CHIAMACI +39 333 8864490

|||||

World Masterpiece Theater: i cartoni animati al Museo della Figurina di Modena

Il percorso World Masterpiece Theater mette in mostra al Museo della Figurina di Modena i cartoni animati degli anni ’80 e ’90.

L’esposizione World Masterpiece Theater: dalla letteratura occidentale all’animazione giapponese è l’ultimo episodio della serie di mostre 80-90. Televisione, musica e sport in figurina, ideato da Thelma Gramolelli e iniziato nel 2014 con l’intento di esplorare il cambiamento avvenuto nel mondo della figurina a seguito dell’avvento della televisione commerciale e come questa abbia contribuito alla diffusione di determinati modelli a partire dagli anni ’80 e ’90.

È in questo periodo infatti che i cartoni giapponesi sono protagonisti di una metamorfosi di stile narrativo ed estetico, subendo in particolar modo l’influenza della cultura occidentale, che diventa punto di riferimento per artisti ed esperti dell’industria dell'intrattenimento e di conseguenza filtra alle generazioni più giovani di lettori e spettatori televisivi.
Il termine World Masterpiece Theater si traduce con Teatro dei capolavori del mondo (dal giapponese Sekai meisaku gekijō) e indica un filone particolare dei cartoni animati giapponesi che ha fatto propria questa rivoluzione culturale. Prodotto dalla Nippon Animation dal 1975 fino al 1997, lo stile Meisaku è facilmente riconoscibile per una minuziosa attenzione per i dettagli e una qualità grafica superiore rispetto agli altri cartoni dell’epoca, i quali in particolar modo si discostano dagli altri filoni dei cartoon proprio perché le trame sono basate sulla letteratura occidentale per ragazzi.

Con intento dichiaratamente educativo, si voleva filtrare la lontana cultura occidentale, diventata ormai familiare attraverso la rete globalizzata della televisione, presentando modelli comportamentali positivi per i ragazzi nipponici. Non solo li si voleva istruire sui gusti estetici e i costumi dei loro coetanei oltreoceano, ma l’obiettivo era quello di presentare loro personaggi scrutati attraverso la lente dell'analisi psicologica, ponendo sullo schermo ragazzi spesso orfani, costretti ad affrontare difficili prove già in tenera età, che diventavano in tal modo esempi da seguire per divenire in futuro adulti responsabili e rispettosi.

Il primissimo cartone ad aver aperto la strada a questo genere è stato Heidi, creato da Isao Takahata e Hayao Miyazaki nel 1974, il quale non si può ancora inserire appieno nel filone dei World Masterpiece Theater, ma ne è considerato il  precursore: gli alti costi provocano infatti il fallimento della casa di produzione Zuiyo Eizo, costretta a scindersi in due distinte società, una delle quali diventa appunto la Nippon Animation. Alcune delle pietre miliari della collezione WMT prodotti in questo periodo sono Anna dai capelli rossi (1979), Tom story (1980), Flo, la piccola Robinson (1981) e Lucy-May (1982), mentre i cartoni degli ultimi anni subiscono un'ulteriore trasformazione della veste grafica, con colori più vivaci e squillanti come per esempio notiamo in Pollyanna (1986) o in Peter Pan (1989).

Il Museo della Figurina di Modena fa parte, insieme alla Galleria Civica e alla Fondazione Fotografia, della Fondazione Modena Arti Visive, istituzione dedicata alla presentazione e alla promozione dell'arte e delle culture visive contemporanee, che ospita la mostra World Masterpiece Theater per indagare quanto l’avvento della televisione commerciale e la conseguente rivoluzione estetica e narrativa abbia influenzato generazioni di bambini, oggi trentenni e quarantenni, anche mediante il merchandising delle figurine.

Una bellissima mostra per appassionati e collezionisti, ma anche semplicemente chi vuole sentirsi di nuovo bambino con un tuffo nei personaggi e nel colori del passato.

Per maggiori informazioni:

World Masterpiece Theater - Dalla letteratura occidentale all'animazione giapponese
Museo della Figurina
Dal 3 marzo al 22 luglio 2018
Palazzo Santa Margherita
corso Canalgrande, 103
Modena

Ingresso gratuito

Orari: dal mercoledì al venerdì 10.30-13 e 16-19;
         sabato e domenica e festivi 10.30-19;
         lunedì e martedì chiuso

Giulia Arese

Redazione Nerospinto

Sito web: www.nerospinto.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

coupon-code-amazon-deal-codici-sconto-amazon

Immobili Sanremo

Instagram

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

nerospinto

 

 

Direttore Responsabile
INDIRA FASSIONI

Se vuoi scriverle: direttore@nerospinto.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.