CHIAMACI +39 333 8864490

||||||||

Wired Nex Fest 2017 ai Giardini Indro Montanelli di Milano la protagonista è l'identità

I Giardini Indro Montanelli di Milano ospitano il Wired Next Fest 2017, al centro della manifestazione il tema dell’identità.

Torna il Wired Nex Fest che per l’edizione 2017 sceglie la cornice dei Giardini Indro Montanelli di Milano e accende i riflettori sul tema dell’identità.
Identità nella sua accezione più ampia e raccontata come un percorso che nell'individuo segna il suo punto di partenza per allargare poi lo sguardo alle aziende e ai governi, tutti ugualmente toccati dall’innovazione tecnologica che ha innescato un decisivo processo di trasformazione personale e sociale.
Un cambiamento determinato anche dal mondo digitale che influisce in modo determinante sul nostro modo di comunicare provocando delle conseguenze che saranno oggetto di confronto durante il Wired Next Fest.

Un evento unico, ricco di contenuti e come sempre libero e gratuito, che accoglierà negli splendidi Giardini Indro Montanelli non solo il pubblico ma anche illustri ospiti e relatori con i quali si parlerà di fake news e post-identità. “Crediamo che le bufale, le false notizie, siano nate con il web ma non è così” commenta Federico Ferrazza direttore di Wired Italia, “Oggi si parla molto di post-verità ma sarebbe più giusto parlare di post-identità perché esistono diverse identità coltivate secondo i luoghi che si frequentano. Oggi siamo costretti a cambiare costantemente identità e se pensiamo, ad esempio, al mondo delle aziende non possiamo scinderle dalle nuove tecnologie con cui devono necessariamente stare al passo. Sono cambiamenti che spingono ognuno di noi a chiedersi: chi siamo davvero?”.

Per trovare una risposta a una domanda che implica più di una semplice opinione al Wired Next Fest 2017 se ne discuterà con molti ospiti tra cui citiamo alcuni come le Pussy Riot, collettivo di artiste e femministe russe anti-Putin, Ryan Merkley, Ceo di Creative Commons, Abdalaziz Alhamza, portavoce di Raqqa is Being Slaughtered Silently (RBSS), collettivo di citizen journalist che a Raqqa, eletta capitale dello Stato Islamico, sfida la paura imposta dal regime dell’ISIS, Gabrile Mainetti, regista del film Jeeg Robot recentemente distribuito negli USA. E ancora, esponenti della politica come Luigi di Maio, il più giovane vicepresidente nella storia della Camera dei Deputati, personaggi del mondo dello spettacolo tra cui Nino Frassica, Maccio Capatonda, Alessandro Cattelan, e personalità del mondo della musica made in Italy come Levante e Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti. A completare il ricco parterre anche voci delle nuove generazioni come Michele Bravi e gli youtuber Signor Franz e Marcello Ascani.

La prima giornata di Wired Next Fest sarà dedicata all’Intelligenza Artificiale con la partecipazione di Audi tra i partner dell’evento. Realizzato in collaborazione con il patrocinio del Comune di Milano e con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche del Lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane, il Wired Next Fest non rappresenta solo l’occasione per parlare d’identità ma anche l’opportunità per assistere a live eccezionali.
Questa sera spazio alla musica di Max Gazzè preceduto da Yombe, I’m Not a Blonde, Dino Lupelli mentre domani sera unica data italiana di Röyksopp (dj set) ma prima Planet Funk (dj set), Jolly Mare, Not For Us, Mahmood, Santamanu.
Oltre ai Giardini Indro Montanelli ad ospitare la quinta edizione del Wired Nex Fest saranno anche il Museo Civico di Storia Naturale e il Planetario entrambi sedi di workshop, laboratori per i più piccoli, conference scientifiche e tanto altro ancora. Inoltre, sempre nei Giardini Indro Montanelli, spazio alla Wired House due palchi all’interno del parco che ospiteranno relatori e interviste.
Tante le realtà che hanno deciso di sostenere il Wired Nex Fest che vanta partner, Gruppo CAP, Meliá Hotels International, Zentiva – Gruppo Sanofi e AIRC, e main partner, BNL – Gruppo BNP Paribas, Enel, Ferrovie dello Stato Italiane, Huawei, Nastro Azzurro, Sky, Vodafone, eccellenti. Event Supporter sono invece Audible, Dyson, IED – Istituto Europeo di Design, MyBest,Yougenio, partner tecnico Design Republic, Sebach, Verso, partner istituzionale Regione Lombardia, Exhibit & Design Production Piano B e Official Time Keeper Tag Heuer.

Wired Next Fest si sposta poi a Firenze per la seconda tappa in programma dal 30 settembre al 1 ottobre 2017 e per l’edizione fiorentina accende i riflettori su un tema importante e attuale come l’identità: i Confini.
L’appuntamento con Wired Next Fest continua anche sui social con l'hashtag #wnf17, sul sito nexfest.wired.it, e in edicola con il nuovo numero della rivista disponibile da oggi.

Da poco nominato agli SPD Awards Magazine of the Year, Wired organizza l’evento ad alto tasso di innovazione, arte, tecnologia e umanità e forse l’idea alla base di questa imperdibile manifestazione è quella di spingerci a partire alla ricerca di domande più che continuare a restar fermi in attesa di risposte. Un viaggio in cui la collaborazione e il confronto sono elementi essenziali in una società in cui l’abuso d’individualismo genera mostri al pari del sonno della ragione.

Informazioni Utili
Wired Next Fest
26-28 maggio 2017
Giardini Indro Montanelli
Bastioni di Porta Venezia, Milano
www.wired.it

Raffaella Berardi

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Instagram

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.