridi

#3 - Utopia digitale? Il verde e il blu

presentato da Teatro Franco Parenti e Eni

 

Data da definire - presso i Bagni Misteriosi

Fuggi la terra e le onde

con Lino Guanciale

 

Qui per maggiori info sugli spettacoli: https://www.teatrofrancoparenti.it/cartellone/

 

Ph: Andrea Cherchi

INFO

Orari: h 21.30 Bagni Misteriosi; Sala Grande e Sala AcomeA h 20 o h 20.30 a seconda dello spettacolo

Prezzi: 15€; 20€ e 25€

Spettacoli validi per tutti gli abbonamenti stagione 2019-2020 del Teatro Franco Parenti

L’estate 2020 del Parenti: on the road

«Pensando al ruolo che hanno avuto le compagnie di giro nei processi di acculturazione tra la fine del ’700 e l’inizio dell’800, è nata l’idea di due camioncini itineranti. Ponendosi di spalle e aprendo la parte posteriore si darà vita al palcoscenico, con sedie distanziate fisicamente, non socialmente. Si partirà dai comuni più martoriati e, nello specifico, dalla prima zona rossa portando così nelle piazze lo spettacolo dal vivo. Il tutto sarà un’opportunità per gli artisti giovani» ha spiegato Galli, l’assessore alla Cultura della Regione Lombardia, partner dell’iniziativa.

Una chicca per gli artisti

Con orgoglio la Shammah ha comunicato alla stampa presente in conferenza stampa la conclusione dei lavori per gli appartamenti degli artisti. Visitandoli in anteprima non si può non dare atto che si respiri proprio ‘aria di casa teatrale’, come se ogni stanza (pensata nei minimi dettagli da un architetto) sia sì funzionale e semplice, ma ricordi anche dei dettagli dei camerini dello stesso Parenti. In più è presente una cucina completamente attrezzata che potrebbe diventare un ulteriore luogo dove far accadere il confronto tra gli artisti in residenza in quel momento.

Pubblicato in Cultura

Rientrare nella Sala Astra dell’Anteo Palazzo del Cinema di Milano (fiore all’occhiello della città meneghina) anche solo per la conferenza inerente alla riapertura ha provocato un’emozione difficilmente descrivibile: nostalgia per ciò che sembrava normale - e scontato - (fino alla chiusura del 23 febbraio in Lombardia e Veneto, dell’8 marzo nel resto d’Italia) e commozione, frutto anche del timore di non poter rimettere piede in una sala cinematografica per chissà quanto tempo e poterlo, invece, fare in quell’istante, con un trasporto tale da far salire il groppo in gola.

«Come tante persone abbiamo affrontato questo periodo di lockdown stando nelle nostre case, pensando a come risolvere questa situazione. Siamo rimasti chiusi per troppo tempo e in questo lasso di tempo abbiamo cercato di capire come mettere in sicurezza la nostra attività a partire dalle persone che lavorano con noi (ben 80)», ha dichiarato con un’appassionata partecipazione il fondatore dell’Anteo Lionello Cerri.

«AriAnteo è in massima parte sulle spalle del soggetto che decide di investire le proprie risorse economiche, finanziarie, di idee, progettualità e di persone» ha tenuto a evidenziare l’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, riconoscendo il grande merito di resistenza e di impegno per la città che Cerri e il suo staff dimostrano da anni. «Lo abbiamo sperimentato durante il lockdown: la cultura è una dimensione insostituibile di ogni comunità e società e l’offerta culturale ha necessità della presenza fisica, concreta, che può essere quello della performance dal vivo o del meccanismo di condivisione e pratico che scatta quando una platea di un cinema condivide l’esperienza di visione di un film». Ci sembra importante riferirvi queste parole dell’assessore in quanto troppo spesso si danno per scontati lo spettacolo dal vivo, il cinema e tutte le ramificazioni artistiche e culturali, considerandole e veicolandole come puro intrattenimento, come qualcosa di cui si possa fare a meno. Ci auguriamo che questi mesi così difficili abbiano portato molto a riflettere sull’essenzialità della Cultura e dello Spettacolo nella vita di ciascuno, poi sta a noi decidere in quale misura farli entrare nella quotidianità, ma non vanno trascurati perché sono una fonte di arricchimento interiore immateriale certo, però dal valore inestimabile. Ma entriamo nel vivo della proposta di AriAnteo 2020.

ARIANTEO 2020: LE LOCATION

Una linea ideale collega Milano, Monza (arena presso la Villa Reale) e Treviglio. Approfondiamo maggiormente le arene estive nella città meneghina: AriAnteo Chiostro dell’Incoronata (ingresso da via Milazzo, come sempre con doppio schermo), AriAnteo Palazzo Reale (ingresso da piazza del Duomo) e nuova location per l’estate 2020: AriAnteo Triennale (presso il giardino della Triennale di Milano) nell'ambito del programma dell’estate di Triennale.

ARIANTEO 2020: PROGRAMMAZIONE

«La programmazione è ricca e diversificata, con titoli di qualità italiani e stranieri, oltre a grandi produzioni e titoli per le famiglie. In palinsesto i successi della recente stagione cinematografica, usciti in sala poco prima dell'emergenza sanitaria, oltre a titoli inediti (al cinema, ma distribuiti nelle piattaforme in streaming nell’incertezza di non sapere quando si sarebbe potuti andare in sala, nda) tra cui “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo, premiato a Berlino per la migliore sceneggiatura; “Georgetown” di e con Christoph Walz, "Tornare" di Cristina Comencini, candidato a 5 Nastri d'Argento.

Nel palinsesto anche diverse rassegne: AriAnteo Triennale ne avrà una dedicata a design, architettura e fotografia, e una dedicata al centenario dalla nascita di Federico Fellini.

Una parte della programmazione, sia per quanto riguarda le arene estive, che le sale al chiuso, tratterà un tema a noi molto caro, oltre che di grande urgenza: i diritti civili. Anche la nostra proposta culturale vuole riconoscere le pari dignità dei cittadini senza distinzioni di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche e personali. Tra i film in programmazione, “Il diritto di opporsi” di Destin Daniel Cretton, “Sorry we missed you” di Ken Loach, “Alla mia piccola Sama” di Waad Al-Khateab e Edward Watts, “Cattive acque” di Todd Haynes con l’attore attivista Mark Ruffalo, “I miserabili di Ladj Ly”» (dalla nota ufficiale).

Programma completo su:

https://www.spaziocinema.info

ARIANTEO: NOVITÀ 2020

Nell’ottica di dialogo tra le arti «AriAnteo diventa anche cabaret: a partire dal 23 giugno - una volta a settimana per ciascuna location - è previsto uno spettacolo con un artista di Zelig prima della visione del film in programma. Tra i protagonisti Daniele Raco, Marco Della Noce, Max Angioni, Davide Calgaro, Ippolita Baldini, Giovanni D’Angella, Vincenzo Albano, Enzo Ratti».

ARIANTEO: BIGLIETTI E INFO DI SERVIZIO

Biglietti: intero 7.50€; ridotto 5.50€; ridotto Amici del Cinema 4.50€

Tessera abbonamento a 10 spettacoli 39€

Spettacolo Zelig + proiezione film 12€; solo proiezione film 7.50€

Biglietti acquistabili preferibilmente online su www.spaziocinema.info o presso le casse del cinema e delle arene. Prevista l’assegnazione dei posti, in modo da permettere il distanziamento sociale di un metro tra uno spettatore e l’altro.

Altre misure di sicurezza anti-Covid

In ottemperanza alle norme anti Covid-19, Anteo ha ritenuto utile adottare alcune norme per la sicurezza di tutti gli spettatori.

Nello specifico:

- Tutti gli operatori utilizzeranno dispositivi di protezione individuale (mascherina);

- In ogni arena saranno presenti soluzioni disinfettanti prima dell’ingresso in sala di ogni

spettatore;

- Tutte le sale saranno completamente igienizzate e sanificate;

- I posti in sala saranno organizzati in base alle normative;

- Ad ogni spettatore sarà misurata la temperatura corporea che dovrà essere inferiore a 37,5°

Anche gli spettatori devono fare la propria parte:

- Presentarsi con mascherina per proteggere naso e bocca;

- Lavarsi le mani o utilizzare il gel disinfettante posto all’ingresso;

- Ridurre il più possibile il pagamento in contanti. È quindi preferibile acquistare i biglietti online sul sito www.spaziocinema.info

LA RIAPERTURA DELLE SALE

Non è finita qui però, il team dell’Anteo ha deciso di riaprire, dal 19 giugno, le porte del Palazzo del Cinema così come di CityLife Anteo a Milano, Capitol Anteo spazioCinema a Monza, spazioCinema CremonaPo e Treviglio Anteo spazioCinema, invitando il pubblico ad animare anche le sale al chiuso, dove saranno rispettate tutte le norme di sicurezza e di sanificazione. «Per noi di Anteo sarà anche un’occasione per una nuova definizione del nostro ruolo culturale. Vogliamo ripartire con ancora più energia e vigore, e vogliamo estendere un concetto a noi molto caro: il concetto di comunità che considera i nostri cinema una piazza comune del vivere culturale civico, un ideale punto di incontro dove le istanze e i sogni del singolo possano divenire patrimonio comune, rimessi in circolo come valore sociale. Riaprire - ripartire - significa per noi innanzitutto mantenere un forte radicamento nella realtà e nei temi che la contemporaneità ci sottopone».

Tutto è pronto, o almeno questi gestori-ideatori-appassionati ci stanno provando; ora sta a noi animare le arene e riempire le sale senza il timore di stare al chiuso, ma con il desiderio di riassaporare la visione sul grande schermo nella magia data dal buio attorno, con solo lo schermo cinematografico illuminato.

Pubblicato in Cultura

Dal 30 gennaio al 16 febbraio 2020 andrà in scena al Teatro Manzoni la pièce teatrale “The deep blue sea”, considerato il capolavoro del drammaturgo britannico Terence Rattigan. La narrazione, ambientata nel secondo dopoguerra, segue la giornata della protagonista Hester Collyer, dopo il suo tentato suicidio.

Pubblicato in Cultura

Si avvicina il Natale e per l'occasione è stato allestito un mini-musical dedicato ai bambini e a questa festività. Sabato 21 dicembre, ore 15,30 presso il Teatro Manzoni di Milano, lo spettacolo vi attende con la sua magia.

Pubblicato in SvelArte

È in arrivo sulla scena teatrale di Milano il nuovissimo spettacolo: SINGIN’ IN THE RAIN – CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA, lo storico Musical scritto nel 1952 da Stanley Donen.

Lo spettacolo si terrà nella prima parte della stagione presso il Teatro Nazionale CheBanca! di Milano, non mancheranno però le repliche a partire dal 15 novembre 2019, che lasceranno in scena il musical fino all’11 gennaio 2020.

Pubblicato in Cultura

Una programmazione ricca di spettacoli ed eventi quella al Teatro Franco Parenti di Milano per la stagione 2019/2020.

Pubblicato in Cultura

Dal 27 al 30 maggio 2019, al Teatro Elfo Puccini in scena il secondo appuntamento della rassegna “Politica, Potere, Passione”: “La Nipote di Mubarak”, scritto da Valentina Diana e interpretato da Marco Vergani. Prosegue il programma di “Nuove Storie 2019”, sei spettacoli dedicati all’attualità, dal 20 maggio al 28 giugno 2019.

Pubblicato in Cultura

Ne parlano i cantanti, i registi lo raccontano, i poeti lo incastrano in versi e i pittori lo ritraggono. I soldati in guerra lo usano come sedativo per sopravvivere ai bombardamenti, i genitori come pillola per affrontare stress lavorativi; è in ogni angolo della terra, evidente in tutti i luoghi in cui si incroci un essere umano e sfumato nelle sopravvivenze degli altri esseri viventi. Inevitabile e ininterrotto, e proprio per questo profondamente mutevole. È l’amore. Lui con le sue infinite sfaccettature, con i suoi cambi di programma e con i suoi adattamenti sociali. È il tema dei temi, e anche questa volta, anche se in una chiave di lettura del tutto particolare, sarà il grande protagonista.

Pubblicato in SvelArte

Lunedì 8 aprile un pubblico partecipe ha accolto al Teatro San Babila di Milano l’evento di PENSARE oltre Movimento Culturale.

Pubblicato in Foyer

Quando gli si chiede una parola per definire il Teatro, lui risponde: "È vita”. Ricordato dal grande pubblico per gli sketch con la Gialappa's Band e per il ruolo di Giulio Pittaluga nella sit-com "Un medico in famiglia", solo chi ha la fortuna di conoscerlo bene sa che Ugo Dighero si sente realizzato solo quando si apre il sipario. È lì, nel momento in cui incrocia i suoi occhi con gli spettatori, che si compie la vera magia del teatro. 

Pubblicato in Tête-à-tête
Pagina 1 di 6

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.