CHIAMACI +39 333 8864490

||||||

Rieko Koga, artista giapponese di base a Parigi che fa della tessitura il suo unico medium espressivo, è un’artista elegante, pura e raffinata, la sua arte è espressione delle sue intime riflessioni e frutto di un atto di introspezione meditativa.

Una grande inaugurazione l’8 Maggio 2014 alle ore 18.30: GHORAMARA… sulle rive di un’isola che svanisce. 

 

La galleria AMY D Arte_Spazio in occasione del Photofestival di Milano espone dal 29 aprile al 25 maggio 2014 le opere di Daesung Lee dal titolo “GHORAMARA… sulla riva di un’isola che svanisce”, progetto economART sui profughi ambientali dell’effetto serra.

La mostra Personale di Daesung Lee è curata di Anna d’Ambrosio e inaugurerà l’8 Maggio alle ore 18.30.

 

Il direttore della Scuola di Studi Oceanografici ha affermato all’Indipendent Sugata Hazra: “È solo questione di tempo, qualche anno e sarà anche lei inghiottita del tutto dalle acque marine che sono in costante aumento”.

Queste parole si riferiscono a Ghoramara, un’isola del delta del Gange i cui abitanti, come guerrieri, resistono a quello che per loro è il peggior nemico: l’effetto serra.

Dal 2007, anno in cui anche la vicina isola di Lohachara è scomparsa sotto il livello del mare, 10mila persone insieme ai profughi di Ghoramara hanno trovato rifugio sull’isola di Sagar, che ha già perso a sua volta oltre 3.000 ettari di superficie.

Sono dozzine di isole, con oltre 70mila abitanti, che rischiano di ingrossare l’esercito di profughi climatici.

Dopo l’isola polinesiana di Tuvalu anche le isole Maldive, Marshall, così come le zone costiere dell’India, Egitto, Bangladesh sono a rischio con tutto il loro delicato ecosistema.

L’artista coreano Daesung Lee ha ripreso uomini, donne, bambini, animali nella loro bellezza fiera. Sono ritratti di destini intrecciati ed ineluttabili; come guerrieri solitari che resistono ancorati a pochi lembi di terra.

L’intento della fotografia di Lee è La bellezza della costa erosa che scompare con immagini surreali e fiabesche simbolo di un fato impossibile da evitare.

 

“Gran parte degli oggetti che usiamo nella vita quotidiana sono prodotti da persone che non conosceremo mai… questo “effetto farfalla”, eco dello sfrenato consumismo occidentale, crea seri danni altrove, il mondo è più connesso dalla globalizzazione di quello che immaginiamo”. …Tutto è connesso, nulla vive nell’isolamento. Afferma Daesung Lee.

Daesung Lee è un fotoreporter internazionale e con il suo talento ha deciso di ritrarre queste persone, la gente di Ghoramara Island (West Bengal, India). Le sue immagini, che raccontano la vita di un’isola colpita dal cambiamento climatico e la storia di una popolazione che ha dovuto lasciare i luoghi d’origine, hanno vinto il Sony World Photography Awards 2013.

 

Una mostra emozionate e forte vi aspetta all’AMY D Arte_Spazio!

 

 

 

INFO

In mostra dal 29 aprile al 25 maggio 2014

Lunedì - venerdì 09.00 - 12.00 / 15.00 -19.00

Sabato e festivi su appuntamento

 

Con la partecipazione di: The Secret Gardens

 

AMY D Arte_Spazio   

Via Lovanio 6, 20121 Milano (Italy)

Tel. +39.02.654872

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.amyd.it

MM2 Moscova / bus 43-94 Via Statuto

Dal 19 Aprile al 4 Maggio una rassegna dedicata ai migliori film americani degli anni Sessanta e Settanta vi aspetta allo Spazio Oberdan.

 

 

 

Presso la Sala Alda Merini, Fondazione Cineteca Italiana presenta “America: controcultura e nuova Hollywood”: una rassegna di film in lingua originale.

Dalla metà degli anni Sessanta gli Stati Uniti conobbero una stagione di eccezionale fermento politico, sociale e culturale.

Numerose furono le manifestazioni che videro protagonisti i giovani, gli studenti e la parte più progressista della nazione, contro la discriminazione razziale, la guerra in Vietnam e a favore dei diritti delle donne e per l’emancipazione sessuale.

Il cinema fu investito da questa onda di controcultura libertaria e, grazie a una schiera di agguerriti nuovi cineasti (registi, attori, sceneggiatori e produttori), la scena hollywoodiana si rinnovò profondamente e con essa lo stesso linguaggio filmico. Nel giro di pochi anni si affermarono artisti che avrebbero fatto la storia del cinema mondiale dei decenni successivi e si realizzarono decine e decine di indimenticabili capolavori.

 

La rassegna, che si terrà allo Spazio Oberdan nel capoluogo lombardo, ha come obiettivo far rivivere quell’incredibile periodo storico.

15 titoli, fra i quali, segnaliamo 3 titoli per il loro valore e la loro rarità: Maharishi Mahesh Yogi – Sage of a New Generation, l’unico documentario mai realizzato con Maharishi Mahesh Yogi, mistico e filosofo indiano fondatore della tecnica conosciuta come meditazione trascendentale che tra la fine degli anni Sessanta e gli anni Settanta raggiunse un’enorme popolarità anche grazie al fatto di avere avuto tra i suoi discepoli numerose celebrità dell’epoca come il gruppo musicale dei Beatles, Mia Farrow e altri; Free at Last, documentario che riprende con lo stile del cinema-verità l’organizzazione e la realizzazione della marcia su Washington di Martin Luther King nel 1968 chiamata “The Poor People’s Campaign” e che, in seguito all’assassinio di King avvenuto qualche giorno dopo la fine delle riprese è un documento eccezionale delle sue ultime settimane di vita; e infine il magnifico Lo spaventapasseri, ritratto impietoso dell’America con due giovani formidabili protagonisti allora ai loro primi passi: Gene Hackman e Al Pacino.

Questi sono solo alcuni dei titoli presenti nella rassegna; saranno proiettati anche “Ciao America!” di Brian De Palma, “Cinque pezzi facili” con Jack Nicholson, “Easy Rider” di Dennis Hopper e molti altri film imprendibili per la loro rarità e bellezza.

 

Il programma completo è consultabile visitando il seguente sito: http://oberdan.cinetecamilano.it/eventi/america-controcultura-e-nuova-hollywood/.

 

 

 

Nerospinto consiglia di non mancare a una rassegna così interessante! Un’occasione per immergersi in un periodo storico vivace e importante!

 

 

 

 

 

America: controcultura e nuova hollywood

DAL 19 APRILE AL 4 MAGGIO

 

Sala Alda Merini - Spazio Oberdan - Provincia di Milano

Viale Vittorio Veneto 2, Milano

 

 

MODALITÀ D’INGRESSO

Biglietto d’ingresso:intero € 7,00

Biglietto d’ingresso ridotto per possessori di Cinetessera: € 5,50

Spettacoli delle ore 15 e 17 dei giorni feriali: intero € 5,50, ridotto per i possessori di Cinetessera € 3,50

 

Un grande concerto allo Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro Mercoledì 16 e giovedì 17 Aprile: DREAMS.

 

 

Il teatro milanese ospiterà un’artista dalla voce straordinaria e carismatica, in grado di fondere sonorità differenti in un’unica ed intensa atmosfera.

Lo spettacolo inizierà alle ore 21 del 16 e del 17 Aprile. L’idea e la regia sono curate da Charlie Owens.

Il palco sarà calcato da Chiara Civello, una donna dotata di estrema raffinatezza che ci condurrà in una dimensione sospesa tra il jazz e il pop d’autore, facendoci ripercorrere le tappe di quel viaggio musicale che l’ha consacrata come un talento di indiscussa eccellenza.

Civello è una cantautrice italiana jazz, diventata famosa per il suo primo album Last Quarter Moon, firmato Verve Records. Nel 2012, ha partecipato al Festival di Sanremo duellando con Francesca Michielin. Ad oggi ha pubblicato 4 album e 5 singoli. Il 21 settembre 2012, ha vinto il Premio Multishow, come miglior canzone dell’anno per il singolo Problemi, colonna sonora della telenovela brasiliana Fina Estampa. Insieme ad Ana Carolina, ha realizzato anche le colonne sonore di Passione e Guerra dos Sexos.

 

Nel 2005 il Billiboard scrisse della cantautrice: “La bellezza, lo charme e il carisma del debutto discografico della cantautrice Chiara Civello sono certamente un inizio promettente e segnalano al mondo la prima rivelazione del nuovo anno.” Sull'International Herald Tribune, viene descritta così: “La combinazione di personalità, profondità e sofisticatezza …impressionanti.” Il corner americano Tony Bennett ha definito la cantautrice italiana come "la miglior cantante jazz della sua generazione". Burt Bacharach, invece, ha confessato: "ha tutte le carte in regola per diventare una superstar". La cantante e attrice Cyndi Lauper, ha definito Last Quarter Moon, l'album di debutto della cantautrice come "ammaliante e fantastico".

 

Lo spettacolo fa parte del ciclo: “I concerti: suoni vicini e lontani.” 

 

Immergetevi nelle note raffinate di Civello e lasciatevi incantare da questo spettacolo musicale! Nerospinto vi consiglia di segnarvi in agenda quest’evento!

 

 

 

 

DREAMS

Chiara Civello voce, pianoforte e chitarra

Marco Siniscalco basso elettrico

Emanuele Smimmo batteria

Nicola Costa chitarre

Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro Via Andrea Orcagna 2, Milano ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti è consigliabile prenotare tramite telefono o via mail 0245485085/ 0226688369 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.nohma.it

 

Dall'11 al 13 Aprile, 10 designer, 20 blogger e uno spazio.

 

 

In occasione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, Nerospinto in collaborazione con Deuda Vintage&events presenta il collettivo di Designer Space to wear. 

10 giovani designer che mixano tra loro Arte, Moda e design con l’obbiettivo di creare nuovi spazi da indossare o da vivere in maniera coinvolgente attraverso la cura e la ricerca dello stile, in cui la cultura e la creatività veda il suo compimento nel creare uno spazio diverso.

Da far da cornice un’eclettica location di 350 mq: legno, ferro, resina e cemento quali elementi che contraddistinguono precise scelte architettoniche e stilistiche nel delineare un suggestivo spazio post-industriale. Un “contenitore” in cui immergersi ed essere contaminati dall’estro dei designer che nell’esporre, vendere e progettare avranno modo di comunicare e fare così apprezzare il loro concetto di bellezza avvolti da un’atmosfera musicale con live acustici, sorseggiando un cocktail nel lounge bar o assaporando pietanze gourmet al ristorante.

Space to Wear è convinto che non ci sia differenza tra vestire una persona e arredare una casa. Per questo motivo seleziona designer che combinano Arte, Moda e Design. Il primo appuntamento di questo nuovo format non poteva che avere luogo a Milano, durante la fiera del Salone del mobile.

L'elenco degli espositori:

- B-OLD-Battistina Penazzo-CAMPOLONGO MAGGIORE (VENEZIA)

- PATA DESIGN-Patrizia Maule-TRISSINO (VICENZA)

- IN MY VINTAGE ROOM-Marisol Cappetti, Andrea Corsi-BORGO SAN LORENZO (FI)

- ATELIER ROSE-Dea Rose-LUCCA

- NONNO CELESTINO-Valentina Piccirillo, Francesco Bruni-TAVARNELLE VAL DI PESA (FI)

- SIGNORINA FELICITA-Francesca Zanfrognini, Monica Ropa-MODENA

- ANDREA VERDURA ft QUINCY TORINO-Andrea Verdura-FUCECCHIO (FIRENZE)

- MINAS-Cecilia Isola-CASOLA VALSENIO (RA)

- RELOOKER-Federica Fabbri-FORLI'

- KM KARINA MARCELA-Karina Marcela Ciancimino-EMPOLI (FI)

LIBRERIA - HAPPY BOOKS - FABIO CALEFFI - MODENA

 

Non perdetevi un'occasione d'incontro di diversi mondi: design, moda, cultura, food e arte si uniscono per tre giorni pieni di sorprese!!

 

 

 

SPACE TO WEAR @ THE ROOM

Via Giulio Romano 8 – Milano

Venerdì 11 Aprile 2014 dalle 17.00 alle  24.00 Sabato 12 Aprile 2014 dalle 17.00 alle 24.00 Domenica 13 Aprile 2014 dalle 12.00 alle 22.00

FREE ENTRY

Facebook: Space to Wear

 

In occasione della settimana del Fuorisalone, la settimana nella quale Milano di anima di spettacoli, inaugurazioni, esposizioni e party, Fratelli Rossetti ospita l’installazione Isola/Island di Letizia Cariello. 

L'inaugurazione si terrà Giovedì 10 Aprile 2014 alle ore 18 presso la boutique di via Montenapoleone 1.

 

 

Il lavoro di Letizia, nata in provincia di Ferrara e naturalizzata milanese, dialoga con il tratto tipico del calzaturificio meneghino: come residui depositati dal mare, le allacciate preferite dall’artista danno vita ad un paesaggio che, in un tempo senza tempo, abbandona il convenzionale gusto maschile di Fratelli Rossetti per celebrare una poesia dei reperti.

L’installazione dell’artista Cariello sarà protagonista nelle vetrine della boutique Fratelli Rossetti di via Montenapoleone 1 per tutta la durata del Salone del Mobile (8 – 13 Aprile 2014).

L’artista commenta: “l’invito che ho ricevuto da Fratelli Rossetti è una di quelle occasioni naturali che nella vita sembrano riportare a galla una consuetudine ed un dialogo non improvvisato con le cose, gli oggetti, le scarpe, i luoghi interiori. Le scarpe Rossetti le conosco, i luoghi mi sono familiari nella città e nella memoria e dunque era già depositata nel mio immaginario l’Isola che ho materializzato oggi”.

 

Il marchio Fratelli Rossetti è lieto “di dare spazio al talento di un’artista che affronta il quotidiano con una poesia mai scontata: sensibile alla contemporaneità, il lavoro di Letizia trova una vetrina ideale nella città di Milano, di cui Isola celebra l’anima creativa, ma anche l’aspetto riflessivo”.

 

La ricerca di Letizia Cariello è impegnata a tradurre in luoghi fisici e oggetti concreti i temi della separatezza e dell’isolamento come dimensione di ricerca di un dialogo con il mondo scritto attraverso gli oggetti. Attraverso la ripetizione e la dimensione ossessiva, indaga il mondo degli affetti; la relazione tra spazio interno e spazio esterno; la produzione delle nostre immagini, rappresentata nel mondo botanico o siderale, nella fotografia, nelle installazioni, video e disegni.

L’artista è nata da una famiglia di origini napoletane dedita alla scultura da oltre duecento anni. Prima di concentrarsi sull’impegno dell’arte, ha lavorato per il cinema in Italia e Stati Uniti. Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero. Selezionata dalla Comunità Europea per partecipare al progetto New Narrative for Europe insieme ad altri artisti europei, vive e lavora a Milano, dove insegna all’Accademia di Belle Arti. E’ rappresentata dalla Galleria Massimo Minini di Brescia.

 

Fratelli Rossetti, dal 1953 a Parabiago, nelle immediate vicinanze di Milano, è oggi capitanata dalla seconda generazione – i fratelli Diego, Luca e Dario figli di Renzo. In sessant’anni di attività e storia di passione e qualità il marchio è sinonimo di stile, in Italia come all’estero.

 

 

Un’installazione particolare di un’artista altrettanto originale da non perdere @ Fratelli Rossetti!

 

 

 

 

Un certo mondo cammina Rossetti.

Now mobile! Shop @fratellirossetti.com

 

 

Per info

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  +39 02 72021793+39 02 72021793 www.fratellirossetti.com

www.letiziacariello.com

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 030 383034+39 030 383034

 

Call
Send SMS
Add to Skype
You'll need Skype CreditFree via Skype

Ingegno, coraggio, amore per l’umanità, scontro con il potere, forza ed energia. Il protagonista del grande appuntamento al Teatro Litta dall’11 al 14 Aprile è un’unione di queste caratteristiche.

Un evento da non perdere per chi vuole rimanere piacevolmente sorpreso da uno spettacolo insolito e di valore!

 

 

Nella sala Cavallerizza andrà in scena NEW YORKER HOTEL 3327 (Prometeo Tradito) una produzione di Progetto Robur. Lo spettacolo vede la regia di Gianluca Panareo e Saverio Assumma De Vita, la drammaturgia è affidata a Gianluca Panareo e Margarita Egorova, le scene e costumi sono curati da Saverio Assumma De Vita mentre il suono da Federico Moschetti con Alberto Baraghini e Mike Kahle. L’organizzazione della rappresentazione è gestita da Luca Pedercini, Fabiana Cinque, Luciana Bencivenga

 

Nikola Tesla è stato spesso paragonato a Prometeo per il suo ingegno, il suo coraggio, il suo amore per l’umanità e il suo scontrarsi con il potere. Queste caratteristiche lo hanno reso una personalità leggendaria. Come il famoso Prometeo, Nikola Tesla desiderava un mondo equilibrato, in cui il fuoco da lui donato fosse propulsore di un riscatto, energia per un’esistenza di armonia tra uomini e la natura.

Tesla finisce come Prometeo relegato su una rupe, una rupe particolare: una piccola stanza di Hotel agli ultimi piani di un grattacielo, e lì dimenticato mentre il suo dono di libertà viene trasformato dagli uomini stessi in strumento di sopraffazione.

Oggi ci si interroga sul futuro dell’umanità dopo essere stati messi alle strette dagli effetti collaterali di una crestati scellerata.

 

Questo è lo spettacolo offerto da Progetto Robur, un gruppo creativo di giovani professionisti, artisti, tecnici e organizzatori operanti in svariati campi delle arti e della cultura. Un gruppo nato per realizzare eventi d’arte di alta qualità ed eterogenei.: dagli incontri agli scambi e al coinvolgimento attivo verso l’arte.

Il Manifesto Artistico dell'Associazione porta nei suoi contenuti l'idea di sperimentazione e fusione di stili, discipline e tecniche diverse da convogliare nella realizzazione di eventi capaci di emozionare, suggestionare e coinvolgere empaticamente partecipanti in una esperienza in cui l'arte sia veicolo di consapevolezza e interesse verso l'esistenza. Il primo spettacolo del gruppo creativo è stato Un vestito incandescente, rielaborazione contemporanea de Le Baccanti di Euripide. Numerosi sono i premi vinti del collettivo tra cui il premio Farework indetto dalla Provincia di Milano e dalla Fondazione di Milano.

 

Nello spettacolo NEW YORKER HOTEL 3327 (Prometeo Tradito) il collettivo ha deciso di analizzare tutti i Prometeo (Eschilo, Camus, Pavese, Shelley). Studiando la vita, le biografie, le lettere dell'ingegnere elettrico, inventore e fisico Nikola Tesla sono stata evidenziate le somiglianze e le differenze. Quello che vogliono raccontare è un mito moderno, che affondi le radici nel substrato degli eventi dell’ultimo secolo per ricavarne dei frutti sempreverdi, ridurre gli eventi in concetti, i concetti in immagini, le immagini in oggetti, luci, parole e fare interagire il tutto in una performance che parli del pensiero.

 

 

Durante la varietà di eventi del Fuorisalone, Teatro Litta propone qualcosa di particolare, sorprendete e innovativo. Uno spettacolo da segnare tra gli appuntamenti della settimana del Salone del Mobile!

 

 

 

 

 

Teatro Litta

corso Magenta 24 20123 Milano

T 02 80 55 882 - 02 80 55 882   T 02 86 45 45 46 - 02 86 45 45 46

 

Sala La Cavallerizza

Repliche: da lunedì a sabato ore 21:00 - domenica ore 17:00

Biglietti: € 10 | Abbonamento: APACHE

 

Biglietteria

Informazioni e prenotazioni telefoniche T 02 86 45 45 45 - 02 86 45 45 45 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 19:30

 

Durante il periodo del Fuorisalone, e ormai milanesi e non lo sanno bene, la città si attiva, esplode nelle sue forme più svariate e dà vita a qualcosa che, di solito, rimane latente nella testa dei suoi abitanti. Questo qualcosa è la creatività. In aprile, in occasione del sopracitato evento, Milano si popola di artisti, designer e innovatori di fama mondiale che sfoggiano e mettono in mostra il loro lavoro, ma se, per una volta, a questo Fuorisalone si volesse dare spazio anche alla creatività “della gente comune”? Se si volesse poter ammirare i prodotti della creatività dei non-luminari-del-design o degli artisti della porta accanto?

Nasce, per il 2014 al Fuorisalone, “Materia Creativa Grezza”: una tre giorni (8-10 Aprile) gratuita e indipendente, di iniziative volte a dare visibilità ai creativi emergenti del panorama nostrano delle arti contemporanee. Gli spazzi di via Forcella 7, nelle prime giornate di Aprile, diventeranno, come mai prima, un punto d’incontro e fusione di stili creativi differenti e provenienti dai più svariati settori dell’arte.

“Materia Creativa Grezza” unirà esperienze di workshop fotografici e video, performance teatrali, esposizioni artistiche, proiezioni 3D, musica, food ed editoria indipendente.

Milano, durante il Fuorisalone si anima, il suo cuore creativo comincia a battere e tutto si muove; non solo il panorama artistico di fama internazionale, ma l’arte indipendente, si mettono in mostra, si organizzano per offrire esperienze uniche: la materia creativa grezza, insomma, dall’8 al 10 Aprile, animerà la città.

________________________________________________________________________

MATERIA CREATIVA GREZZA Three Days of Love, Music and Gozzoviglia

8-9-10 Aprile 2014 • Via Forcella 7 EVENTO TOTALMENTE GRATUITO

Materia Creativa Grezza su Facebook: https://www.facebook.com/events/231993920324425/?fref=ts https://www.facebook.com/MateriaCreativaGrezza?fref=ts

OFFICIAL PARTNERS: Umami / Ral8022 / TempioProductions / Streeat / Buono

MEDIA PARTNERS: Saylor / Youth Moving / Borderline / BrandStorming / Potato Pie Bad Business

CREATIVE PARTNERS: FunkYou / Ben / BoxVision / Jannozz / Les Chourettes / PaperBrain

INGRESSO GRATUITO A TUTTE LE ATTIVITA' DELLA MANIFESTAZIONE

A Milano, in via Piranesi 4, in collaborazione con l’Associazione A.N.G.E.L.O., è stata prodotta una macchina del tempo. Sarà a disposizione di tutti i visitatori che vorranno provare l’ebrezza di un “viaggio nel tempo” dal 9 al 13 di Aprile.

Apre i battenti la Milano Vintage Week: la mostra mercato del vintage di qualità oggi alla sua prima edizione.

Questo evento si rivolge a un pubblico quanto mai vario e si prefigge l’obiettivo di far incontrare collezionisti, appassionati, addetti ai lavori e simpatizzanti del genere.

In via Piranesi, dunque, si cercherà di riscoprire il sistema di valori, il sapore e le tinte di un tempo fuori dal tempo caratterizzato da uno stile unico. Si cercherà di legare e connettere il presente al passato e al futuro, in modo da comprendere il significato più vero della parola vintage.

“Milano Vintage Week” significa, per te, la possibilità di acquistare prodotti d’ epoca di indiscussa qualità: dai vestiti ai gioielli fino agli oggetti d’arredo. Milano Vintage Week, per te, significa anche la possibilità di vivere la moda e la società degli ultimi sessant’anni. Non un semplice mercato, ma una vera e propria esperienza retrò, arricchita da iniziative stimolanti e mostre d’epoca tra fotografia e stampe; potrai godere anche di un variegato calendario di appuntamenti ed incontri a tema.

Per concludere segnaliamo una curiosità: al secondo piano dello spazio espositivo sarà possibile venire truccati e pettinati con acconciature d’epoca per una full immersion vera e propria nel modo di essere e sembrare degli anni che amate.

Siete pronti? La “macchina del tempo” sta per accendere i motori!

________________________________________________________________________

Milano Vintage Week è in via Giovanni Battista Piranesi 4 nello showroom Riccardo Grassi.

Ingresso: 3 euro.

Milano Vintage Week: http://www.milanovintageweek.com/it/index.html Milano Vintage Week on Facebook: https://www.facebook.com/milanovintageweek?fref=ts  A.N.G.E.L.O.: http://www.angelo.it/

Per raggiungere il luogo dell’evento:

passante: linee S1 S2 S5 S6 S13 fermata Porta Vittoria Tram 12 (Cacciatore delle Alpi-Ovidio) fermata Viale Campania/Corsica Tram 27 (Piazza VI Febbraio-Ungheria) fermata Viale Campania/Corsica Linea 73 (San Babila-Linate) fermata Viale Campania/Corsica

L’arte si nasconde in ogni angolo, anche quello in cui non guarderesti mai. Perché no? Anche in giardino! The Secret Gardens nasce, infatti, con l’idea di promuovere l’interazione creativa tra arte e natura. Gli spazi della   Fabbrica del Vapore di Milano, in occasione del Salone del Mobile 2014 (8 – 13 Aprile), si aprono e vengono reinventati, in questa chiave, da artisti e landscape designer invitati da MacchinazioniTeatrali e Laboratorio Alchemico. Questi professionisti hanno accettato la sfida e cercheranno di dialogare con la natura del luogo rispettandola ed arricchendola.

Le aree interessate dagli interventi saranno lo spazio di MacchinazioniTeatrali, il giardino d’ingresso di via Luigi Nono 7, l’ampio giardino di via Luigi Nono 9 e tre interventi nella piazza principale della Fabbrica in via Procaccini 4.

Uno dei fili rossi di questa manifestazione sarà sicuramente, come detto, il dialogo tra spazi aperti e spazi al chiuso e l’utilizzo di materiali anche particolari quanto più possibile in linea con la poetica e la creatività degli “artisti” invitati.

L’esperienza proposta, all’insegna della natura, dell’estro, dell’invenzione e del design, trova compimento negli spazi di MacchinazioniTeatrali, un cui si potrà assistere alla creazione di alcuni desktop gardens, sofisticati giardini da tavolo in cui arte e green design si fondono. La presenza del professor Hal SOWA Ph.D che porterà, dal Giappone alcuni dei suoi lavori che, per l’occasione, verranno reinterpretati da alcuni artisti italiani.

Un momento dal respiro internazionale di riflessione sullo spazio, di contatto con la natura e con l’arte. Da non perdere! Un progetto di MacchinazioniTeatrali e Associazione Culturale Laboratorio Alchemico

Posti di vista 11* | Fabbrica del Vapore | Fuorisalone Milano Design Week 2014

8 – 13 aprile 2014

Orario 10.00-22.00

Opening 8 Aprile 2014, ore 18.00

Fabbrica del Vapore, via Luigi Nono 7 e 9 + via Procaccini 4, Milano

 

 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 3498452986; laboratorio alchemico.com

 

Artisti

Sonia Barrett, Patrizia Bonardi, Giulio Calegari, Barbara Crimella, Giulio Crosara, Pietro Finelli, Marta Fumagalli & Riccardo Pirovano, Akino Iida, Kazumi Kurihara, Kazuhiro Kusaki, Mauro Lovi, Roberta Lozzi, MacchinazioniTeatrali (Barbara Chinelli & Franco Quartieri), Luca Mannino, Antonio Marciano,  Kubota Masakazu, Atsushi Shiomi, Jano Sicura, Hal Sowa Ph., D Satoru Tabata (Enzo), Eriko Tamai, Fabio Volpi a.k.a. Dies

Organizzazione Nila Shabnam Bonetti e Barbara Crimella

Grafica Sara Massah

Fotografie Giulio Crosara

Partner e sponsor:  Associazione Sunugal, UNICEF, Legambiente, Coges, Pervinca, Cascina Biblioteca, Hortus Contemporaneo, ILLVA Saronno, Quercetti – Giocattoli Educativi, Loretoprint

Pagina 1 di 2

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

immobili sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.